Lacrime

Come velo trasparente
solcano visi intrepidi
che scossi da oscuri
o gioiosi sentimenti
trasmettono sensazioni
ed emozione di vita.

Silenziose fluttuano
come onde in oceani
e si fermano su rive e scogli
su volti di amanti.

Dolce è l’apparire
in piccole creature
che dal calore materno
hanno staccato.

Liberazione dell’anima siete
e calore immenso sprigionate
su ciò che più amate
lacrime, mie dolci
e amorose lacrime.

Marsala, 13 marzo 2007

***

Oh donna

Ansiosa cercar ti vedo
un amore che li sfugge

Intrepida lottar ti vedo
contro ombre misteriose

E navigando tra onde tumultuose
raggiunto hai l’agognato amor

Ma la nostalgia di sentimenti cari
assalgono la tua flebile mente
e fuggir vorresti nell’oblio dell’amor

Lacrime di sofferenza scendono
dai tuoi dolci occhi
e come un aratro
solcano il tuo spaurito viso
che fisso nel nulla vede svanir
il trovato amore

Oh donna,
dolce creatura, non sfidare troppo
il fato che la gioia di vivere
ti ha donato.

Marsala, 29 marzo 2001

***

La tristezza

Squarciato è il tuo cuore
deserto vedono i tuoi occhi
stonata è la musica
inquieto vaghi
tra ombre oscure

Luci spente
sotto un cielo grigio

Nel buio della notte
ansie tumultuose
invadano i tuoi pensieri
sogni oscuri ti travolgono

Flebile appari all’orizzonte
oh speranza

Vorresti fermarla
vorresti prenderla

Ahimè fuggir la vedi

La tristezza nell’anima
ritornar rivedi.

Marsala, 27 aprile 2006

***

Raggio di sole

Come strale ardente annunci il giorno
e risvegliar fai la, natura
che assopita dalla, notte.
aspetta e s’irradia della tua luce.

Energia intensa propaghi
su prati immensi che rifioriscono
con variopinti colori
e volteggiando con leggera brezza
annunciano il tuo caloroso arrivo.

Profonda turbolenza
diffondi nell’universo
che inerme
si colora, di gioiosa armonia.

Tramonti policromati
ci regali
con figure sembianti,
ma evanescenti

Attoniti e paurosi ci lasci
quando con fragore escandescente
dal tuo guscio esci
e con tempeste infuocate
scuoti equilibri consolidati.

Marsala 2 aprile 2007

***

Dal libro Voglia di pace di Giuseppe D’Alberti, recensito da Nicla Morletti nel Portale Manuale di Mari.

© 2009 – 2010, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

30 thoughts on “Voglia di pace di Giuseppe D’Alberti

  1. carissimo peppe ho letto le tue poesie sono belle in particolare mi hai trasmesso emozioni gioie e tanta sensibilità chi ti conosce sa che sei speciale generoso sensibile e pieno di amore verso il prossimo. UN AFFETTUOSO ABBRACCIO GRAZIELLA.

  2. gioia, tristezza, amore. sentimenti che difficilmente ritroviamo nella nostra società fatta ormai di numeri. dove etica e morale non riescono a trovare più posto. grazie per aver rimosso questi sentimenti quasi ingialliti e per avermi fatto provare emozioni con i suoi versi. complimenti

  3. Un raggio di sole è profonda giosiosa armonia nell’universo! Sono perfettamente d’accordo. Dove non c’è un raggio di sole non c’è vita.
    Auguriamoci quindi… che la sua vita sia lunghissima per la salute e una libera fonte alternativa di energia pulita e sana per il mondo.
    Complimenti Franca fasolato

  4. Ciao D’alberti,
    adesso sì che posso commentare perchè certe cose, come lei mi insegna, si scrivono di ispirazione…e lei se è ispirato sembra scrivere abbastanza bene 😉
    Ogni genere di testo rimanda a qualcosa, reale e oggettivo o immaginario e soggettivo che sia, ogni testo rimanda a qualcosa. Poi ci sono testi come canzoni, quadri, film, libri, fotografie, poesi ecc. che talvolta possono sembrare perfetti per descrivere certi stati d’animo. “Quei testi in cui ti rivedi” perchè comunque il loro essere opere d’arte dell’anima, permettono e accettano anche un’interpretazione soggettiva…Più volte mi sono vista rincorrere un qualche amore – e non mi riferisco limitatamente all’amore inteso come l’altra metà della mela – ma amori di ogni genere. Più volte per raggiungerli, travolta da entusiasmo e passione, mi sono ritrovata a lottare contro i miei stessi errori, riconosciuti tali solo dopo aver passato del tempo a cercare delle soluzioni inesistenti. Più volte ho pianto, ho sofferto e ho provato tristezza per cose e situazione che in fondo, semplicemente, non erano destinate alla mia vita o che, purtroppo, dovevano essere accettate con serenità, una serenità che ancora adesso spesso mi manca. E’ quando ho compreso questo che ho capito che la vita non sarebbe tale se non fosse com’è e che la fortuna, il destino, la sorte che dir si voglia non vanno sfidate ma, semplicemente, vanno ringraziata per la gioia di vivere, e ancor di più per le gioie da vivere, che il fato ci dona. Ora, se leggo al tua poesia “Oh donna” mi convinco ancora di più della mia idea che uomini e donne siano molto più simili di quanto si possa immaginare…tu uomo, hai descritto l’animo di una donna come se quelle sensazioni da te attribuitele le stessi provando tu stesso.
    Io credo che ogni essere umano ha in se un genio, se questo è destinato a farsi conoscere, è solo questione di tempo.
    Un bacio grande
    Leda

  5. La poesia:un’unione di parole,un intreccio di pensieri,una stesura di emozioni….emozioni che vengono dal cuore e che nel cuore non vogliono rimanere….voglia di pace per me è un libro contenente la VERITA’,una verità che non tutti conoscono o che dimenticano con gli anni…una verità che permette di risvegliare in noi le parti piu sensibili….una verità che mette a nudo l’animo umano e che lo traveste a sua volta di ricordi e di voglia di migliorarsi nel futuro….voglia di pace esprime ciò che DOVREMMO cercare e ciò che DOVREMMO dare per un mondo migliore…penso che non ci sia cosa più bella nel donare un qualcosa ed esserne felici e penso che non si trovi gioia più bella in questa vita in cui la materialità purtroppo prevale….tenere gli occhi chiusi sarebbe troppo crudele,invece questo libro mette in mostra la nostra natura misera e colpevole e la possibilità,attraverso DIO,di poter fare cose grandi…cose che senza LUI rimarrebbero utopia….complimenti per il grande messaggio di pace per l’umanita…..ottimo libro e ottima persona 🙂

  6. Signor D’Alberti,

    Ho avuto modo di leggere qualche brano, trovo questa raccolta di poesie davvero interessante nella sua semplicità e di grande comunicatività soprattutto della vera essenza della vita. Continui così. Francesco Figlioli

  7. nei suoi versi si delinea enormemente una purezza d’animo assoluto!
    solo una penna pura può scrivere e fare emozionare.Trasmettere le proprie emozioni attraverso la scritture, nobili rime ed endecasillabi sciolti fa della sua arte una dolce melodia.Certe volte le esperienze nella vita tendono a cambiare come siamo dentro ma in realtà la nostra anima rimane intatta e attraverso la penna dimostriamo al mondo intero che siamo poeti.
    Per cui egr D’alberti penso che sia nella strada giusta dove sognare è ancora possibile un caro saluto vincentpeace

  8. CARO PEPPE,PER LA PRIMA VOLTA APPREZZO UNA DELLE TUE INNUMEREVOLI DOTI “LA POESIA” E VOGLIO DIRTI,CHE SONO DEI VERSI BELLISSIMI CHE TI CREANO PROFONDE EMOZIONI CHE TI FANNO RIVIVERE SENTIMENTI A VOLTE SPENTI,TI RIPORTANO ALLA MENTE RICORDI ORMAI QUASI SVANITI.GRAZIE
    COMUNQUE PENSO ANCHE CHE CHI TI CONOSCE PERSONALMENTE,RIESCE ANCOR DI PIU’A CAPIRE IL SOGNIFICATO DEI TUOI COMPONIMENTI E AD APPREZZARNE LA BELLEZZA.
    GRAZIE PEPPE SEI GRANDE
    GIANCLAUDIO

  9. Il senso della vita, mi suggeriscono le parole delle sue poesie. Un pensiero caldo, un’altro freddo! Dolore e speranza sono il sunto, a mio avviso, dell’emozione che mi ha trasmesso!
    Complimenti!

    Marinella (nonnamey)

  10. Caro Sig. D’Alberti,
    finalmente il suo grande desiderio si è realizzato e cioè quello di essere riuscito con le sue parole a dare forza a chi ne ha bisogno,
    a dare amore a chi non si sente amato,
    a dare un sorriso a chi si sente triste e
    a far scendere giù qualche lacrimuccia a chi si commuove leggendo le sue poesie!
    Non posso fare altro che augurarle di portare sempre nel suo cuore questo grande dono,
    che con una semplice penna e un foglio possa far nascere ancora tanti bei versi da dedicare a tutti i suoi lettori.
    E chi lo sa…magari un giorno, i figli dei figli dei suoi figli faranno la fila in libreria per comprare ” Le più belle poesie di Giuseppe D’Alberti”!
    Con immenso affetto, Giovanna!

  11. Cari lettori, con piacere sono qui a dirVi ” GRAZIE ” e che mi sento particolarmente lusingato nel leggere i Vostri commenti che, sinceramente, non mi aspettavo.
    Quando ho iniziato la mia esperienza di “poeta” il mio desiderio più grande era quello di cercare di suscitare sensazioni ed emozioni in tutti quelli che si sarebbero cimentati a leggere le mie poesie.
    Posso dire, leggendo le Vostre considerazioni, sia di quelli che già conoscevano i miei componimenti che di quelli che li hanno letti per la prima volta,che l’obiettivo è stato raggiunto.
    Se poi percepisci di avere risvegliato sentimenti sopiti nel profondo delle loro anime, dominate sempre più dalla quotidianità e dalla routine, allora mi posso ritenere più che soddisfatto.
    Vi posso assicurare che ogni Vs. messaggio non fa altro che emozionarmi sempre più ogni volta che lo leggo, tanto da spingermi a non porre fine a questa mia nuova esperienza.
    Per chiudere non posso fare altro che dirVi: “GRAZIE! GRAZIE DI CUORE “

  12. Caro Peppe,
    ho tardato a manifestare il mio pensiero perché mi sono beata nel leggere e rileggere i suoi versi che mi hanno coinvolta ed emozionata sempre di più ed in modo diverso.La sua tangibile sensibilità risveglia sensazioni,emozioni… ricordi. GRAZIE… semplicemente GRAZIE… “SEI IL MIGLIORE”

  13. Grazie per i tuoi versi che sanno arrivare diritti al cuore, suscitare emozioni e risvegliare sopite sensazioni, che la “velocita’” della vita molto spesso non mi permette di analizzare, apprezzare, gustare, anzi a volte le soffoca.
    Una tra le tante mi ha emozionato di piu’ “A Maria”, ricca di sentimento e di amore e di riconoscenza per chi ti e’ stata così vicina, alti e nobili valori trasudano dal tuo scritto.
    Continua…
    Che dal tuo cuore possano sgorgare ancora fiumi di parole e che con l’armonia che sai esprimere arrivino a noi come il profumo dei fiori, del mare e del vento.

  14. Monia Amato 02 settembre alle ore 20.36
    A Peppe:
    Uomo generoso
    uomo trasparente
    uomo sensibile alle avversità della vita
    uomo semplice
    uomo pieno di emozioni
    uomo triste per il mondo crudele che ci circonda
    Le tue poesie piene di sentimento penetrano dentro il mio cuore
    bisognoso di emozioni ( GRAZIE )
    Ma tu, come me, con tutte le tue forze
    riempi quel vuoto che c’è dentro di te
    con quelle emozioni che giorno dopo giorno ti regalano i tuoi cari.
    E ricordati che passa questa vita, passano i secoli…
    Ma chi ti ha amato veramente “NON PASSERA’ MAI”!!!!!!!

    Rosaria Vinci

  15. Leggere le tue parole mi consola…ispirazione di vita e d’amore! Tutto intorno mi costringe a pensare ad ostacoli insuperabili, ma poi bastano due dei tuoi versi per capire che è tanta la “Voglia di pace” che mi aiuta a superarli. Grazie Peppe, e complimenti di cuore per la tua raccolta.

  16. Ciò che tocca le corde dell’anima è universale. Bravo e grazie per “Speranza naufragata”. “…dolce madre natura che con armonia di colori mi hai mostrato oggi le tue creature…” “…improvvisa arriva una gelida lama Spezzata è una tenera vita…”. Hai espresso in versi ciò che non ho mai trovato le parole per dire. Purtroppo “Scorre imperterrito il tempo e nel silenzio della notte vedo la mia anima spegnersi pian piano…”. Spero di leggere ancora Tuoi scritti.

  17. versi scorrevoli, sentimenti ed emozioni dettate dal cuore.
    dolore, sofferenza e poi… poi un raggio di sole a portare luce dove c’è oscurità, serenità dove c’è tristezza.
    allora ti rendi conto che a volte basta poco…
    bastano pochi versi per alleggerire l’anima, per placare una rabbia interiore.
    continua a farti ispirare dalla tua musa, chiunque e dovunque lei sia.
    pf

  18. mi piace navigare su internet per scoprire poesie che parlino d’amore, d’amore sofferto e amore felice.
    Penso che la sofferenza susciti emozioni così forti da spingere un poeta a dedicare odi ad esso, così mi sono sentita tirata in causa da “Lacrime”
    “Oh donna ” e “Tristezza”, le ho sentite mie, come se qualcuno me le avesse dedicate.
    spero in un futuro prossimo di leggere tuoi versi che parlino di amore gioioso e lacrime che manifestano grandi sentimenti.
    buona fortuna
    p.f.

  19. Ci sono poche e piccole parole che se spese bene rendono meglio di ogni cura ai malanni ” parole con un senso o sensi di parole che portano altre parole.
    Con le parole ho costruito il mio rapporto con gli amici, con la mia ragazza, con i miei cari. Con le parole ho vissuto in tempi remoti viaggiando per spazi indefiniti e infiniti. Non finiranno mai le mie parole per esprimere tutta la gratitudine verso un uomo che con poche righe ha dato senso a tante note ascoltate da sordi ma con occhi coscienti. Note che messe insieme hanno una loro melodia, un loro verso legato ad un preciso motivo. Note che con melodia e suoni parlano di tutto, come solo tu sai fare. Semplici parole che penetrano nell’anima come frecce infuocate. Grazie per le tue poesie.

    1. conosco bene questi versi detti col cuore … confermo la loro importanza e do forza enfatizzandoli, cosi’ che possano alimentare sempre piu’ quel fuoco che emanato dal suo cuore arrivi a regalare a noi le sue emozioni piu’ forti..grazie ancora Giuseppe D’Alberti, un Esempio da seguire.. Grazie per tutto..

  20. Carissimo Peppe,
    ho avuto modo di leggere le sue poesie qui pubblicate, e ne sono rimasta affascinata..
    E’ davvero difficile trovare persone che,come lei,si trovano ad essere in armonia con se stessi e soprattutto riescono a trasmettere in maniera così dettagliata il proprio stato d’animo…
    Inizia così una delle sue poesie…” LE LACRIME”..:
    Come velo trasparente
    solcano visi intrepidi
    che scossi da oscuri
    o gioiosi sentimenti
    trasmettono sensazioni
    ed emozione di vita…[…]
    C’è chi dice che le lacrime non giovano a nulla e che molte volte si perda solo del tempo a piangere..Ma,a mio parere è grazie ad esse che ognuno di noi riesce ad esprimere, la gioia,la pena,il disinganno,l’amore,la solitudine,la sofferenza e l’orgoglio nascosto dentro..
    Le lacrime sono pezzi di anima, o meglio ancora,sono lo sciogliersi del ghiaccio dell’anima, come ben diceva “Herman Hesse”…
    A prescindere dalla loro causa, quindi esse non sono mai prive di significato..
    In conclusione,
    Le auguro di puntare sempre al meglio e di continuare a coltivare questo suo GRANDE E SPECIALE DONO… a ben pochi è concesso!

    CON AFFETTO, JESSICA…

  21. Caro il mio D’Alberti,
    come sempre ho pensato che ogni uomo o persona che sia in generale, abbia ricevuto un dono e quel dono, malgrado nascosto per molto tempo, un giorno decide di uscire allo scoperto, ribellandosi alla natura stessa dell’uomo fatto di parole gia fatte, passate di bocca in bocca ma, non sentite…Ebbene, quel dono Ama tutto cio’ che non è costrizione, o sapere esistenziale ma va oltre a tutto cio’ che prende spunto da una logica , da una storia gia’ elaborata.. Quel dono Si attacca a quello che non puoi né vedere ne toccare, né con mani, né con la mente, ma frutto di illogicita’ artistica si esprime e si nutre di pura emozione..emozione che oggigiorno appare sbiadita e lontana agli occhi di molti nostri simili diventati soggetti assorbiti da una societa’ che li rende Robot..
    Tu sei riuscito, come pochi, a fare un percorso contro corrente che ti ha portato lontano dal mondo in cui viviamo che abbiamo creato, fatto solo di congetture e frasi rimasticate, avvicinandoti sempre piu’ a quello che ormai da tempo è considerato superfluo, proprio quel superfluo che pero’ rende l’anima di ogniuno di noi viva e piena di vita..
    Con le tue poesie stai dando la possibilita di ricredere in qualcosa cui per molti e molto era stata considerata solo, parole messe in fila a formare una frase..Quelle parole ascoltate, invece, arrivano ai cuori di chi non ha piu’ orecchie per sentire , dando anche a loro la speranza che qualcosa di buono ancora in questo mondo esiste e vive.. basta solo esternarla per farla vivere…grazie per le tue melodie piene di vita..

  22. caro peppe,
    suscitare emozioni, rivivere nei ricordi, far sognare, è tutto quello che un poeta si prefigge nel momento in cui da vita ad un suo componimento.
    tutto questo è quello che mi è successo leggendo le tue poesie, notando però, una certa tristezza e un malessere interiore, dovuti sicuramente alla società che ci circonda e forse anche da una insodisfazione personale (?), conseguenza di una impotenza di fronte alla sofferenza e al dolore.
    abbiamo tutti voglia di pace, voglia di amare il prossimo e di essere amati, solo l’amore può sconfiggere il male del mondo e in attesa di un raggio di sole che illumini le nostre menti e il nostro cuore, ti auguro una lunghissima e fortunatissima carriera di poeta.
    p.f.

  23. Voglia di Crescere..
    Così inizia una delle tue poesie che veicolano emozioni ogni qualvolta si leggono i suoi versi.. La crescita è insita nell’uomo , tu ne sei una testimonianza tangibile , chi ti conosce lo percepisce giornalmente. Marettimo, da te scritta è la poesia che mi permette di sognare, distaccandomi un attimo dal giornaliero , trovando dei secondi di pace e serenità interiore , tutto questo grazie alle emozioni che i tuoi versi ci trasmettono e permettono di sognare. Chi non fosse mai stato su quest’isola
    riesce perfino ad ascoltare i suoni delle onde che si infrangono sulle rocce, immaginando di essere immersi in quel mare cristallino , portando con se quel saluto lasciato dal sole che si nasconde dietro la vetta dell’isola…..
    Ma grazie a Marettimo regali attimi di pace interiore e serenità…
    Continua a farci sognare un affettuoso abbraccio Gaspare

  24. Questi versi trasmettono un’associazione tra cose fisiche, immateriali e sentimenti.
    Mare, onde tumultuose, lacrime, dolci occhi ed emozione di vita, gioia di vivere e amore, parole che ben mensionate come Giuseppe D’Alberti ha fatto trasmettono in chi legge delle belle ed intense emozioni.

  25. DAI SUOI VERSI BELLISSIMI E DI VOLTA IN VOLTA ANCHE STRUGGENTI,TRASPIRANO TRISTEZZA E MALICONIA CHE,PER CHI LO CONOSCE PERSONALMENTE, CONTRASTANO CON LA SUA PERSONALITA’ SOLARE ED APPARENTEMENTE ESTROVERSA MA SEMPRE GENTILE, SINCERA E DIREI D’ALTRI TEMPI. IL SUO PROFONDO IMPEGNO MORALE E CIVILE CHE SI CONCRETIZZA SPESSO NELL’AIUTO ALLE PERSONE, DA SOLO NON BASTA A SPIEGARE QUESTA APPARENTE CONTRADDIZIONE, ANCHE SE DA L’INPUT PER CAPIRLO. E’ COMUNQUE UN UOMO PIACEVOLE MA LA PORTA DELLA SUA ANIMA STA A LUI APRIRLA, SOCCHIUDERLA O TENERLA CHIUSA E CHI LO SA CHE MAGARI IN UN PROSSIMO LIBRETTO, ATTRAVERSO LA SUA POESIA NON ABBIA VOGLIA DI FARCI FARE CAPOLINO NEL SUO ANIMO.

  26. Caro signor Giuseppe,
    mi sono commossa nel leggere le sue POESIE,perchè sono lo specchio dell’anima,IO,per esempio,mi sono rispecchiata in alcune di esse.BRAVO continui così.Tra le poesie lette,”SOLI”è Stupenda,ma come lo sono tutte le altre.COMPLIMENTI,e speriamo di leggerne altre.
    Un caro saluto

  27. ” Voglia di pace, voglia di liberta’ ” . E’ il ritornello di una canzone interpretata da un complesso negli Anni ruggenti del secolo scorso.
    Ma cos’e’ la pace ?
    La pace e’ il frutto della violenza.
    Perche’ essa nasce dopo violenti combattimenti (interiori e sociali) contro l’egoismo, l’indifferenza, il menefreghismo e l’ individualismo (esiste pure quello mascherato da socialismo : il peggiore).
    Voglia di pace, voglia di umanita’. Qui sta il segreto. Il segreto di Pulcinella.

    Gaetano

  28. Gentile Giuseppe,
    L’augurio più bello che possiamo fare ad una persona, è proprio quello di trovare la pace interiore, quella del cuore, quella dell’anima.
    A nulla valgono le cose materiali, le persone che ci circondano, gli obiettivi che raggiungiamo, se non siamo in pace con noi stessi.
    Tra le poesie qui pubblicate, “Raggio di sole” è stupenda, inoltre, “Lacrime” l’ho trovata tenerissima.
    Spero tanto di leggere l’intera raccolta delle Sue poesie.
    Intanto, Le faccio tanti COMPLIMENTI (anche per la scelta del disegno in copertina)!
    Un caro Saluto,
    Maria Grazia P.

  29. Carissimo Peppe, finalmente, ho trovato il blog. Complimenti !! Ho fretta di leggere il tuo libro.
    Sono molto fiera di Te, sai, Cugino mio !! Sei unico, sei un grande in tutto e per tutto e ti penso sempre.
    Ti mando il mio indirizzo per mail.
    A presto.
    Un bacione
    Monica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine