Percorsi d’anima e la Fuga di Bach di Lidia Viviani

LA FRANCIA IN FAMIGLIA –

Scalata fra i gigli di Francia,
diretta per la Vie en Rose.
Passato di accordi d’accordo
con canti di bimbi e di anziani
si lega alle note – ricordo.
Passato che voglio evocare
bevendo un ghiacciato Pernod,
avvolta nel manto mio blu.

***

STELLE DI GELSOMINO

Gelsomini
ghirlande al tuo balcone
ti attendono
al mutar delle stagioni.
Bianche stelle
ricordano il tuo cuore
riflesso puro
del divin bagliore.

***

PIETRO PESCATORE

Pietro pescatore
traghettava su barca di sole
e vide una donna
dal freddo smarrita,
in una mantella bianca:
era la sua Anita.
Un abbraccio
e il suo calore
fu di margherita.

***

Dal libro Percorsi d’anima e la Fuga di Bach di Lidia Viviani

© 2010, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

2 Commenti

  1. Lidia Viviani con queste tre poesie evoca il ricordo, la nostalgia, la natura, gli affetti come l’amore, le stagioni e tanto altro che si amalgama in pochi versi per dar vita a frammenti d’immagini del tutto originali e quasi seducenti, perché ricchi di spontanea bellezza.
    Risaltano i sentimenti privati della poetessa, le sue candide rivelazioni, le passioni ormai congelate nel passato. Ma non tutto è perduto, il calore d’un tempo può ritornare improvvisamente come Anita.
    Rivolgo all’autrice Lidia i miei più distinti complimenti, e data la mia giovane età cercherò di prendere come modello la sua poesia concreta e affettiva.
    Ti ringrazio per le emozioni che sei riuscita a far suscitare in me e mi auguro di potermi godere l’intera silloge.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

© 2020, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti