Brividi sulla pelle,
fruscii di seta.
Canne al vento
intonano una canzone
nell’aria rarefatta della sera.
Ti stringo a me,
e i nostri cuori
vibrano d’infinito,
mentre rubiamo al sole
un suo ultimo raggio.
E poi
tutto tace d’intorno,
parla soltanto
il linguaggio muto dell’amore,
mentre noi
scivoliamo lenti
nel cuore della notte
e abbiamo negli occhi
luccichii di stelle.
Ci troverà il mattino
addormentati,
i  corpi ancora stretti
in un sogno d’amore.

Immagine: Romance di Claude Theberg

© 2008 – 2014, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

43 thoughts on “Sogno d’amore

  1. Bella, dolce poesia che mi fa venire il brivido per l’atmosfera reale di un amore vissuto e descritto con verità. Sei molto bravo, grazie per le emozioni che sai dare. Dorella

  2. Ciò che mi piace della poesia è che ciascuna ha una propria anima, un proprio tempo, un proprio respiro. Tra le parole di una poesia si sente il respiro dell’autore, il battito cardiaco che segna il tempo, l’emozione che vibra.

    In questa poesia si sente il respiro dei due amanti, tra una parola e l’altra. Ed il tempo morbido, quieto, inconsistente, non si fa quasi sentire e si confonde tra i respiri, per non disturbare.

    Una poesia tenera, dolce ed adorante.
    Una poesia che viene dal cuore!
    Bravo;o)

  3. Grazie, Lady Soul, per questo tuo bel commento. E’ bello essere apprezzati per quello che di positivo abbiamo dentro di noi,e che non é frutto, come la bellezza, di un dono ricevuto dal cielo, ma di un cammino, di una maturazione interiore, di una crescita verso gli altri. A risentirci, Lenio.

  4. Caro Giancarlo, le tue parole valgono per me più di cento vittorie. E l’amore é l’unica cosa per la quale vale veramente la pena di vivere, e tutto il resto non sono che cose inutili. Ti ringrazio per il ‘grande poeta’, spero davvero di meritarmelo. Un abbraccio, Lenio.

  5. Caro Lenio,
    il tuo SOGNO D’AMORE e la nostra vittoria,il grido di chi sa apprezzare le cose essenziali della vita.Tutto è superfluo ma l’amore è,come dici tu in un bellissimo verso,”nell’aria rarefatta della sera”…ed è anche un” linguaggio muto” che abbatte dieci,cento,mille parole inutili.Quando ti leggo cerco emozione,luce,silenzio.Tutto questo serve a svelarmi l’anima di un grande poeta. Complimenti

  6. Caro Lenio complimenti per la tua bellissima poesia che mi ha emozionato e mi ha fatto sognare
    Mi hanno fatto sognare quei boschi bellissimi carezzati dal mare e baciati dal vento del maestrale. Mi ha fatto sognare l’amore e ti vedo carezzato dallo stormir delle fronde di quegli alberi maestosi che ti fanno ascoltare, nella felicità del momento, una musica dolcissima, forse di Mozart, perché l’amore, la musica, la poesia ed il cielo con quelle piccole bianche nuvolette sono romantici elementi indivisibili nella dolcezza e nella felicità di un amore divino.
    Complimenti
    sergio

  7. Ciao Maria Luisa, certo che ho letto il tuo commento, e ho letto anche la tua poesia dedicata alla mamma. Sono fiero di te, sai, e sono contento del consiglio che ti ho dato. Che cos’é la poesia se non descrivere i propri sentimenti e i propri stati d’animo in tutta libertà? E’ chiaro che nessuno é nato grande poeta, ma pian piano lo si può diventare se si segue la strada del cuore, se ci si lascia guidare dall’amore per gli altri. E’ lui, il nostro cuore, che dobbiamo ascoltare perché ci suggerisce la metrica giusta e la giusta musicalità per poter dire un giorno ‘sono anch’io un grande poeta’. Ma vedo, cara Maria Luisa, che tu questa strada l’hai imboccata di gran carrriera. Vorrei dirti anch’io, parafrasandoti, che ti ho portato in volo con la mia ala nei fertili paradisi del ‘Manuale’. Ma io non sono come te, non sono un angelo e non ho ali. Chissà se sono un poeta! A risentirci, ancora bravissima, Lenio.

  8. Ciao Lenio,

    hai letto il mio commento sotto la tua replica ?
    Lo sai che dietro tuo consiglio mi sono messa a scrivere poesie?

    ne ho scritte una sul *sogno del deserto* e una dedicata alla mamma, *il ricordo di un dolore*

    Certo si sente che sono un’apprendista, ma con il tempo potrei anche migliorare..

    cari saluti
    Maria Luisa Seghi

  9. Eh sì, caro Andrea, purtroppo ce ne sarebbe bisogno al mondo di romantici,il male é che siamo in pochi e quei pochi non sempre sanno fare buon uso di questo aggettivo. Per me romantico significa avere a cuore le storie della gente comune come fossero tue, per quell’amore che provi dentro per ogni essere della terra. Vuoi entrare anche tu a far parte di questa piccola schiera? Basta poco, basta cercare di entrare in sintonia col mondo, in armonia con tutti gli abitanti dell’universo,provare a percepirne l’intima vibrazione per poi godere dell’immensa percezione di felicità e amore che ti verrà regalata. Oppure, il che é ancora più semplice, vieni spesso a trovarci, sul ‘Manuale di Mari’, é lì che la nostra anima abita. Ciao, Lenio.

  10. Grazie a te, Mariolina, mi fa molto piacere che la mia poesia ti abbia emozionato, e per questo ti invito,se non l’hai già fatto, a commentare la mia poesia ‘Non Dirmi’che giudico di un livello superiore. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi, e grazie ancora per quel tuo ‘soffio’che mi hai regalato. A risentirci, Lenio.

  11. UNA POESIA CHE FA… VIBRARE L’ANIMA!
    L’INTENSITA’ DELL’AMORE… RACCONTATA CON LA LEGGEREZZA DI UN SOFFIO…
    COMPLIMENTI! MI HAI FATTO EMOZIONARE MOLTO, E TI RINGRAZIO PER QUESTO.
    CIAO
    MARIA

  12. Carissima Ines, é te che ringrazio per avermi permesso di conoscerti e di diventare tuo amico. Sono molto contento di averti riportato ad emozioni dolcissime, mai scordate, ed il fatto che i miei versi ti piacciono mi danno una grande forza di scrivere ancora. Grazie, un abbraccio, Lenio.

  13. La stessa cosa la dovrei dire di te, carissima Annamaria, che l’altra sera mi hai veramente emozionato con i tuoi bellissimi versi. Grazie, grazie davvero dei complimenti che mi fai e che senz’altro sono veri, perché provengono da una grande e sincera amica come te. A risentirci, Lenio.

  14. Lenio, ci regali un piccolo incanto… le parole trasportano, emozionano in quel “linguaggio muto dell’amore” per sciogliersi nella chiusa.. bellissima..
    Un abbraccio
    Ars

  15. I tuoi versi, delicati e permeati d’amore, hanno suscitato in me emozioni palpabili, Tu sai, Lenio, quanto questo sentimento sia importante nella mia vita… Il tuo “Sogno d’amore” mi ha riportato a sensazioni dolcissime, mai scordate.
    Splendidi i tuoi versi: “…e i nostri cuori/ vibrano d’infinito …”. Grazie, per avermi permesso di leggerti. Ines

  16. Ogni poesia di Lenio Vallati è un dipinto di Amore, in Sogno d’Amore i colori e le note di una melodia celeste si fondono e non “dicono parole”, profumano l’anima dell’aria dolce che accarezza il pensiero lasciando delicate pennellate che tracciano, del Sogno, il segno tangibile di una Realtà: bella, sinuosa e melodiosa, come solo la tenerezza di Lenio sa creare.
    Sei nella musica, sei musica e ce la fai vivere, Lenio. Grazie per quanto ci regali. Annamaria Vezio

  17. Ciao Maria Luisa, e ancora grazie. Il mio vero sogno d’amore, sai, é l’appartenere a questo mondo incantato di armonia e di poesia che fino ad ieri potevo solo immaginare. A risentirci, Lenio.

  18. Grazie, Alba, mi fa piacere che tu trovi i miei versi molto delicati e armoniosi. Ma d’altronde tutte le poesie sul ‘Manuale di Mari’ sono bellissime, ed é come ritrovarsi in un giardino dove ci sono fiori meravigliosi ed é difficile scegliere il più bello. A risentirci, Lenio.

  19. Ciao Lenio,

    Hai letto il commento che ti ho fatto sotto il mio spazio?

    Ho riletto la tua poesia, ho chiuso gli occhi ed ho pensato che è un vero

    **Sogno d’amore**

    Auguri Lenio per tutte le tue vittorie.

    Maria Luisa Seghi

  20. Complimenti Lenio, questi versi con delicatezza e armonia descrivono il sogno universale dell’amore che rivela la tenerezza di ogni cuore.

  21. Grazie, Robert, per questo tuo complimento che mi riempie di gioia. Essere apprezzato da un grande come te é una cosa bellissima, spero solo di meritarmi i tuoi elogi. E anche nei gusti sulle donne ci assomigliamo, anch’io preferisco le more, anche se continuo a sognare le bionde. Un abbraccio, Lenio.

  22. Maestro dell’accordo, Lenio Vallati, ci propone un’altra romantica perla di poesia. Fantastica l’immagine degli innamorati in questi dolcissimi versi. “Canne al vento” che come cuori vibrano e scivolano nella notte nel flessuoso indefinibile movimento dell’amore.
    Complimenti Lenio e una precisazione. Io preferisco le more.
    😉

  23. Grazie, Beatrice, per il tuo commento come sempre ricco di riferimenti poetici. Tu sei una lettrice molto attenta alla quale non sfugge ogni piccolo, impercettibile movimento del cuore, ogni piccola vibrazione dell’anima. Ma sei anche una grande poetessa della poesia d’amore e dell’arte delle emozioni, oltre che una grande amica. Grazie, a presto, Lenio.

  24. Ciao Lenio, ho appena scorso la tua poesia. Sì, scorso… non nel senso d’averla letta superficialmente e senza empatia, al contrario…l’ho proprio fatta “scivolare” sulla mia anima, movimento così delicato da sembrare impercettibile ma che invece voleva togliere dal mondo ogni pesantezza, assimilandosi ai tuo versi come lo scivolare dei due amanti nella notte,nel sonno e nel sogno o quello d’una sciarpa di pregio che non s’impiglia come quelle in tessuti dozzinali. Dolce poesia,come il suono delicato delle canne che frusciano. Bravo! BBB

  25. Grazie, Daniela, mi fa molto piacere il tuo commento perché stimo in modo particolare i tuoi lavori permeati di grande bravura e sensibilità. Finché tu avrai belle parole per me, vorrà dire che avrò saputo cogliere appieno le vibrazioni dell’amore. A risentirci, Lenio.

  26. E’ vero, Maria Luisa, quel nastro giallo della foto inserita da Robert secondo me simboleggia il fluire dell’amore, e quei capelli biondi lo rappresentano perfettamente. Stupenda foto, dunque, poesia nella poesia, emozione nell’emozione, che conferma oltre tutto che gli uomini preferiscono le bionde. Anche se poi finiscono con lo sposare le more…ma questa é un’altra storia.

  27. Certo, Maria Luisa, le poesie donano emozioni alla mente e al cuore, sono cibo per l’anima. Adesso che hai scoperto la poesia credo che non la lascerai mai più,e avrai bisogno di lei e delle sue emozioni come l’aria che respiri, come il cibo di cui ti nutri, come l’amore che colora i tuoi giorni. Anche perché sei davvero molto brava a scriverle, e la prima che apparirà sul ‘Manuale di Mari’ sarà davvero una piacevole scoperta per tutti noi. Grazie, Maria Luisa, Lenio.

  28. E’ vero, Marinella, la vita senza amore é come un albero che non ha più foglie, é come l’estate senza mare e senza sole. Ma anche l’amore, sai, bisogna saperlo riconoscere, perché prima o poi arriva per tutti ma non tutti lo sanno accogliere. Non é la bellezza esteriore simbolo dell’amore, ma il dono di se stessi alla persona amata così come le foglie sono il dono che la natura innamorata fa all’albero. Grazie, Marinella, e a rileggerci e ricommentarci con sempre maggiore passione, Lenio.

  29. Che dirti, Nicla, se non grazie per queste tue parole di grande stima nei miei confronti? Ormai sai benissimo quanto ci assomigliamo nel considerare l’amore come la cosa più importante della nostra vita,capace di far vibrare d’infinito i nostri cuori e di far luccicare di passione i nostri occhi. Anche i personaggi dei tuoi fantastici romanzi vivono di queste stupende emozioni, ed io li rileggo di continuo perché é meraviglioso sentire il battito del nostro cuore dentro di noi. Grazie, grazie cara amica, un abbraccio Lenio.

  30. Ho dimenticato Lenio,

    Il titolo *Sogno d’amore* e l’immagine inserita da Robert, sono un’altra poesia nella poesia….

    Maria Luisa Seghi

  31. Bellissima poesia Lenio, scritta veramente con sentimento.
    Sai dare sempre nuove emozioni, e io che alle poesie non ero abituata ora capisco che cosa donano alla mente e al cuore.

    un caro saluto

    Maria Luisa Seghi

  32. Grazie per avermi ceduto “a caso” l’onore di lasciare il primo commento. Bellissima poesia d’amore Lenio…e ci troverà il mattino addormentati, i corpi ancora stretti in un sogno d’amore. Felice la donna che si sveglierà ancora abbracciata dal suo compagno. Cos’è la vita senza l’amore? E’ come un albero che foglie non ha più.
    Complimenti vivissimi.

    marinella(nonnameri)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine