menu Menu
25 articles filed in
Libri sotto l'Albero 2012
Pagina precedente Prossima pagina

Il metodo di Rosa e Carolina Agazzi di Francesco Altea

Dalla Premessa – Mettere in rilievo i processi educativi seguiti negli asili infantili, così come venivano concepiti dalle sorelle Agazzi, Rosa e Carolina, contraddistinguendoli da quelli facenti capo a tanti altri metodi, tra i quali, ad esempio, quello della Montessori, e inquadrarli nei canoni dell’educazione attiva che, tra la fine del Diciannovesimo secolo e l’inizio […]

Continua a leggere


La ragazza del treno di Federico Fontana

Dalle prime pagine – Ci sono momenti in cui la vita sembra ristagnare, in cui gli eventi che segnano il nostro cammino sono incanalati verso una direzione già tracciata. Poi un giorno, improvvisamente, può capitare che quel cammino cambia rotta. Un viaggio, un incontro casuale ed eccoci su una nuova strada, sconosciuta e misteriosa e […]

Continua a leggere


Silenzi d’amore di Caterina Guttadauro La Brasca

Con la valigia in mano, mi sentivo un’emigrante che tornava a casa. Ogni pietra di quella facciata, per me, aveva impressi, come calchi, un viso, un sorriso, un pianto. A tenerle unite era stato l’amore che, come il cemento, aveva reso saldi i pezzi delle nostre vite. Entrai e cominciai a salire i gradini di […]

Continua a leggere


Il nuovo sistema di Guido de Eccher

Capitolo I – Di normalità si cominciò a parlare poco dopo che si fu insediato il nuovo governo. Pareva che quel termine si attagliasse perfettamente alla caratura politica e anche morale del nuovo premier. Il suo discorso alla Camera in occasione del voto di fiducia fu tutto improntato, per la verità, più sul termine “normalizzazione” […]

Continua a leggere


Il silenzio dell’anima di Adalgisa Licastro

Dal Capitolo I – Sario era solito portare con sé quella strana carriola che fungeva d’armadio; servendosi di un bastone, vi aveva legato due appendipanni: uno per il suo cappotto quando era estate, l’altro per l’abito nuovo che teneva in serbo da quando zio Domenico, buonanima, glielo aveva fatto cucire. Aveva trovato quel carrello fuori […]

Continua a leggere


Piccola blu di Adalgisa Licastro

Capitolo I – «Alibranda, Alibranda!! Non ci senti! Mi sgolo a chiamarti e tu non dai segno di vita!» urlò Janette, ormai fuori di sé. Da qualche tempo era particolarmente irascibile, ma quella sera era, a dir poco, intrattabile. «Che succede, signorina?» rispose la donna con voce affannata. In poco più di vent’anni aveva fatto […]

Continua a leggere


I prati della mucca pazza di Giorgio Bianchi

Studi classici. Matematica arrogante. Antipatie. Il fascino della filosofia – Il ragazzo era seduto in soggiorno di fronte al padre. Aveva un atteggiamento deciso mentre giustificava la sua scelta. «No, a me non piace. La matematica non la capisco. Faccio già fatica adesso nella scuola media. Se non avrò il massimo dei voti, sarà proprio […]

Continua a leggere


Girotondo intorno a noi di Nadia Meriggio

Una birra in compagnia – La partita ha inizio – Una partita di pallapugno si compone, al massimo, di ventuno giochi. La prima squadra che arriva a undici vince la sfida. Le fasi in cui si divide una partita mi fanno pensare alla storia della nostra vita: dapprima si posizionano le “cacce”, cioè si fissano […]

Continua a leggere


Il giardino degli dei di Nadia Meriggio

CAPITOLO VIII – La tortura mentale – Fui distratta dalle mie constatazioni dall’aprirsi della porta ermetica della cella. Entrarono Caio Serpido e due guardie. “Oggi visita oculistica. Il sorteggiato è il numero 547921” esordì perfidamente. Gli altri si guardarono tra di loro per scoprire, dalle reazioni del volto, di chi si trattasse. Io mi astenni […]

Continua a leggere


Il respiro dell’anima (Suggestioni da Pessoa) di Wilma Ambrosio Ruccia

I – Considero la vita una locanda ove fermarsi per la diligenza verso l’abisso. È una prigione? Forse solo una stanza, dove altri fan, conversano in attesa… Seduta sulla porta occhi riempio, orecchi di colori e suon di paesaggi… Canto, sol per me, vaghe canzoni. Per tutti una diligenza arriverà scesa la notte… Godo la […]

Continua a leggere


Preludi a mezzogiorno di Alessandro Roggero

Preludio n. UNO – Dietro il carro della sera che cigola lentamente ci sono cinque voci di cani legate. Per ognuna una vena si rompe nel collo degli alberi. Di là c’è il mare e una barca che scia nella luna. Voglio essere anch’io come la foglia che si sospende o il sasso che rotola […]

Continua a leggere


Poetando Pessoa di Vincenzo Mercolino

Cometa – Dentro di me c’è una finestra affacciata sulle stelle. Qui attendo una cometa per seguire la sua scia ed abbandonarmi all’infinito. *** Richiesta Cosa altro potrei chiedere al destino se non il tuo sorriso, per avere ciò che basta al mio sogno ed al mio sostegno, al mio scrivere ed al mio vivere. […]

Continua a leggere


Se fossi lei di Claudia Piccini

Mentre salivo, contavo gli scalini. Sono settantadue, alti e stretti, quasi una scalata in alta montagna. Sentivo i battiti accelerare. Il tassista mi aveva lasciata vicino all’angolo, proprio accanto al parco dei Castagni. Non conosceva la via, avevo dovuto indicargli la zona. 125 euro. L’uomo mi guardava strano, forse perché indossavo un tailleur grigio scuro […]

Continua a leggere


Il Vangelo secondo un poeta di Serafino Schipani

Il Creatore – Alita Iddio la sua presenza sulla lacrimevole vita e diffonde misericordia come il sole la luce. *** L’abbrivio Amava guardare le stelle Abramo adagiato sulle dune nelle limpide notti d’oriente. Intuiva nella volta celeste la presenza di Dio e udiva nell’immane silenzio la sua voce tra gli astri, voce inaudita che prometteva […]

Continua a leggere


Il frullo della libellula di Mario Rusca

Eco d’amore – Gracchiava nel suo nero il corvo sulla neve e tu assorbivi luce dal sole di gennaio. Larici ancor spogli razziavan pensieri da cobalti di cieli. Interrogai i silenzi… Dai boschi della Miara evanescente l’eco di ritrovato amore. *** Sotto la neve primule Nel bianco della neve d’un giorno di gennaio su sci […]

Continua a leggere


La tua strada è la mia di Maria Bruno

PROLOGO – Il gatto appisolato sullo scialle, schizzò via come morso da una tarantola, ai primi inquietanti segnali, facendo rovesciare il catino dell’acqua che  si riversò lungo la stanza. L’uomo balzò a sedere, cercando di mettere a fuoco il volto della donna stesa  accanto a lui, attraverso la luce che filtrava dalla strada; questa aveva […]

Continua a leggere


Il copista di Riccardo Alberto Quattrini

Il campanello sopra la porta risuonò con quel suo tipico timbro di biglia caduta ma subito controllata nella sua discesa. «Vengo!» disse una voce proveniente dal seminterrato «un attimo!» ripeté mentre prendeva tre grosse risme dallo scaffale e le sistemava sulle braccia. Prese a risalire la scala a chiocciola che divideva il locale inferiore da […]

Continua a leggere


Chi ha conosciuto Bosco Nedelcovic? di Samideano

Un appello impastato di nostalgia e di speranza, una sorta di preghiera a ignoti, riecheggiò su internet per un tempo esteso, lanciato da un signore sconosciuto a Facebook: un certo Samideano. L’appello costituisce, per cosi dire, l’incipit della storia che qui si narra, e pertanto lo riportiamo fedelmente. Eccolo. Molti anni fa, quando ancora il […]

Continua a leggere


Assenza giustificata di Donatella Appoloni

Punto e… – 30 giugno 2009 – Non è possibile, incredibile, non è da me, neppure adesso riesco a commuovermi. Era un momento che aspettavo come l’effettiva, la definitiva conclusione, l’ultimo Collegio docenti… l’ultimo della mia vita… i ringraziamenti della Preside… l’applauso dei colleghi… il mio discorso di commiato… E invece non una lacrima (alle […]

Continua a leggere


Se te fùse morto ‘n màe di Amilcare Mario Grassi

Perché mamma quel ridere buio – Perché mamma quel ridere buio di marmi il freddo nel sentire? Non era di carne il tuo toccare donna strappata bambina ai sogni e alle voglie e io bambino senza colori a cogliere presto del vivere lo sparire i corvi neri sopra ai tuoi occhi. Perché nè mà kór […]

Continua a leggere


Maremàje di Anita Piscazzi

Nella parte più nera di me c’è il sud – Nella parte più nera di me c’è il sud quel sud da raccogliere come si fa coi granchi quando c’è risacca e il vento spolvera nude braccia e nude mani. Potrei donarti solo le stagioni nostalgiche quelle che si colorano come i limoni sfiancati al […]

Continua a leggere


Cascata di luce nel cuore di Anton Nikë Berisha

Desideravo catturare l’esultanza della luce – Impara a vivere nel tuo spirito, in esso scoprirai un mondo intero. FI. TJUTÇEV – Sulla scia dell’alba dei giorni cullavo la sete della vita come madre Drane (1 ) con me sulla culla – miraggio di bianchi sogni. Il calore del sole ricamavo con la lucentezza delle stelle […]

Continua a leggere


A tuo padre di Antonino Chiaramonte

Correre per poi aspettare… – Il progresso, la modernizzazione, lo sviluppo, i tempi, i ritmi, lo stress, il telefonino, il videofonino, internet veloce, macchine veloci, atleti troppo veloci, satelliti, missili, collegamenti in diretta, subito, adesso, presto, veloce, di fretta, più in fretta, di più… ancora di più… ancora più veloce. Mah, vedo che sei malato […]

Continua a leggere


Riflessioni su l’uomo e la società di Giovanni Manzo

C’è un futuro per l’uomo e l’umanità? – È sensato immaginare un futuro illimitato per l’umanità e per l’uomo? Pensiamo subito a un prolungamento illimitato della storia umana attraverso la rigenerazione della specie, così come l’uomo singolo si proietta nel futuro con i figli e i propri discendenti. Diamo per scontato un limite temporale ravvicinato […]

Continua a leggere


Palpitanti emozioni di Giuseppe Sciascia

Maledetta chiave – Correva l’anno 1970. Erano le ore diciannove di una tiepida giornata primaverile, le ombre si allungavano, cominciava a imbrunire. Nella pista di pattinaggio e nel parco giochi, ricavati in un’area verde tra alberi secolari di varie essenze, alla periferia della città di Bonsur, capoluogo di una vasta provincia di una nazione del […]

Continua a leggere



Pagina precedente Prossima pagina

keyboard_arrow_up