Nel lungo cercare

A lungo ho cercato…

Non corpo da ali brucianti
Non ricchezze
Torri d’avorio
Miserie
Mercati di cose perdute
Pendule cornici di opachi specchi
al nulla aggrappati

A lungo ti ho cercato…

All’alba
se flessuose veleggiano le nubi
e il cielo concede il suo zefiro,
di spiriti spettri si dissolvono
per dimenticare sembianze e pianto

A lungo ti ho cercato…

per navigare
oltre i confini del pensiero
superare tra affini piaghe dell’anima
il baratro dell’illusione

Un fiore
sospeso fra giunchi di silenzi
ho raccolto…

Dolce apologia per un’altra vita…

Immagine: L’eco di un sogno – David Graux

Ultimi post

Altri post