• Quando finisce un amore Sentendoti come quando ci si sveglia da un dolce sogno, ti sei chiesta perché era così immensa quella notte. E la piazza e il cielo erano come un disegno pieno di dolci ghirigori, i più dolci che hai mai tracciato. Leggi tutto e commenta nel Blog Manuale di Mari Robert No responses 18 dicembre 2010
  • Eco Portami fino agli estremi di un sogno! Forte, Caotico, Un po’ passionale. Spogliami tanto Da far trasparire Il mio orgoglio Di acqua e di sale. Taglia la carne Un tuo ricordo, Suono di flauto Incanta serpenti, Aggrovigliato, nel tempo, Sul carro, Porto il tuo amore Appeso ai denti. Fammi vibrare, Brivido a stracci! Calchi di [...] Manuela Pana No responses 3 agosto 2009
  • Fonte Ti ascolto sempre attentamente Dea mia, Ti seguo perenemente Come folle, Ti accompagno al tramonto Per poi… Ritrovarti all’alba, Ti regalo le mie giornate Inopinabili Dove ti nutro di silenzi saldi, Mi fai sentire diversa Quando mi confronto E mi affronti Di petto. Sei la musica Della mia esistenza Fugace Fonte dell’essenza Concentrato di pensieri [...] Manuela Pana 4 responses 29 maggio 2009
  • Solitudine Ubriacati solitudine! Bevi dalla tua coppa di cristallo e Addormentati con i gomiti Sulle mie tempie. Ti cambierò il bicchiere Te, il mio sogno Dove mi sembra di non essere mai andata O forse mai tornata… Mi cerco e mi ritrovo al solito bivio Dove mio padre mi lasciò per la prima volta Con gli [...] Manuela Pana 6 responses 17 maggio 2009
  • Inverno Ancora verranno nei mattini d’inverno nebbie di fiume su albe di acquerello passi distratti e assonnati sotto i portici a respirare l’odore della notte. Camminerò lungo le ore vuote cercando il tuo volto tra i passanti e sognerò di incontrarti sopra il ponte per raccontarti la mia malinconia. Poi siederò ad aspettare il tuo ritorno [...] daffodil 9 responses 9 settembre 2008
  • Sotto il cielo di dicembre   Sotto il cielo di dicembre fra illuminate strade e addobbi colorati gente distratta e indaffarata volti che si sfiorano muti senza vedersi Traffico impazzito in mezzo alla città  che frettolosa incede su marciapiedi festosi fra vetrine scintillanti A passi lenti cammino avvolta in un dolore pungente più del gelo cercando di te un’impronta una [...] GiardiniDiMaya 4 responses 20 dicembre 2007
  • Impalpabile vertigine Nella mente dell’arcobaleno naufrago dopo il temporale, come un Tristano del sogno, senza vele bianche nel porto atteso, ma una canzone disperata del cuore che riecheggia all’infinito, dove la vita e la morte coincidono. Un polìboro volteggia acuto nel mio sprazzo di cielo occidentale, impalpabile vertigine per un’anima condannata al letargo… La notte dello spirito [...] Maria Cecilia Camozzi 4 responses 20 dicembre 2007
  • Primule sotto il fogliame Primule gialle spuntano tra il fogliame secco. E innocenti sorridono al tepore del sol levante. Eccolo, il bosco si risveglia: colori, profumi, primi passi… Intanto io, proprio io, amore… ..muovendo gli ultimi passi m’assopisco sotto il fogliame. Mentre tu, proprio tu, amore… …calpestando primule gialle noncurante ti scordi di me. IrinaP 7 responses 2 agosto 2007
  • So far from my arms – amarena Sono Giulia, ho ventotto anni, un lavoro precario in un call center e una laurea appesa al muro… in caso dovesse venire qualche ospite. Oggi devo proprio fare la spesa, la dieta “forzata” dal mio magro stipendio, non mi calza. E’ una bella giornata, ho voglia di vedere viali alberati e afferrare aria pulita. Dovrei [...] Querisia 6 responses 15 novembre 2006
  • E così addio… E così addio… Un libro da continuare, un capitolo da terminare. Tante le cose da fare. Gonfiando il petto ti ho chiesto aiuto. Nessuna risposta al mio richiamo. Così ti ho detto addio… e nel tiepido respiro delle parole l’ultima pagina di quel capitolo, finalmente concluso, s’è voltata mostrandomi fogli bianchi e nuove mete da [...] FrancyBlog 14 responses 3 novembre 2006
  • Arte tramandata al figlio… …solo… senza un uomo importante un uomo che ti dava tutto,  che suonava, che cantava, che ti ha insegnato a parlare, a camminare, a amare.. poi però se n’è andato… senza avvisarti, tu sei rimasto solo, senza l’uomo che saresti divenuto, senza un amico, un maestro, senza un padre… una sedia libera al tavolo, un [...] Ahirin 5 responses 4 settembre 2006
  • La sfida.. La tua voce rimbomba nella mia mente: un esule, debole, rauco suono che chiama, che urla, che ama, ch’eccheggia nell’aria, che tumulta la mia vita… gli occhi si abbassano, la voce canta doloranti note, il corpo cammina vuoto, torturato, ranco, il tuo passo urla, la tua mente si disfa; lei ti prende l’anima, e il [...] Ahirin 3 responses 4 settembre 2006
  • promesse giganti ascoltando "No More I Love You’s" nel sottofondo   Promesse giganti   Che fine faranno tutti i giuramenti ? Quei Ti AMO gridati ai quattro venti ? Se poi emergono solo dei lamenti ? Con rotture x sempre belligeranti ?   Domande che trovano solo rimpianti Quel volersi fermare o andare avanti Intanto trascorrono i nostri bei tempi Laciandoci [...] EdoEleStorieAppese 3 responses 1 settembre 2006
  • Luce Luce con me Vorrei qui, luce tutta la luce del tuo cuore che consuma, infinita, quella delle parole Sei tu la mia vera vista e quando non ci sei io son cieco Senza pace senza amore scivolo nell’oscurità I tuoi occhi. In loro mi specchio. Da loro mi affaccio sul magnifico chiostro dell’anima. Da quelle [...] Redazione 9 responses 31 agosto 2006
  • Cane Ieri Occhi su su foglie cadenti dai colori del tramonto Fiocchi di neve tra carte lucenti e nastri colorati Giorni felici tra fiori e farfalle. Oggi Strada desolata solitudine su maciapiedi vuoti e fari accecanti. Sento ancora il tuo profumo mentre muoio di fame di solitudine Muoio per te. Abbandonato da te che ho amato [...] StregaLunare 4 responses 1 agosto 2006
  • evening storm labile e stanco nota il cuor l’intreccio d’ali .. le tue ali, le nostre ali .. un volo lento tra sentiero e vita .. volo in salita ..  rotta infinita ..   luci e colori scorron veloci è il giorno che muore .. suoni e  rumore  son qui compagni spenti quegli occhi solingo il cuore parla .. è [...] voiceofsilence 7 responses 1 agosto 2006
  • Di sera Ho atteso te come la più bella delle albe in cui potermi risvegliare. Paziente. Chiara. Ho atteso. Ora sono qui, seduta all’ombra di ciò che mi resta. E stanchezza  mi prende e mi porta via  dal mio tempo ancora giovane. All’ombra di ciò che mi resta. Parole felici d’essersi smarrite per cercarti. Piccole cose che [...] Adelaide_Spallino 11 responses 31 luglio 2006
  • Piccolo Lupo Piccolo Lupo vincitore del premio La Libreria, sul sito www.pennadoca.net, come miglior racconto nel mese di Giugno 2006 Antenato, io ti prego Antenato non lasciare che mi portino via. Il mio popolo ha bisogno di me ed io di loro… Crow Dog   Mi piacerebbe potervi dire perché quello che vi narrerò, accadde in quel [...] eufemiaG 4 responses 30 luglio 2006
  • Per Te, soltanto per Te Come goccie di rugiada i tuoi occhi plendevano. Profondi come la notte racchiudevano stelle di rara bellezza. Ora lacrime, come emoraggia percorrono i profili del tuo viso. Inerte ad ogni piacere, flessibile solo al pianto. Ho cercato di curare, con dolcezza estrema il racncore che ti avvolge, che ti comprime le vene . Per te [...] Adyta 8 responses 27 luglio 2006
  • Vivendo Si può morire vivendo senza emettere suono alcuno: unica sensazione un dolore al labbro sinistro e un minuscolo fiore rosso sulla mano. L’occhio sferico osserva la zona d’ombra del corpo morto. Briciole lasciate da un amante distratto scricchiolano come mosse da Dio. Si sono prese la mia vita. Mi domando, se le ciliegie matureranno [...] dgtqui 6 responses 22 luglio 2006