Luce autunnale di Bill Brauer

Ho avuto una visione eterea di noi
avvinti da musica travolgente.

Fiumana di fremiti sulla pelle.

Rivolo di brivido accarezza la tela
con figura sensuale.

Una gamba allaccia la mia.

Si sfà sangue cremisi
e viaggia sui binari roventi
nel cuore del tango

in cromia di luce riflessa
di rosso crepuscolo.

***
Immagine: Luce autunnale di Bill Brauer

© 2009, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

50 thoughts on “Nel cuore del tango

  1. Carissimo Sergio,
    hai voluto farmi una sorpresa? Ebbene ci sei riuscito! Grazie amico mio della stima e degli elogi non meritati. E’ vero che sei di parte e condividendo la stessa passione per la scrittura non mi resta che ringraziarti. Ringrazio il poeta ma soprattutto l’uomo nobile dall’animo sensibile, che trascendendo da ogni indubbia amicizia, mi è stato accanto e mi ha fatto da Cicerone in quel di Viareggio e a Firenze. Mi sento fortunata per averti conosciuto! Chissà se avremo l’opportunità di rivederci ancora? Sei grande, continua a credere in ciò che fai, sarai premiato dalla perseveranza! Ti abbraccio con affetto.
    Marinella

  2. Fois Marinella,
    è un paio di anni che ci conosciamo, all’inizio era una conoscenza solo virtuale a livello di tante altre conoscenze presenti in Manuale di Mari.
    Da circa un anno ci conosciamo anche personalmente perché in questo anno hai avuto occasione di venire in Toscana due volte per importanti premiazioni (a Viareggio prima e a Fucecchio dopo).
    Prima che personalmente l’ho conosciuta attraverso i suoi scritti in particolare le poesie. Mi sono innamorato dei suoi gabbiani che, leggendo quanto Marinella ha scritto, li considero dei voli di grande armonia come se quei simpatici volatili fossero addirittura dei ballerini che attraversano il cielo col romanticismo di un volo poetico.

    Le sue poesie d’amore le vivi e le ami con un amore grande e meraviglioso che ti porta il cuore a vivere sentieri meravigliosi, panorami fantastici, mareggiate che portano l’amore da lidi lontani.
    Grazie Marinella di farci dimenticare questo mondo carico di tragedie, e farci vivere in un mondo poetico e romantico.
    Aff.mo
    Sergio Doretti

  3. Mi dispiace di non aver mai potuto ballare il tango in vita mia, l’ho sempre ritenuto una danza intrigante , che nasconde emozioni quasi indicibili per la loro sensualita’ che per via della riservatezza si vivono e non si raccontano. La delicatezza con cui tu hai saputo esporle sulla carta e’ fantastica. Sei grande. Se dovessi dare un video, cioe’ un immagine in movimento alla tua poesia non sarebbe altro che ”SHALL WE DANCE” J.Lopez-Richard Gere. Cosi’ immagini e parole si fonderebbero perfettamente. Brava

    1. Dolcissima Maria Laura,
      ma cosa ti sei persa! A questo punto credo che la pudicizia non abbia età.
      Grazie del commento che ho gradito tanto.
      Ti abbraccio con affetto

      Marinella (nonnamery)

  4. Marinella, ho riletto ancora una volta le tue righe e mi sono emozionata ancor di più.
    Sono elettrizzanti!
    sei veramente molto brava!!!
    un abbraccio
    mariolina

    1. Grazie amica cara,
      pensa che ci sto credendo anch’io! Ma tu ci sei in questo nuovo blog? io non ci capisco niente…riesco a commentare qualche pagina di racconto se la trovo nella pagina della poesia. Fammi sapere, aspetto.
      Un caro abbraccio
      con affetto

      Marinella(nonnamery)

  5. E’ la prima volta che leggo una poesia di Marinella,perche’ la conosco da poco tempo.
    Trovo la poesia calda e al tempo stesso leggera,tocca i tasti giusti senza essere travolta dal linguaggio aulico.

    Una poesia molto sensuale e avvolgente , con pochi versi ci fa partecipi della visione e delle emozioni provate dalla ballerina,nella fusione di due corpi in un ballo passionale e struggente come il Tango.

    1. Ciao Alessandro,
      avevo letto nel modo in cui ti ponevi, la tua sensibilità. Non mi ero sbagliata. Sono certa che saprai scavare dentro il tuo cuore, per ritovate le parole affidate a fogli bianchi che graffiasti con la penna del cuore. Grazie per avermi letto ed espresso il tuo commento misurato dalle parole calde come una giornata di Giugno.
      Un abbraccio

      Marinella ( nonnamery)

  6. da ballerina impenitente pensavo che si potesse entrare nel cuore del tango soltanto ballando. mi sbagliavo. si può entrare anche con i tuoi versi. quella gamba allacciata… quel fremito… quell’etereo volteggiare… brava marinella, ci fai ballare il tango anche senza musica.un bacio. Mirella

    1. Ciao dolce Ars,
      già… chissà perchè se pensiamo al tango ci viene in mente la passione e la dipingiamo di rosso. Sarà il colore dell’amore? della sensualità?
      Lascio ai posteri la risposta.Un abbraccio con affetto
      Marinella(nonnamery)

      E’ stato bellissimo averti conosciuta a Viareggio, conserverò il tuo ricordo nello scrigno del mio cuore.

  7. E’ molto difficile riuscire ad esprimere il concetto della sensualità, particolarmente per un uomo, in quanto essa è prerogativa inscindibile della stessa femminilità, natura femminile, ma è ancora più difficile esprimerne il concetto profondo, senza cadere nella “sessualità” che è cosa diversa. Sei pienamente riuscita ad esprimerla e comunicarla, questa importante componente dell’amore che risponde al nome di: Sensualità.

    1. Credo invece il contrario. Ci sta la sensualità femminile, ma credo che in questo caso, sia proprio il tipo di danza ad essere elegante e sensuale allo stesso tempo. Grazie del gradito commento.

      Marinella (nonnamery)

  8. Marinella,
    mi hai fatto venire voglia di ballare!!!! a me piace molto il ballo, specialemente quello espresso in coppia e tu descrivengo il tango hai usato pennellate…di fuoco!
    ciao
    mariolina

    1. Cara Maria,
      la sensibilità ti distingue sempre.Grazie per avermi letta, ma soprattutto
      per aver colorato ancor di più, con le pennellate di fuoco questo tango.
      Luce d’affetto
      Ti abbraccio

      Marinella(nonnamery)

  9. Ciao Marinella, eccomi qui, finalmente a commentare la tua poesia.
    Sai quanto ami ballare, anche io ho scritto un inno al ballo,sprizza sensualità e passione, quello che riesce a donarmi la musica. Così come questi versi, mentre leggevo, mi sono immaginata, con un abito rosso e un bocciolo rosso stretto tra le mie labbra,lasciarmi travolgere dal ritmo del tango…Che sogno vibrante…
    Che potenza la tua poesia…grazie per essere riuscita a trasportarmi in quel mondo tanto bramato.
    Ciao Marinella, sono felice quando leggo di te, poesie così passionali.
    Un abbraccio
    Angelica

    1. Ciao Angelica, sapevo che avresti apprezzato questo tango, e che lo avresti ballato con il tuo bel vestito rosso e una rosa rossa tra le labbra, magari con effimero ballerino. Grazie per avermi letta.
      Ti voglio bene

      Marinella(nonnamery)

  10. INTENSA,passionale, RICCA DI contrasti di colori,ANCH’IO sulla mia carrozzina ho ballato e ancora ballato e sentito su me i suoi sguardi e profumi …

    un abbraccio aurelio

    1. Caro Aurelio so quanto tu prenda la vita con ironia, perciò sono lieta che tu, pur stando seduto, abbia potuto ballare sulle note del tango.
      Un abbracco sincero

      Marinella (nonnamery)

  11. Cara Marinella,

    La tua bellissima poesia mi ha riportato per incanto ad una sera d’estate in una pista di cemento dove l’usura aveva formato qualche avvallamento, ero in un paese per le vacanze con la mia famiglia e avevo solo 16 anni.
    Avevo un vestito azzurro con la gonna a godè, le calze fini come seta, e le scarpe con i tacchi che usavo da poco, mi sentivo una principessa…mio padre mi disse con dolcezza:
    ” Figlia mia, devi concedermi di aprire le danze con te, questo è un bellissimo tango, e con queta musica farai il tuo ingresso nello scenario della vita, tutte le volte che negli anni a venire sentirai questa musica, cerca di sognare.

    Marinella grazie per questa bella poesia che mi ha fatto tornare indietro nel tempo, non solo ricordando mio padre ma anche tutte le emozioni che ho provato ballando questa musica.

    Un abbraccio

    Maria Luisa Seghi

    1. Che meraviglia Maria Luisa!
      Hai il dono di rendere tutto più bello, con i tuoi ricordi.
      Ti vedo, con il vestito azzurro e con le scarpe a tacco al braccio di tuo padre, aprire le danze. Ed io mentre scrivo, sento l’orchestra del mio cuore suonare e l’emozione ballare. Grazie per questo istante, avevo bisogno di una smossa che mi facesse sentire viva.
      Un abbraccio con affetto

      Marinella(nonnamery)

  12. Carissima Nonnamery, io non sono un ballerino ma questi tuoi versi mi fanno comunque muovere le gambe al ritmo del tango. Complimenti per questo tuo sapiente modo di descrivere emozioni, é stato bellissimo incontrarti a Viareggio e spero di incontrarti ancora a qualche bel concorso. Ti ringrazio intanto per questi bellissimi versi che ci hai regalato, Lenio.

    1. Caro Lenio,
      sono risentita per non essre riuscita a ringraziarti prima d’oggi. Questa è la terza volta che ci provo. Sono lieta che sia riuscita a farti ballare sulle note del tango.
      Un caro saluto
      con affetto

      Marinella(nonnamery)

  13. Cara Marinella, complimenti.
    La tua poesia mi ha riportato al mio primo incontro con il mio amore.
    Ero ancora un ragazzo e la domenica si andava a ballare ad “circolo” vicino alla Stazione.

    L’orchestra iniziò a suonare un tango. Era un magnifico lento argentino. Chiesi a quella bella ragazza: (come era nell’ usanza dell’epoca) “permette questo ballo?” Rispose,” mi dispiace, sono impegnata” Vedendo che rimaneva ancora seduta, mi avvicinai di nuovo e chiesi : “in attesa del suo cavaliere, vuol finire questo tango con me? Ci terrei in modo particolare:” Si alzò e iniziammo a ballare. Notai che noi due non eravamo dei ballerini affermati: io mi difesi con l’abbraccio e con lo stringere a me questa ragazza, dato che la musica perrmetteva di non “correre troppo”- Comunque mi trovai a mio agio, sentivo la vicinanza del suo corpo e, anche se eravamo già a metà del brano, avvertivo una dolcezza infinita. Prima della fine della canzone chiesi alla ragazza se voleva uscire con me. L’avrei accompagnata vicino a casa.

      1. grazie marinella della tua risposta.
        Il tango moderno si fa anche con la posta elettronica, ma è difficile raggiungerti.
        auguri e complimenti per il tuo bellissomo tango.
        sergio

  14. …POESIA PER IMMAGINI…IMMAGINI DI UNA POESIA…forse questo è il titolo che darò alla mia pubblicazione e questa tua poesia segue lo stesso concetto…abbiamo davvero tante cose in comune ma tu hai una profondità di pensiero che scava la roccia e che porta alla luce pensieri ed emozioni uniche!…sei nata poetessa lo sento anche se ti conosco da pochissime ore…spero di leggere tutta la tua produzione quanto prima!…complimenti Marinella e un augurio sincero! Mariella D’Ippolito

    1. Cara Mariella
      con sollecitudine hai letto e commentato la mia poesia
      io non sono riuscita a risponderti. Questa è la terza volta che provo.
      Sono lieta che la visione della coppia (scelta dalla Redazione) ti abbia ispirato il titolo per la tua prossima pubblicazione. Un grazie sentito
      Con affetto

      Marinella (nonnamery)

  15. Ciao Marinella,
    stupendi versi…L’amore che conduce i suoi passi ,come in una danza.Fremiti sulla pelle,cuore su cuore,corpi avvinti…
    Complimenti.

    Un caro abbraccio.
    P.S: il 4 giugno sarai a 2 passi da casa mia e non so se riesco a venire.
    Ma sei di Cosenza? Comunque sia, Complimenti di cuore per il premio.

    1. Cara Anna Laura
      non so se riuscirò a ringraziarti per aver commentato la mia poesia …ormai è la terza volta che ci provo, che sia la volta buona?

      E’ stato bello conoscerti a Cosenza e leggere “Pane per l’anima”.
      Complimenti,
      con affetto

      Marinella (nonnamery)

      1. Cara e dolce amica mia
        la serata che abbiamo trascorso insieme la porto dentro di me come una delle sere più vere e intense della mia vita,per le intense emozioni che mi avete regalato.Abbracciare te e Marisa è stato realizzare un mio sogno.

        Sono contenta che hai letto Pane per l’anima,sai come ci tenevo.
        Nei prossimi giorni ti chiamo.Mi manca la tua voce “argentina”.

        Ti voglio bene.

        Anna Laura.

      2. Cara Anna Laura i giorni passano, i ricordi restano. E non c’è giorno che non ti pensi e ripensi a quella bellissima serata che risuonava di musica d’emozioni, quasi fossero note suonate dall’armonica del cuore. Sto rileggendo “Pane per l’Anima”, con più calma, affinchè ritrovi pagine troppo in fretta lette. Ti voglio bene, a presto.
        Con affetto

        Marinella(nonnamery)

    1. E’ un ballo caratterizzato da un abbraccio, in cui l’ uomo con un linguaggio corporeo, guida la ballerina. Il suo stile è sobrio e passionale,avvincente e spettacolare.
      Grazie per i complimenti.
      Con affetto

      Marinella (nonnamery)

  16. Ciao Marinella,
    le tue poesie sono sempre così calde ed avvolgenti che mi ci fanno sentire dentro. E’ veramente bella.
    Mi fa piacere vederti su FB. Ti stai ambientando bene nella rete?!?!
    Un abbraccio forte forte.
    Roberta

    1. Ciao Roberta,
      grazie per il commento affettuoso.Sono lieta che i versi di questa poesia ti siano arrivati al cuore. In quanto a FB, non ero d’accordo con mia figlia che mi iscrivesse. Alla fine ho ceduto e con gradita sorpresa ho ritrovato te. Un bacio.

      Marinella(nonnamery)

  17. Ciao Marinella, già il titolo della poesia fa evincere la passione che può nascere da un ballo così sensuale come il tango. Inoltre, tu l’hai saputa completare nel testo con versi accattivanti che fanno immaginare le scene di ballo con molta armonia di passi. Complimenti e saluti infiniti!!!

  18. Bravissima Marinella,
    i versi filtrano sensualità e bruciano come i sentimenti veri. Si colorano di cremisi e di passione e del rosso del crepuscolo, senza mai sconfinare nel carnale e rimanendo leggeri entro i confini di quella “visione eterea” che annunci dai primi versi.
    Sono contenta di incontrarti a Viareggio per il premio e spero di incontrare tante altre belle persone come mi é successo lo scorso anno.
    Lucia Sallustio

    1. Cara Lucia,
      non ho sconfinato oltre poichè non è da me. E’ stato bello conoscerti e condividere le nostre emozioni tradotte in poesia.Un caro abbraccio.
      Con tanto affetto.

      Marinella(nonnamery)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine