TRISTEZZA D’AUTUNNO

Se l’aria non fosse così fresca,
se i tuoi occhi non fossero così tristi,
questa sarebbe un’estate
da non lasciar fuggire, mai

Ma l’autunno è alle porte
e una tristezza inarrestabile
ha già invaso il mio cuore,
ha già velato i miei occhi

che, insaziabili, reclamano la vita.

***

LE ORE DELLA SERA

Vi è una malinconia
sottile, pungente,
leggera
nelle ore della sera

Le ombre scendono
a fugare la luce
del giorno,
a spegnere il tramonto

Negli occhi stanchi
scorrono lente
le ore del giorno
passate, non vissute.

È così triste la sera
senza una parola
di speranza,
senza luce nel cuore…

Lungo le vie della poesia di Edda Ghilardi Vincenti – Bastogi Editrice Italiana, 2011 – pag. 112

Il commento di NICLA MORLETTI

Edda Ghilardi Vincenti è sicuramente una delle voci più affermate e rappresentative del panorama della letteratura contemporanea. In lei tutto è purezza, bellezza, armonia. Sia attraverso le sue opere di poesia, sia di narrativa, il suo cuore canta con personalissimo discorso tutta la bellezza e la grandezza dell’amore e delle cose della vita. Vi è in ogni verso, in ogni suo scritto, come in questo libro dal titolo “Lungo le vie della poesia”, il richiamo dei valori immortali della fede, della speranza, dello spirito umano. E tutto è rivestito di luce e colori. E tutto è luminoso come il cielo, il mare, le albe parigine. Ariose immagini che danno respiro al lettore. Così la vita è un fiore che sboccia… Il segno dell’amore infinito di Dio per noi.

© 2012 – 2015, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

2 thoughts on “Lungo le vie della poesia di Edda Ghilardi Vincenti

  1. poesie molto toccanti. ghirardi vincenti regala a noi lettori le sue emozioni che sono come note di un violino che ci entrano nell’anima.

    katia

  2. Edda cammina ” Lungo le vie della poesia ” con liriche struggenti ( come ” Tristezza d’ autunno) o melanconiche ( quali ” Le ore della sera “).
    Ghilardi Vincenti sempre, comunque, ci regala quelle emozioni indimenticabili che vorrei leggere ( e gustare) fino in fondo.

    Gaetano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine