menu Menu
31 articles filed in
Libri con dedica
Libri che si possono ordinare con dedica autografa dell'autore
Pagina precedente Prossima pagina Prossima pagina

Silenzi d’amore di Caterina Guttadauro La Brasca

Con la valigia in mano, mi sentivo un’emigrante che tornava a casa. Ogni pietra di quella facciata, per me, aveva impressi, come calchi, un viso, un sorriso, un pianto. A tenerle unite era stato l’amore che, come il cemento, aveva reso saldi i pezzi delle nostre vite. Entrai e cominciai a salire i gradini di […]

Continua a leggere


Maria. Mai più come una volta di Adalgisa Licastro

Per Maria quella era stata una giornata bellissima! Sebbene la sera precedente mamma Tommasina le avesse detto che la mattina dopo poteva dormire di più perché aveva già provveduto a preparare il pranzo della domenica, Maria aveva aperto gli occhi prima del solito. Erano gli ultimi giorni di dicembre e, al mattino, la casa era […]

Continua a leggere


Profumo d'Aranci di Adalgisa Licastro

“Antonio, Antoniooo…, portami il cappello! Questa notte ha gelato tutta la campagna, e la mia testa ghiaccerà tra un po’!” “Don Luigi non fate tanto chiasso che la signora Annetta si sveglierà di colpo e riprenderà a lagnarsi della sua lombaggine ostinata.” Antonio conosceva Annetta e Luigi da quando era nato; la sua mamma gli […]

Continua a leggere


Le due facce della luna di Adalgisa Licastro

Tobias era troppo vecchio per guardare la luna e sognare: quando gli occhi stanchi per avere visto tante cose, guardano verso il cielo, lo fanno spesso per cercare Dio ed implorare il suo aiuto. Per Tobias che, tutto solo, intraprendeva in salita il sentiero che lo conduceva a casa, osservare i cambiamenti della luna a […]

Continua a leggere


Lacrime nere di Adalgisa Licastro

<<Luca, sei tu?>> disse Berta ad alta voce. Aveva fatto così piano a girare la chiave nella toppa che neppure Tilly, la cagnetta bianca e nera, si era mossa dal cesto di vimini che le faceva da letto. Un raggio di sole filtrava dall’ampia finestra del soggiorno, un tutt’uno con la porta d’ingresso. Da quando […]

Continua a leggere


Francis Bacon – La Visione del futuro di Daniela Quieti

Originalità della proposta baconiana – Non casualmente, in questo primo scorcio di ventunesimo secolo, in cui forse la civiltà industriale ha raggiunto il suo culmine, la personalità e l’opera di Francis Bacon possono destare un nuovo interesse. Infatti egli appare oggi come colui che, recependo i fermenti e i problemi del suo tempo, tracciò alcune […]

Continua a leggere


Missione I.Z. di Lorenza Lucchi

Dal Capitolo I – Cielo azzurrino, chiaro, tagliato, solo, guardando dal basso, come lei stava facendo, dal cavo elettrico che passava sopra la casa, in alto. Un rombo in avvicinamento, un elicottero che sembrava arrivare ma si allontanava in cerca di una direzione. Luce in faccia, diretta, non ne arrivava, la copriva l’ombra di un […]

Continua a leggere


Note senza fine di Adalgisa Licastro

Quella era una casa come tante altre, e cioè “normale”; chissà poi perché chi ci abitava amava definirla così! Antonietta Partinico ne era la padrona incontrastata, “normale” anche lei, se per tale s’intende ancorata alla routine e priva di ambizioni. Quando aveva sposato Guglielmo Tauriello, il loro matrimonio era stato dato per scontato già da […]

Continua a leggere


Martino il marziano di Gabriella Tabbò

Una incredibile novità a Luponia – E’ già scesa la notte nel Paese di Luponia, coperto dalla bianca coltre della neve di gennaio, che dagli altissimi monti che lo circondano, nasconde tutto: le case, i campi, le piste da sci, le strade, simile ad una lucida glassa bianca su di una gigantesca torta. E’ una […]

Continua a leggere


La siepe del biancospino di Adalgisa Licastro

Almarina percorreva tutte le mattine quei vicoli stretti che conducevano alla scuola Garibaldi attraverso una scorciatoia. Spingeva un passeggino sgangherato e traballante sull’asfalto sconnesso che le radici degli alberi ai limiti del sentiero, continuavano a dissestare. Nei giorni di pioggia di quell’inverno sempre più uggioso, le pozzanghere costringevano Almarina e Bisen, il bambino di circa […]

Continua a leggere


Fuori... Classe di Lorenza Lucchi

«In a dream a long time ago We fell in love but what did we know Years seemed to pass as time took its toll you ‘re here at last, so why must you go But tonight you belong to me yeah Yes, tonight you belong to me, … Oh, tonight you belong to me, […]

Continua a leggere


Non dobbiamo perderci d'animo di Massimo Cortese

Quando mia madre è nata, nel 1922, la nonna aveva quarantacinque anni. Era un periodo difficile, e per una famiglia di povera gente come era quella dei miei, la già difficile esistenza era messa quotidianamente a dura prova da un periodo storico non certo avaro di disordini che in quei tempi erano sempre di casa. […]

Continua a leggere


Candidato al Consiglio d'Istituto di Massimo Cortese

Mia figlia frequenta la prima elementare di una scuola della periferia della città dove vivo. lo, oltre ad essere rappresentante dei genitori al Consiglio di Interclasse ed al Consiglio d’Istituto, sono pure Babbo Natale uscente. Quando ancora la bimba andava alla scuola materna, d’accordo con le maestre, un giorno di dicembre prendevo le ferie o […]

Continua a leggere


Cambio di stagione di Simona Conti Manetti

Ah, finalmente ci siamo!!! Era tanto tempo che volevo scrivere ed ora eccomi qua alla mia scrivania con il computer davanti … Che liberazione! Finalmente potrò dire quello che voglio su chi voglio, tanto non possono mica interrompermi o fare finta di non avere capito!!! No, no, ora sarà tutto nero su bianco e … […]

Continua a leggere


Un'opera dalle molte pretese di Massimo Cortese

E’ tempo di bilanci. A distanza di un anno dalla pubblicazione del mio primo libro Candidato al Consiglio d’Istituto, desidero riportare le sensazioni e le emozioni che hanno caratterizzato questa mia esperienza. Non voglio annoiarvi, sia ben chiaro, non desidero raccontare per filo e per segno tutto quanto è accaduto, e non tanto per la […]

Continua a leggere


Lettera a Bianca di Gabriella Tabbò

E’ una singolare giornata, quella di oggi, prosieguo e forse conclusione di un periodo di piogge miti ma costanti, primizie di primavera. A metà mattina, poi, si è diffusa un’insolita nebbiolina, nascente direttamente dal mare. Il suo umore vischioso si è posato a terra e ha reso in breve tempo viscidi e scivolosi i gradini […]

Continua a leggere


Io sono Fabrizio di Anna Cattivelli

Capitolo I – Squilla il telefonino: “Ciao ma’ … e come devo stare, aspetto, è ancora in sala operatoria … sì, si non ti preoccupare, Tizi e Sami sono con me, Marco sta a casa con la signora Maria … no, no, il padre non poteva, stai tranquilla poi ti faccio sapere”. Fabrizio spegne il […]

Continua a leggere


Il naufrago del bosco di Gabriella Tabbò

È un naufrago atipico, quest’uomo che si ritrova solo, nel bosco impervio dell’Appennino; doppiamente solo perché ha perso anche il contatto con la sua identità per un trauma durante un’escursione, che lo ha privato della memoria. Qualcosa, dentro di lui, gli dice di tenersi lontano dal mondo civile finché non l’avrà ritrovata. Nella sua mente […]

Continua a leggere


1860. Improvvisamente l’Italia di Maso Biggero

Dall’Incipit (autunno 1859 – autunno 1860) – La mattina del 6 ottobre 1759 Carlo di Barbone, re di Napoli e della Sicilia (ma dal 10 agosto re di Spagna) convocò Federico Fusco, fidato cameriere arrivato a palazzo reale dalle non lontane terre di Caserta e gli ordinò di portargli Domenico, “el niño.” Domenico era l’unico […]

Continua a leggere


L’ultima fuga di Daniela Quieti

I – A chi importa il mio passato sono nata all’alba e il crepuscolo già si avvicina. Ma chi dice che devo capire tutto in un istante che racconta indovinelli e parole sconosciute. Sento ancora cantare il mio fiume sostiene la vela il vento forte e l’albero gigante ha radici di linfa. Il tempo è […]

Continua a leggere


Giochi di luce e d’ombra di Lidia Colla

Il tempo – Scivola lungo il fiume, nella nebbia, l’iridato silenzio dei germani. E il tempo. Guizzando fugge su pattini d’argento *** Ti ho fatto, figlio Ti ho fatto, figlio,tenero come ali di colomba. Ti ho parlato dell’uomo. Ti ho parlato di un mondo giusto, o che tale poteva diventare. Ti ho parlato, figlio, di […]

Continua a leggere


Echi di riti e miti di Daniela Quieti

IL  POETA E IL POZZO Mi trovo, casualmente, in piazza Garibaldi, a Pescara. Senza nessuna ragione apparente, i miei passi mi conducono davanti alla casa natale del Vate, museo nazionale che conserva arredi, mobili d’epoca e oggetti dello scrittore e magico angolo di raccoglimento al centro della città vecchia, racchiuso tra corso Manthoné e via delle […]

Continua a leggere


Essere Donna - ovvero - Aznareps, il volo della speranza di Lidia Colla

“Mio dio, Luca, non fai che parlare! Sembri tutto nonna Adelia…!” E poi si pentiva, e pensava alle sue lunghe ore di solitudine, ai suoi disegni. Case, case, case, con file e file di fineste, tutte sbarrate, quasi ci si volesse rinchiudere dentro. O forse non trovava la via d’uscita? Come lei ora, che dopo […]

Continua a leggere


Uno squarcio di sogno di Daniela Quieti

Scusami se so darti solo uno squarcio di sogno sbiadito d’anima e di cielo. Ampi strappi schiudono la cavità del mio essere attraversato da fremiti elettrici folgorato da luce bruciante battuto da vento gelido. Fragili desideri sorgono perseguitati da bugiardi idoli. Ma come fata morgana una superstite isola mi adula una corrente celeste mi consegna […]

Continua a leggere


Il tempio del sole di Nicla Morletti

Si conobbero a Capri una sera d’agosto sulla veranda di un albergo. Lui, ricco aristocratico inglese, bello, simpatico, alto, disinvolto, biondo, terribilmente solo. Lei, bruna, gli occhi verdi, le curvature del corpo perfette, desiderosa d’affetto. Sotto l’incanto della magica notte stellata, tra i profumi di zagare e limoni sospinti dal vento, si guardarono a lungo, […]

Continua a leggere



Pagina precedente Prossima pagina

keyboard_arrow_up