Chiusa in una gabbia di cristallo
il tuo rifugio
la tua prigione
guardi la vita là fuori:
cielo azzurro
fiori multicolori
gocce di rugiada
accarezzano
foglie d’edera
che si arrampicano fino al cristallo.
Fuori
la vita scorre
lenta
uguale
inesorabile.
Miriadi di coccinelle rosse
moltitudini di farfalle blu
quantità interminabili di fiori di campo
scrutano la tua prigione
ringraziano il cielo
di poter accarezzare le nuvole
proteggendosi da te
e dal tuo triste stato.
Un fievole arcobaleno sboccia d’improvviso
irrompe tra i fiori
spezza il tuo rifugio di cristallo.

Paura.

Una paura chiamata libertà,
di essere
di soffrire
di gioire
di vivere.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

6 thoughts on “FARFALLA NERA

  1. Bellissime immagini, bellissima poesia. Anche la libertà, a volte, intesa come vivere la vita in tutte le sue manifestazioni, può fare paura. Ma non dobbiamo averne, dobbiamo liberarci dalla prigione che ci attanaglia l’anima e spaziare liberi nel cielo infinito. Ho colto il senso della tua poesia? Ti invito a lasciare un commento al mio blog appena nato nel ‘Blob degli autori’ al nome Lenio Vallati per il mio racconto ‘Profondo mare’. Credo che condivideremo insieme molte idee ed emozioni.

  2. Mi raccomando, quando vieni a postare qui, per favore, leggi e commenta anche le opere degli altri autori.

    Ti ringrazio di cuore per la tua partecipazione e ti invito a leggere le Regole per partecipare al Blog degli Autori. Sono solo quattro: CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine