armonia-di-letizia

La notte ha calato la sua guancia nera sulla terra, la luna illuminata rischiara i bianchi mandorli in fiore, i ciliegi fioriti, le rondini assonnate, le gemme dischiuse e i giardini profumati. Le stelle più giovani danzano nel cielo attorno alla polare, mentre le altre rigorose disegnano l’orsa maggiore e minore.
La collina verde e lussureggiante tace, dorme. Le ore scandiscono il tempo da milioni d’anni senza stancarsi.
I pianeti sorridono all’universo, mentre gli uomini vivono e combattono ogni giorno le loro scoperte, fatiche, angosce, contraddizioni, felicità e infelicità, tematiche irrisolte, ambizioni, verità e menzogna d’ogni tempo.
Il Potere Creatore, forza potente unificatrice d’ogni forma di vita, che in ogni religione e cultura cambia nome e volto ha prestabilito così, sottomettendo l’uomo sin dalla notte dei tempi e la sua vita ai Poteri Regolatori Cosmici garantendo così l’unità dell’universo stesso per non ritornare nel caos originale.
Solo Lui, unico impenetrabile mistero da miliardi di anni, rimane lo stesso codice segreto cercato e temuto, perché niente può contrapporsi a Lui.
Ad un tratto il firmamento s’illumina, i pianeti si spostano, le stelle non danzano, ma cantano nel rumore dei tuoni dei fulmini, la luna arrossisce le guance, il sole da ovest si dirige di corsa ad est per sorgere. Questa infinità di mini esplosioni sconvolge fortunatamente per poco tempo l’ordine perfetto cosmico. Inspiegabilmente, dopo poco, tutto come una magia, si riordina nel suo insieme, per competenze e divisione.
Dentro al buio della notte è ancora silenzio, ma il grido di dolore e gioia di una madre partoriente squarcia le finestre e le porte, il tetto di una semplice dimora per abbracciare e ringraziare il sole, la luna, le stelle e i pianeti.
E’ nata Letizia una bimba dolce, bella, bruna, che dopo il pauroso pianto dona già il suo sorriso alla vita, al Creatore a Colui che l’ha rivoluta nel mondo.

***

Dal racconto inedito L’armonia di Letizia di Franca Fasolato, recensito da Nicla Morletti nel Portale Manuale di Mari.

Per leggere l’intero racconto clicca sull’immagine dell’ebook qui sotto. Se ti colleghi con un terminale mobile CLICCA QUI.

Per prenotare la produzione e pubblicazione dell’Ebook relativo al tuo libro nel Portale Manuale di Mari e nel Blog degli Autori contatta la Redazione.

[issuu layout=http%3A%2F%2Fskin.issuu.com%2Fv%2Fcolor%2Flayout.xml backgroundcolor=A4112B showflipbtn=true documentid=091129181147-eb934b7f32294d908c661a5037ca8a52 docname=armonia-di-letizia username=manualedimari loadinginfotext=L’armonia%20di%20Letizia width=490 height=347 unit=px]

© 2009 – 2010, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

14 thoughts on “L’armonia di Letizia di Franca Fasolato

  1. Signora Fasolato,
    ho letto tutto d’un fiato il suo splendido racconto e francamente l’ho trovato di una rara bellezza espressiva.
    Lorenzo Toresini

    1. Grazie mille Lorenzo,
      del commento, mi fa molto piacere e onore sapere che quello che io scrivo abbracci vari gusti e culture.
      Cordialità e, al prossimo allora FF

  2. Il libro, anche se non so dire perchè, mi è piaciuto. Non ho una cultura letteraria (anche se scrivo anche io libri, ma sono argomenti scientifici) e questo forse può spiegare il perchè della mia mancanza di spiegazione. Non credo sia il mio un atteggiamento molto strano. Anche chi va a guardare la Pietà di Michelangelo, difficilmente (salvo un pubblico ristretto) saprà dire perchè gli è piaciuta. Mi ha però colpito la dimensione della seconda parte, più ristretta rispetto alla prima. Questo è l’unico rilievo, per quel poco che vale il mio giudizio. Comunque complimenti a chi lo ha scritto
    Marco Bragadin

    1. Per essere piaciuto a chi ha una preparazione scientifica e una mentalità razionale, come mi sembra di capire, allora vuol dire che… il mio racconto sa toccare anche quelle corde. BENE!

      Mi piacerebbe sapere anche il messaggio che lascia nel lettore Grazie Franca.

  3. Semplicemente VERA, raccolta in questo bel racconto c’è la vita, quella VERA, quella che dovrebbe essere colta da chiunque voglia tornare a casa…non serve molto per farlo, ma in questo momento è pressochè invisibile. GRAZIE per quello che ho letto.

    1. Gentile Cirta,
      ha centrato il tema… la VITA, quella autentica però. Non quella apparente e illusoria di oggi.
      Il mio racconto spera di essere un monito per chi mi legge con attenzione dentro le mie metafore.
      Un viaggio spirituale, una catarsi, un invito ad una profonda riflessione, capace di darci ancora la possibilità di tornare a ” vedere ciò che non ci è più visibile… perchè siamo troppo lontani dalla Madreterra e da noi stessi.

      Con lo stesso tema, Le invio ringraziandola per il commento, una mia creatività scritta per la giornata mondiale della poesia del 2010 per la festa appunto della Madreterra.

      VERITA’

      In questo mondo invecchiato,
      ” del tutto e del nulla ”
      affondo l’anima nel colore della speranza,
      nel settimo cerchio connesso: alle verità dissolte,
      dentro il micro e macrocosmo del primordiale arcano dell’origine.

      Buna lettura Franca Fasolato.

  4. Mi è piaciuto il suo racconto e il suo stile. Anche l’idea di descrivere il cosmo per poi arrivare ad un altro miracolo, che è la nascita di un bambino, mi piace molto, però verso la fine il racconto diventa più rapido rispetto alla descrizione iniziale. Solo questa è la mia piccola nota, per il resto complimenti!

  5. Cara Franca,
    complimenti per questa tua bella opera, evocativa, già dal titolo, di serenità ed equilibrio. La prosa elegante, l’attenzione alla sensibilità femminile, una natura incontaminata, ci ricordano che l’unico modo per superare il caos quotidiano, fuori e dentro di noi, è quello di recuperare i principi vitali primordiali, gli stessi che animarono anche l’antico pensiero greco, l’unica via per coniugare armonicamente l’essenza spirituale umana e divina con la realtà circostante. E complimenti anche per i tuoi suggestivi versi. Un affettuoso saluto

    Daniela Quieti

    1. Carissima Daniela,
      un grazie affettuoso col cuore per il tuo prezioso commento.

      Si tratta infatti di un approccio mentale… una visione fuori dalle convenzioni e dai condizionamenti moderni. Un invito sull’indagare e ricercare con più consapevolezza i nessi dell’armonia dell’universo a fondamento del bene cosmico. Sì…un recupero dei principi vitali primordiali, hai detto bene i quali animarono il pensiero filosofico greco.

      A mio modesto avviso, sin dalla notte dei tempi, tutto si crea e nulla si distrugge, ma invece nel suo divenire si trasforma.
      Per accettare questi concetti fuori dali schemi fissi, bisogna avere una mente molto aperta e un pensiero evoluto, considerando che gli elementi del mondo non sono fatti di sola materia, ma anche di spirito.
      Basta osservare l’amore per esempio:forza cosmica ancestrale impersonale e assoluta nell’essenza divina che pervade tutte le forme della Natura, e vaga nell’etere come energia che proviene dai mondi della creazione. L’anima come tu sai è il segreto della vita, è il sigillo che ogni creatura e ogni popolo si porta dietro come simbolo. Che lo vogliamo o no, essa è la fusione con la Natura Madre, è la voce silenziosa degli avi che non sappiamo più percepire. Perchè il tipico atteggiamento dell’epoca moderna è il voler andare contro l’anima e costruire ideali artificiali, utopie ingannevoli ed illusorie come la realtà che si osserva con la percezione dei soli cinque sensi.
      Io credo invece, che se l’uomo volesse o fosse in grado di tornare alla magia dell’origine, alle cose naturali e semplici, potrebbe sbarazzarsi di tutti i faredelli angosciosi e nocivi che impone la schiavitù della comoda era, che ha robotizzato i cervelli e isterilito molte anime.
      Le conseguenze? Quelle che tutti vediamo e lamentiamo!

      Letizia, è una bambina ancora pura… per questo le è stato dato il compito di risvegliare le coscienze di chi è orientato a cercare ancora l’armonia universale e cosmica prima che sia troppo tardi.

      Spero di contiunare a piacere nel mio verso e nel mio stile un abbraccio poetico Franca Fasolato

  6. Cari amici poeti e scrittori,
    attendo con piacere i vostri preziosi commenti.
    Cordialità e Buone Feste Franca Fasolato con “L’armonia di letizia”

  7. Caro poetanelcuore,
    grazie per il tuo bellissimo e utile commento, la tua vista sensibile di poeta… ha calato il suo sguardo dentro il racconto, accogliendo di buon grado il mio messaggio cosmico, universale!

    Vedi, il mio intento umile è qello di risvegliare le coscienze di chi mi legge, non solo i piccoli, un invito alla riflessione sul nostro vivere… oggi più che mai proiettato molto di più all’esterno del nostro Vero Sé.
    Si cammina per lo più sull’effimero, e molto spesso senza nessuna serietà, rispetto, responsabilità e consapevolezza di chi siamo o dove andiamo. Basi invece importantissime per l’equilibrio e l’armonia. Io non credo sia solo utopia, si può fare molto se si vuole.

    Vedo l’umanità oggi trascinata da mille condizionamenti collettivi pericolosi che inseguono modelli sbagliati e illusori. Anzichè ascoltare il “Silenzio” gande maestro individuale di tutti i tempi: il nostro Sé!
    Il buon senso e rispetto.
    Sapere ascoltare l’antica sagezza e l’arcana vibrazione sottile e più alta del pensiero umano che attinge dalla stessa fonte, restando in silenzio e in pace con sé stessi è oggi: una enorme sfida e un’arte obliata!

    Il mondo viene visto non in un “Tutt’Uno armonioso”, ma diviso!
    Anzi, di questo passo, sarà sempre più diviso per iniquità, problemi politici, religiosi, economici… creati dall’uomo stesso seppur molto più colto ed evoluto rispetto ai tempi assai lontani del primitivo.
    Lasciando libera la bramosia,l’interfrenza dell’ego, superbia, sete avida di vanità e potere. Retaggi e condizionamenti sbagliati.
    Basta guardare dove siamo arrivati.
    Io credo che sia ora… perchè i tempi sono maturi, di cambiare visione del mondo cercando di usare di più tutti dico tutti: memoria, intelletto e volontà! Per mettere ordine individuale e collettivo. Prima che sia troppo tardi!

    Tornando al racconto, spero che molte persone apprezzino come te il mio modo di scrivere e di raccontare la raltà oggettiva, innalzata volutamente al surreale per poi calarla FORSE…in una necessaria psicanalisi secondo le mie esperienze e conoscenze naturalmente, anche fuori dell’accademia.

    Un grazie e, un abbraccio in un raggio di luce nello spirito del REKI…a te e,… a tutti coloro che vogliono lasciarmi un commento.

    Buone Feste ed un prospero ANNO NUOVO in tutti i sensi! Franca Fasolato

    1. Carissima Franca,
      mi sono lasciata avvolgere dal calore dell’Armonia di Letizia con congruo ritardo di tempo.
      Ma cos’è il Tempo se non l’intervallo tra una buona azione e i suoi frutti?
      Hai adagiato in modo semplice e candido in fogli bianchi, un assemblaggio di vocali e consonanti il quale ha dato Vita a potenti Messaggi per l’Equipaggio della Terra.
      Il tuo è un racconto e pensiero per l’Anima.
      Anima, combinazione di Spirito e Corpo. Sente, Ama. La sede degli istinti naturali, delle emozioni e delle passioni.
      E’ frustrante vedere e percepire, oggi, come l’Essere Umano non degni di uno sguardo questo Sentiero di Luce.
      Si sono azzerati tutti i valori; travolti da un vortice che li ha presi come un Uragano che raccoglie e ingloba ciò che sfiora.
      Corpo e Anima sono storditi, annichiliti. E anziché attuare un movimento interiore si piega ancor più le spalle già ricurve.
      Ho riletto più volte L’Armonia di Letizia e, quello che più mi ha piacevolmente colpito è che ad ogni lettura scoprivo un messaggio diverso.
      Quanti ne racchiude, mia cara Franca. Al singolo lettore spetta coglierli tutti o quello che più è sintonizzato con il proprio Io.
      Le tue parole sono entrate in me come musica echeggiante creando un turbinio di emozioni sfociate in un pianto.
      Ho riassaporato, chiudendo gli occhi, attimi della mia infanzia – contornati di suoni e odori – dove una semplice carezza del mio papà mi avvolgeva d’amore incondizionato.
      L’amore, l’energia più potente e tuttavia più ignorata al mondo.
      Sarebbe bello se nella società futura si incoraggiassero i giovani, si aiutassero i vecchi, gli uomini collaborassero. Umani in divenire.
      Tutto ciò sarebbe possibile se ogni singolo individuo, anziché auto commiserarsi in attesa che qualcuno porga la mano per sollevarlo dal pantano, imparasse ad usare quel Potere che fin dalla Creazione è stato dato in dono. Un Potere che si basa sulle 4 leggi Universali; Attrazione, Intento Deliberato, Concessione ed Equilibrio.
      Se l’Uomo non avesse il paraocchi come i cavalli imparerebbe, come Letizia, a usare queste leggi per aiutare il prossimo. Solo la luce di ogni individuo può illuminare il buio di questo tempo. Questa Luce, questa energia, viene dal quel profondo, che abbiamo trascurato, ignorato, sminuito.
      Tuttavia, la Scintilla di Luce è sempre in noi, pronta a brillare se risvegliata, alimentata, capace di espandersi e mettere radici, di “toccare” le altre e riaccenderle.
      Continua a scrivere mia dolcissima Franca. Con le parole puoi arrivare al Cuore della gente. Cambiare l’esperienza umana in questo pianeta. Questo è il messaggio.
      Un sentito abbraccio.

      1. Grazie Elisabetta,
        per il tuo bellissimo e prezioso commento, hai saputo cogliere con intelligenza, apertura e sensibilità i miei messaggi universali e cosmici.
        Io credo siano necessari oggi più che mai, dei veri camiamenti a cominciare da ogni individuo.
        Ad esempio … recuperare il nostro “ESSERE” originario ricorrendo alla saggezza delle leggi universali di evoluzione e di soppravvivenza, che ci vengono in aiuto indicando le vie per cambiare una realtà che annienta sia a livello psicologico che spirituale. Distratti da continue pressioni, condizionamenti a tutti i livelli, incertezze, precarietà, e travolti in programmi di vita sempre più veloci e quindi più superficiali, rischiamo di vivere in balia di situazioni fuori della nostra governabilità. Diventando nemici di noi stessi e degli altri.

        In questi frangenti… ci sarà di grande aiuto ricordare che ogni uomo è l’incontro e la fusione dell’energia della terra con quella del cielo, figli quindi dell’Amore cosmico, universale e che questa è la nostra vera grandissima forza.

        Grazie ancora della condivisione e affinità sperando di allargare la nostra conoscenza ti lascio con questo:

        Ospitata nel più profondo del nostro cuore e quello di tutti gli esseri,
        dimora una Sorgente inesauribile di Amore e di Saggezza.
        L’obiettivo supremo di qualsiasi pratica spirituale è scoprire questa natura pura, essenziale, ed entrare in contatto con Essa.

        Lama Thoubten

  8. Ciao Franca, devo farti i miei complimenti, è una storia stupenda; già il titolo: “L’armonia di Letizia” ha un grande significato di libertà e di pace che si sviluppa elegantemente e sapientemente nelle pagine dell’opera, dalla quale si evince questa chiara e viva ricerca del cosmo, del supremo nella primordialità del Creato e del Creatore. Ho apprezzato molto l’imagine delle piccole stelle che danzanono dinnazi alla stella polare come ancelle che ne allietano il suo arcaico cammino.Il racconto si sviluppa con grande maestria letteraria ed enorme sensibilità umana attorno alle figure femminili della madre,che attende, felice, la nascita della propria figlia in una notte stellata, dove la notte posa la sua guancia nera sulla terra e quindi anche sulla vita di Letizia che nasce. Letizia che viene al mondo piangendo,come tutti i bambini, ma poi sorride perhè,già, inizia ad amalgamarsi alla vita e alla sua essenza…per poi camminare, nel resto del racconto,verso la ricerca dell’armonia attreverso i sette arcani della vita che echeggiano nei sette colori dell’arcobaleno…e la sua vita si muove su melodie dolci, di luci e di mandorli in fiore…un mistero che si estrinseca nella figura femminile, come a sottolinearne l’origine di una natura femminile che è madre del mondo e, da madre, ci culla nell’armonia della vita e quindi nell’armonia di Letizia… e qui il richiamo anche all’essenza del Reiki

    Detto ciò, posso solo farti i complimenti e un augurio immenso per la tua carriera letteraria già fervida e produttiva
    mi hai emozionato

    un abbraccio poetico

    luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine