• Ritratto Sola nel cerchio (proiezione d’ombra o di luce?) mi raccolgo come gatto si cinge della coda e suggella il mistero d’invalicabili spazi Lidia Colla No responses 16 febbraio 2010
  • Rimescolo i sogni Stasera rimescolo nella mia mente i sogni con i giochi della vita, quando diventavano sempre più pericolosi, e m’incammino per mete sconosciute, in mezzo alla neve che gela le mie lacrime. Ho rimosso il nome di quel posto, ma ricordo un volto amico vicino alla pensilina, un odore di intensi pensieri, rimasti lì in fondo [...] Rosanna Affronte No responses 23 novembre 2009
  • Solitudine Ubriacati solitudine! Bevi dalla tua coppa di cristallo e Addormentati con i gomiti Sulle mie tempie. Ti cambierò il bicchiere Te, il mio sogno Dove mi sembra di non essere mai andata O forse mai tornata… Mi cerco e mi ritrovo al solito bivio Dove mio padre mi lasciò per la prima volta Con gli [...] Manuela Pana 6 responses 17 maggio 2009
  • Inverno Ancora verranno nei mattini d’inverno nebbie di fiume su albe di acquerello passi distratti e assonnati sotto i portici a respirare l’odore della notte. Camminerò lungo le ore vuote cercando il tuo volto tra i passanti e sognerò di incontrarti sopra il ponte per raccontarti la mia malinconia. Poi siederò ad aspettare il tuo ritorno [...] daffodil 9 responses 9 settembre 2008
  • Non c’è amore più grande La notte qui è dolce e tiepida, le foglie del castagno della chiesetta di fronte si stagliano contro il profondo blu del cielo. Mi basta tendere la mano per toccare simbolicamente il cielo e sentirmi amata, come per altri basta sfiorare la spalla della propria anima gemella. Sento scendere su di me una grande pace [...] Laura T.Parravicini 7 responses 14 maggio 2008
  • Orgoglio Udiva quelle parole, e lo stava a guardare, attonita, stordita. Lui diceva quello di lei. Lui quello pensava o diceva solo per ferirla, o tentava così di alleviare la sua stessa rabbia? Parlava di lei o di una che non conosceva, aveva conosciuto lei o quello che lei non era? Lei lo guardava e non [...] Teresa Carere One response 6 marzo 2008
  • Ho pianto Benché non sia il fiume a rientrare ma il passo che a stento torna nelle stanze del vuoto, ho ascoltato, le voci dissipate dal tempo sui binari, di un attesa fuggita via nell’affanno di inseguire, uno sguardo, una mano, nella nebbia del mio respiro sul vetro dei domani voli, di silenzio scivolano dagli occhi, e [...] Nunzio Buono 6 responses 30 gennaio 2008
  • Alla Musa Da un libro spoglio d’anima ti trassi, e provai quella gioia fiabesca che da noi non si sa chiamare con alcun nome Corrado Cancemi 7 responses 13 gennaio 2008
  • Ma siamo… Ma… siamo… … pur sempre… siamo… pronti a raccogliere arcobaleni e a viaggiare su essi come colorati aquiloni che non temono il vento e sfidano il blu dell’immenso Giusy Maugeri sorriso58 13 responses 24 giugno 2007
  • La fuga I sogni diventano lividi all’alba La loro dolcezza svanisce col sole Col buio ogni lucciola sembra una stella Col sole tu scappi lontano da me La notte ti strego, lo sento, sei mio, Ma al sole mattino già scappi lontano… Per tutte le volte che siete scappati Vorrei solamente capire il perché Cosa faccio, cosa [...] Fata Matta 10 responses 19 febbraio 2007
  • [Haiga] Penso al passato  – sembran diversi i sogni – Perduti amori Etain 7 responses 19 gennaio 2007
  • L’inverno alle porte Ombre sottili agguantano il sole di un lancinante mattino. Sarà il vento del nord nella tua voce che gela il mio sorriso e nei miei passi ho nascosto un addio. Guarda, mi hai raggiunto appena che già la nebbia ci scivola addosso separandoci con tacita coltre. Così attendo il tuo volo migratore su me. Oltrepasserai [...] Adelaide_Spallino 10 responses 17 dicembre 2006
  • Differenze… E scrive lettere… come un secolo fa. O forse è meno di un secolo, ma così le pare. Per quanto, ora vi è una differenza:  scrive lettere che non verranno mai lette dal loro destinatario. Viene da chiedersi perchè scriva. Dove risieda il senso di tutto ciò. Chissà… Forse è folle. Di una follia sottile [...] arsomnia 10 responses 5 dicembre 2006
  • Volo sospeso Appeso al filo dell’esistenza il volo d’un’anima pare sospeso, come una poiana sulla corrente ascensionale. Le corolle di Vincent occhieggiano verso oriente, in attesa. E i pensieri ora esplodono in voli improvvisi. Non candide colombe, corvi neri oscurano l’orizzonte. E picchiano col becco adunco  su ferite vecchie, e nuove. E’ lunga la notte. E’ come se l’alba [...] mieleamaro 3 responses 29 novembre 2006
  • Cicatrici Gelido inverno indifferente brucia rosse labbra d’estate schiuse Cicatrici insoddisfatte a vestire i labili sprazzi di vita FrancyBlog One response 29 novembre 2006
  • Black hole Guardo l’ombra del tuo sorriso dentro al mio cuore, nel vento del silenzio che accompagna la sera; e scrivo ancora, senza pretesa, cosicchè la notte si faccia carico anche di queste poche parole in catena, legate al capo di filo che mi appartiene. E vivo, come se i giorni non esistessero. Risucchiati dall’esistenza stessa. arsomnia 5 responses 23 novembre 2006
  • Cavalcando sogni Alla notte mi abbandonoe a briglie scioltecavalco il sogno:laghi di lune annegate,dune dal vento smosse,alture illuminatedi neve ammantate,attraversando forested’emozioni.Quelle che mi nego,consumandomi.Perchè vi sono ragioniche il cuore non conosce? arsomnia 10 responses 8 novembre 2006
  • Non è nulla non è nulla solo passi d’autunno che risuonano con passo funebre non è nulla solo foglie morte a celebrare l’ineluttabile destino non è nulla suono di pioggia che rapisce i sensi assopiti non è nulla ritmo monotono, ipnotico, che uccide l’ardore non è nulla solo cielo che si prende gioco di me non è nulla [...] bySoleLuna 2 responses 22 ottobre 2006
  • Cinque frammenti di un delirio Giornate vuote nell’attesa di un momento. Lacrime nascoste in ore disperate. Cosa c’entravi tu nella mia vita? Eppure sei entrato, piano piano, come un’infiltrazione, neve che si scioglie sul tetto e penetra nei muri, lasciando umidità e rabbia. Ma avevo bisogno di quel dolore, per evolvere da me stessa. Notti insonni nel desiderio, giorni nervosi [...] mynona 6 responses 18 ottobre 2006
  • Irrequieto vivere La sera è giunta sulla spiaggia. Sugli scogli erosi dalla salsedine. Sulle barche ormeggiate. E’ tardi ma l’importanza del tempo è relativa perché il buio mi abbraccia imprigionandomi. Cammino sul bagnasciuga. In un tramonto oramai lontano alla ricerca di un posto in cui trascorrere la notte. Fantasma dai mille volti. Tutto fugge come l’amore e [...] Fantedicuori67 4 responses 24 settembre 2006