• Bastoncina Era una delle stelle più piccole del firmamento. Ogni notte illuminava il buio profondo del cielo con le altre stelle, e la sua luce, anche se piccola, era tra le più splendenti. Un giorno, dopo aver attraversato nello spazio una tempesta di onde magnetiche molto violente, iniziò a sentire alle sue punte dei dolori che [...] Timur Lenk 2 responses 19 gennaio 2011
  • Vita sfuggia Chi di noi non inventa sui ricordi coreografie di colori sulle note di una musica suadente e indimenticabile? Emozioni e sensazioni intense per seguire la voce dell’anima… Silenzi per sognare i ricordi più dolci quando uno sguardo profondo sul senso del vuoto e dell’assenza, ci accorgiamo che dentro il cuore e tra le mani c’è [...] Genoveffa Pomina No responses 12 gennaio 2011
  • Natale 2010 …e ancora mi chiedo il perchè di tanto affanno nel rinnovare apparenze per rammentare una Nascita, indelebile segno dei nostri ieri del presente e del divenire. …Betlemme è sempre più lontana, il vento di Giudea non soffia più sui viaggi convulsi della dimenticanza. …andrò oltre il tempo frangendo muri di storia per udire, come l’umile [...] Mariarosa Lancini No responses 11 gennaio 2011
  • I capelli degli angeli Li chiamano capelli d’angelo quei fili argentati che a Natale coprono le spalle degli abeti. Ma i volti, gli occhi dell’innocenza soffocata dal dolore dove si nascondono, perché non hanno quella luce perché non entrano nei cuori e nelle case? Forse non vogliono, forse ci aspettano nei boschi tra le nebbie dicembrine nelle trine ricamate [...] Sandro Angelucci 5 responses 11 gennaio 2011
  • La bottiglia di vino, il ladro e l’io ritrovato 1968, da poco laureato, ebbi in dono una bottiglia di vino pregiato. Un mio vecchio e vero amico degli anni universitari sapeva che apprezzavo il buon vino. Se ne ricordò e alcuni mesi dopo la laurea me lo vidi arrivare. Aveva difficoltà economiche nel proseguire gli studi. La famiglia aveva avuto dei problemi dopo la [...] Emidio Parrella One response 11 gennaio 2011
  • Inno alla vita Si aspetta trepidanti che giunga il Nuovo Anno come se fosse un bimbo per tanti mesi atteso. il passato s’accantona come una cosa smessa, cercando di scordare quello che ci ha deluso giornate ormai lontane, portate via dal tempo, come se fosse vento che fa volar le foglie. S’accoglie l’Anno Nuovo che avanza trionfante tra [...] Anna Maria Campello No responses 11 gennaio 2011
  • Favola sulla vita All’improvviso un pò di luce. Sento freddo. Ma prendo forma. Esploro con la mente il mio corpo, sono composto da tante punte, sono sottile sottile. All’improvviso precipito! Sono così leggero che inizio a volteggiare sospinto dal vento. Guardo in su mentre lascio la mia culla di morbida nuvola. Se guardo in basso sono tante le [...] Marina Andruccioli No responses 11 gennaio 2011
  • Le cose perdute Nel tempo le cose perdute mi ritornano alla mente, nuove tirate a lucido, nitide. D’imperio si presentano nude senza retorica, immagini conosciute nelle forme, affettuose nei ricordi … Seguo con le dita i contorni le accarezzo le bacio con il pensiero, annuso l’odore insistente che viene da lontano le assaporo con la bocca e mordo [...] Cettina Lascia Cirinnà One response 10 gennaio 2011
  • L’amore in un caffè Trovai l’amore appiccicato sul tuo viso di creatura indaffarata quasi per caso in un caffè alle sette di una sera Le auto correvano veloci sfidando gli incroci cittadini La gola irritata dallo smog venticinque sigarette andate in fumo Pioveva fuori ti guardai Sull’uscio un accattone malediva il suo destino *** Immagine: About Love di Irene [...] Simone Scala No responses 10 gennaio 2011
  • La mia rosa spina Un cespuglio di rose bianche mi aspettava ogni domenica mattina all’ingresso della casa dei nonni. Era un groviglio di rami, foglie, petali e spine. Lo guardavo ammirata perché, anche se fiore selvaggio cresciuto ai bordi di una strada di campagna, aveva una straordinaria forza che solo gli esseri indipendenti posseggono. Immaginavo la sua lotta con [...] Renata Maria Lucarelli One response 10 gennaio 2011
  • Filastrocca degli angeli Rivela i tuoi desideri al vento che li rivelerà agli alberi che li sospingeranno attraverso le radici nel cuore vivente della Terra per risalire e tornare a parlare a un ruscello che parlerà al mare che li rivelerà al vento… *** Immagine: Angel di Abbott Handerson Thayer, particolare Gaia Ortino Moreschini No responses 7 gennaio 2011
  • Che fine hanno fatto le pecorelle? La mattina di Natale, all’alba quando ancora tutti dormivano, nel presepe di casa Rossi si scatenò un putiferio. Baldassarre si metteva e si toglieva continuamente il turbante tutto agitato, parlando con la pastorella venuta dalle colline seguendo la cometa, un angelo di terracotta non aveva idea di che pesci pigliare e chiamava Dio a gran [...] Margherita Bassi 2 responses 5 gennaio 2011