Blog

Tutti gli articoli in Primo Piano nel Blog degli Autori

  • Petali Rossi di Robert Un piccolo mondo di rose Un bel giorno sbocceranno le rose Nei miei sguardi, ad ogni tuo sorriso Mi chiamerai l’uomo delle rose Iride di verità saranno i miei occhi E lunghi remi le mie mani Tra le onde di riccioli scuri. Un bel giorno, che non c’è stato Ti porterò in riva al mare [...] Robert 9 responses 9 dicembre 2014
  • La cava abbandonata “Dedicato a mio padre, deceduto il 29 novembre 2014” Nicla Morletti È un caldo pomeriggio di giugno. L’aria è quieta, il cielo terso come un cristallo. Da lontano, tra le bionde spighe, si allargano purpuree macchie di papaveri, mentre nell’aria si perde il profumo delle erbe aromatiche: mentuccia, nepitella, lentischio. Sola, tra i caldi colori [...] Nicla Morletti 19 responses 4 dicembre 2014
  • Il Tesoro della Mente di Laura Gipponi Ognuno di noi racchiude dentro di sé, nel profondo della mente, un grande tesoro. Questo ci consente di vivere felici, amando noi stessi e facendoci amare dagli altri, ci permette di realizzare i nostri sogni e di raggiungere i nostri desideri; insomma di avere la vita meravigliosa che meritiamo. Spesso non sappiamo di possederlo. Per [...] Laura Gipponi 4 responses 11 agosto 2013
  • Satura lanx di Mauro Montacchiesi La vita è stupenda – Il ruscello scorre davanti a me e le pallide, gialle primule lo accompagnano. Inebriati anche tu. L’acqua fresca e trasparente sta scorrendo e nuovi germogli di primula stanno sbocciando per me, ma anche per te. E nel mio cuore, silenziosamente, continuo a ripetermi che la vita è stupenda. Anche questa [...] Mauro Montacchiesi 5 responses 30 luglio 2013
  • Conversando con Federico Garcia Lorca di Rita Parodi Pizzorno La poetica di Federico Garcia Lorca – La sua voce poetica è fra le più libere, intelligenti ed autentiche non solo della letteratura spagnola, ma della letteratura europea del  Novecento.  I primi anni sino al 1936 sono stati per la lirica spagnola un momento  di grazia,interrotto dall’inizio della guerra civile. Ci sono tre grandi nomi: [...] Rita Parodi Pizzorno 3 responses 13 luglio 2013
  • Il grido della terra. Missione Emilia di Fabio Clerici L’obiettivo – Quando i mezzi partirono dall’autocentro, la Land Rover Discovery 3 condotta da Vimarco detto il “Capitano”, si attestò davanti alla colonna per far sostare la stessa a pochi metri dall’uscita mentre un infuocato sole sorgeva rendendo già l’aria irrespirabile. Bruno era stato destinato al secondo dei tre pulmini Fiat Ducato e occupava la [...] Fabio Clerici 6 responses 22 giugno 2013
  • La sete pietrificata di Anton Nikë Berisha Racconti logorati – Macchia. Tardo autunno, prima del calare dell’oscurità. Le ombre del crepuscolo affaticato giocavano ingenuamente con l’eco del gorgoglio dell’acqua del grande fiume di Macchia: somigliavano alle fate delicate che rinascono col cambio di stagione. Saltavano da un lato all’altro del villaggio come immagini vaghe, e poi scendevano lentamente e baciavano le onde [...] Anton Nike Berisha 3 responses 20 giugno 2013
  • Oltre lo sguardo di Marzia Serpi Dimensione – Dorme la gatta al canto del fuoco il suo gomitolo unico gioco, una crepa sul muro come ferita s’allarga e ti segna lo scorrer di vita, un ragno accasato nell’angolo tesse la tela imprigionando attimi che il destino svela l’orologio da parete ormai fermo alle sette sul suo quadrante più niente riflette, di [...] Marzia Serpi 30 responses 20 giugno 2013
  • L’uovo di Rodolfo Viezzer Preludio – Ricostruirà il mondo, questa volta perfetto. Dato che il Male ha avuto il tempo di annidarsi in ogni dove, d’usurpare lo spazio e il tempo al Bene, prima di ricostruire dovrà essere distrutto tutto. Da ogni fessura sarà espulso il Male. Non ci sarà più alcun difetto di fabbricazione. Questa volta porrà maggiore [...] Rodolfo Viezzer 4 responses 16 maggio 2013
  • Lacrime di Sara Ciampi Lacrime – Una piacevole brezza marina spirava lievemente quell’agosto sulla spiaggia affollata di bagnanti felici e spensierati. D’improvviso un palloncino colorato, sfuggito dalle mani d’un fanciullo, si librò alto nel ceruleo cielo perdendosi nell’azzurro infinito. Urlava e piangeva affranto quel bimbo tra l’indifferenza della gente, mentre la dolce e amorevole madre con grande tenerezza affettuosamente [...] Sara Ciampi 4 responses 16 maggio 2013
  • Quel che resta del tempo di Daniela Quieti Quattro passi in un’antica città – Venite nella mia città! Vi aspetto, all’imbrunire, sul nuovissimo “ponte del mare”, l’agile capolavoro urbanistico che unisce le due riviere di Pescara: la nord e la sud. Vi terrò impegnati un paio d’ore, il tempo di una passeggiata… promesso! Prima di muoverci, diamo “uno sguardo dal ponte”… verso le [...] Daniela Quieti 13 responses 16 maggio 2013
  • www.viraccontoiltg1.rai.it di Alma Maria Grandin Tgitalmente… – L’intelletto è l’elemento divino nell’uomo, e la sua esperienza è comunicabile solo attraverso un linguaggio che non segue le regole del pensiero razionale, un linguaggio denso, che parla attraverso immagini dai molteplici significati: il mito. – Platone – L’INFORMAZIONE AL TELEGIORNALE NELL’ERA DI INTERNET Aristotele sosteneva che «l’anima non pensa mai senza un’immagine».  [...] Alma Maria Grandin 2 responses 7 aprile 2013
  • Bou Assida. La notte della bestia di Bruno Fontana Da “Il Grande Berbero” – Affondavo gli alti stivali di caucciù con un piacere quasi morboso nell’erba fradicia che mi sfiorava le ginocchia. Di volta in volta mi giravo a guardare la lunga scia di orme che mi lasciavo dietro, come se stessi correndo nella savana inseguito da qualche belva. E il cuore mi batteva [...] Bruno Fontana 6 responses 7 aprile 2013
  • Racconti di Maria D’Ambra SOS – Nessuna interferenza né precarietà. Si praticava la respirazione mano nella mano non esisteva quella bocca a bocca, né tanto meno quella soldo a soldo. Non si andava. Si stava fra lo stormire d’ali e il metronomo segnava un passo lieve sull’unica nota, il sì, che per libera scelta s’intersecava al battito per l’arte [...] Maria D'Ambra One response 8 febbraio 2013
  • Se tu sei Dio di Maria D’Ambra PERDITA D’IDENTITÀ – Fra velo e veli contesi dallo strip a Paris in guèapière e falpalas ero ancora io ibrido genietto. Quando i pennelli intrisi d’imperizia scivolarono nel fascino di Montmartre c’ero ancora :Narciso più che mai. Un istante ancora e Narcise smise d’ammirarsi, scellino bucato nell’acqua della Senna. Marie fu seulement perdutamente amour: perse [...] Maria D'Ambra 4 responses 8 febbraio 2013
  • Quaderno senza titolo di Michele Miano Verso sera – Pioggia sottile, sottovoce, sembra alitare strane parole, preannuncia fresca la sera, profumata. E il cielo sembra annegare in un mare di stelle. *** Primavera Primavera ritorna e il dolore mi addenta con morsi di gelo. E’ il vento che scuote profonde solitudini. Lieve cielo terra che respiro. Sospeso ad un filo di [...] Michele Miano 2 responses 23 novembre 2012
  • Il piacere e la ragione di Antonio Zanchet Renzo, un bell’uomo sui quarant’anni, stava passando un momentaccio, un periodo cupo in cui si intensificavano in lui dolorose meditazioni e altrettanti dolorosi pentimenti: un consuntivo in rosso della sua non certo irreprensibile vita. Quel piccolo albergo vicino alla stazione di Vicenza non poteva considera si il posto ideale per sollevare il morale, ma l’aveva [...] Antonio Zanchet 9 responses 15 novembre 2012
  • Il conte, il principe, il topo di Maurilio Magistroni Il conte – La pallida luce del sole, velato dai cirrostrati, illuminava debolmente lo studiolo di Alberto Braccioforte conte di Gavorrano, nel palazzo di famiglia sito a metà di via Guelfa. Erano appena passate le nove di quel gelido mattino dell’ultimo giorno dell’anno e come al solito il conte era intento a consumare la colazione [...] Maurilio Magistroni 7 responses 9 novembre 2012
  • Memorie fluttuanti di Rita Parodi Pizzorno Da “Angelo e il suo violino” – Guardo il tuo volto illuminato dai capelli bianchi, tra sete e pizzi, ti mormoro con un fil di voce e un sorriso: ”Arrivederci Angelo, ci rivedremo lassù, in un’altra dimensione, ancora amici con l’affetto di sempre. Parleremo di arte e di poesia, citerai ancora Orazio e Catullo in [...] Rita Parodi Pizzorno 4 responses 1 novembre 2012
  • I Ciferi di Giovanni Guerra Capitolo I – La nascita- Tutto iniziò ventisette anni fa. Non avevo nessuna intenzione di venire al mondo poiché già allo stato embrionale sentivo odore di guai. Ho fatto di tutto per non nascere, ma dopo nove mesi e venti giorni di trattative e patteggiamenti, ho dovuto cedere. La mattina mi piace dormire e così, [...] Giovanni Guerra 8 responses 3 luglio 2012