Palpeggiandomi
l’Anima
stamattina
mi sono alzata,
nel buio del cuore
le mani in avanti
a tastare l’aria intorno.
… Ritornare indietro
nella memoria
di giorni passati
leggeri di luce.
Le imposte del cuore
ben serrate
aspettano un ritorno
un abbraccio
che ponga fine
ad un abbandono.

Erba, 1 gennaio 2011

© 2011, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

7 thoughts on “Presentimenti

  1. Eloro

    Nel giorno di San Valentino
    voglio portati là …
    nella spiaggetta di Eloro
    nascosta dietro i canneti
    dove il mare è solo
    spumeggia e s’annoia.
    Nessun gabbiano
    s’avventura a volare
    così lontano …
    Nel giorno di San Valentino
    voglio portarti là …
    Voglio che vedi il mare d’inverno,
    il nostro amore riscalderà il freddo
    di questa stagione.
    Noi saremo due puntini
    nell’immensità dell’Universo
    due granelli di sabbia
    soli, abbracciati al destino
    due cuori umani spezzati dalla vita.
    Solamente la forza del vento
    che arriva dal mare
    unirà il nostro amore.

    Eloro (Έλωρος in greco ed Helorus in latino) è un sito archeologico ubicato su una collina prospiciente il mare Jonio, nei pressi della città di Noto, in provincia di Siracusa, alla foce del fiume Tellaro (allora con lo stesso nome della città).
    Il sito confina con la riserva naturale di Vendicari, con dune di sabbia dorata e acque trasparenti.

  2. Precari

    Sentirsi precari
    sospesi … in bilico
    sulla vetta di un alto monte
    sul versante burrascoso
    di una parete rocciosa
    a strapiombo
    sul mare color inchiostro
    sull’orizzonte nero
    di una lingua di terra lontana
    di fiumi di illusioni
    senza speranza
    soli … muti … sordi …
    ciechi di vita vissuta.

    Erba, 12 Febbraio 2011

  3. Sogni e desideri

    Mescolo sogni e desideri,
    irrinunciabile
    nella mia mente bambina
    è la fantasia
    che si sprigiona
    all’improvviso
    quando la paura
    stringe il cerchio
    degli affetti
    quando la volontà
    si appanna
    nel collo stretto
    di una bottiglia vuota,
    abbandonata sul tavolo
    in attesa
    di essere riciclata.

    Erba, 23 gennaio 2011

  4. Aspettando l’alba

    Ogni notte, insonnia, amica mia mi prendi per mano
    mi porti lontano, dove come macigni
    dal monte del cuore cadono i pensieri.
    La fantasia mi trascina via dai tormenti notturni.
    Insieme sorvoliamo i campi immensi della vicina Provenza,
    un profumo di lavanda avvolge il cuore e la mente
    che si rilassa alla vista delle distese verdi della lontana Irlanda.
    Un palpito s’insinua nelle dolci alture dell’Andalusia
    al suono delle note di uno scatenato flamenco …
    Insieme scaliamo le vette più alte della Cordigliera delle Ande
    dove il tempo si ferma per un attimo
    e aspetta il cuore in affanno, impreparato all’ardua scalata.
    Si può riemergere dagli abissi più profondi dei grandi oceani
    dove il mondo sommerso dei fondali marini è meraviglia per gli occhi
    che inclementi sprofondano nel grande Canyon dell’Arizona
    Un aliante ci rapisce e ci porta lontano, lontanissimo
    voliamo fino ad intravedere i Monasteri del Tibet
    dove il religioso silenzio oggi fa rumore
    dove la crudeltà fa scempio della libertà.
    e così aspettando l’alba
    il cielo si colora della luce del giorno
    che lentamente si schiude all’Orizzonte …

  5. ‘Le imposte del cuore / ben serrate/ aspettano un ritorno”
    Metafore di straordinaria forza visiva, le tue, Cettina in una lirica nella quale
    l’intensità dell’assenza si coniuga con la luce della speranza…
    Da quelle imposte filtrano striscie di sole, di luna,
    e dipingono sul cuscino ghirigori simili ad arcobaleni.
    Hanno forza e colore i tuoi versi.
    Sono colmi di melodia…
    Sei Poetessa dell’anima e incanti.
    Grazie! Un caro saluto.

    1. Grazie Maria per le parole di commento che hai lasciato in questo spazio e non ti nascondo la mia felicità per la condivisione che la ” Poesia ” può regalare. Sono giovane di poesia ma il 27 gennaio 2007 scrivevo nell’introduzione di una raccolta inedita che ho intitolato – “Pensieri ed Emozioni consapevoli”:
      “Questa raccolta nasce dalla colpevolezza di ricorrere alla meraviglia dello spettacolo della natura per descrivere le emozioni che attraversano la mia anima tesa come le corde di un violino, aspetta con ansia una mano abile capace di tradurre il suo suono celestiale in parole vibranti diretti al cuore con l’obiettivo di arrivare ad una vera osmosi con il lettore che non ha paura di mostrare la vulnerabilità dell’essere, certo di possedere la fantasia per superare qualsiasi ostacolo alla felicità” … Penso che con il contributo che hai lasciato per questi versi il mio sogno si è avverato.
      Un caro saluto da Cettina

  6. Un fascio di luce

    Questa silloge è illuminata da un fascio di luce accecante.
    Parte da un crepuscolo soffuso di parole; da un angolo del Mondo, per arrivare a comprendere le zone più nascoste e povere del Sud del Pianeta, per accendere i riflettori sulle piaghe che affliggono l’Umanità intera. Una luce bianca non solo illumina il cono d’ombra del nostro cuore ma riscalda l’aria intorno. Le emozioni che la Poesia regala, forniscono energia pulita per l’Anima.
    Rinvigoriscono le pareti del cuore che si adagiano sopra cuscini di velluto rosso porpora.

    Erba, 1 gennaio 2011

    Convergenze parallele

    Partono da due punti
    lontani ed equidistanti,
    crescono piano
    attenti a non danneggiare
    le pareti trasparenti
    dell’Anima.
    Una voce sottile
    e cristallina
    accompagna il movimento
    del cuore in affanno,
    respirano piano
    per non svegliare
    il bimbo nella culla
    dei sogni.
    Volano su ali di gabbiano
    per approdare all’unisono
    nel terreno fertile
    di una terra già arata
    e seminata.

    Erba, 2 gennaio 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine