menu Menu
Emma Mazzuca
Emma Mazzuca

Emma Mazzuca, originaria di Cosenza, vive e lavora a Latina. Vincitrice di prestigiosi concorsi e in numerosi altri classificatasi nelle prime posizioni, le sue opere sono pubblicate su Riviste specializzate, Agende letterarie, Blog di poesia e in diverse Antologie di Concorsi Letterari. Nel dicembre 2004 ha pubblicato la silloge poetica "Sentire e Vivere" con la Casa Editrice Montedit collana "I Gigli". Nel novembre 2008 ha pubblicato la silloge poetica "Sinestèsi (grida e silenzi)" con la Casa Editrice Bastogi collana "Il Liocorno".

Pagina precedente Prossima pagina

La voce che resta di Emma Mazzuca

Sono nuda – Sono nuda come i silenzi tra le parole d’amore ed ogni mia ferita s’è incarnata nell’anima; ho trascinato questo corpo sperduto attraverso oceani di tempeste esplosioni di vulcani ed il suo frantumarsi è stato il segreto di questa densa esistenza perché da ogni gracile frammento ha fatto sorgere un sole. ***

Continua a leggere


Natale

C’è nell’aria pungente sentore di neve un silenzio bianco di perla e nello spirito un ricordo di giorni lontani. Dovrei essere triste ma non lo sono… è stato il cielo che mi ha fatto dono di una pace che non ho trovata se non nel tempo a cui solo la memoria mi lega ancora con […]

Continua a leggere


Sinestesi di Emma Mazzuca

Anima – Vacillano a volte le certezze come il dolore di vivere senza vita nel silenzio pietoso miraggio a stento la contesa si nasconde tanto vasta è la volontà che d’irrealtà concede il senso i dubbi smentisce e nel tutto avverso dimora l’anima il fiore disfatto *** Caleidoscopio Al severo richiamo del maestro schiocca il […]

Continua a leggere


Nel lungo cercare

A lungo ho cercato… Non corpo da ali brucianti Non ricchezze Torri d’avorio Miserie Mercati di cose perdute Pendule cornici di opachi specchi al nulla aggrappati A lungo ti ho cercato… All’alba se flessuose veleggiano le nubi e il cielo concede il suo zefiro, di spiriti spettri si dissolvono per dimenticare sembianze e pianto A […]

Continua a leggere


Sensazioni

Vivo a margine di sensazioni sull’orlo della volontà che non concede spazi a giochi del destino ho semplicemente amato, spiato angoli di vento per librare il cuore oltre cancelli di perplessità senza voltar lo sguardo seguendo percezioni come volo d’uccelli… Ho assimilato virtù ed egoismo alla ricerca d’un fluttuante mondo, un’oasi dove regole e intemperanze, […]

Continua a leggere



Pagina precedente Prossima pagina

keyboard_arrow_up