Mario De Rosa

Mario De Rosa è nato a Vico Equense il 16 gennaio 1991 e vive con la sua famiglia a Meta, piccola cittadina della Penisola Sorrentina, dove è studente presso il Liceo Classico Statale “Publio Virgilio Marone”, del quale è rappresentante presso la Consulta Provinciale degli Studenti di Napoli.
Appassionato all’arte in genere fin da piccolo, coltiva, oltre alla poesia, la musica, avendo fatto parte e continuando a partecipare a diverse formazioni musicali, cantando e suonando il piano, la chitarra, il basso elettrico e l’ukulele, e la recitazione, dilettandosi in piccoli sketch durante spettacoli organizzati da diverse associazioni sul territorio.
È altresì interessato alla fotografia, relativamente alla quale ha ottenuto risultati di rilievo in differenti premi di importanza nazionale.
Ciononostante, la sua grande passione è l’arte poetica, che egli ha iniziato a coltivare all’età di undici anni, ottenendo premi e riconoscimenti prestigiosi in svariati concorsi letterari nazionali ed internazionali, nelle sezioni di poesia italiana a tema libero e non, dialettale, giovanile, religiosa, tra i quali: “La Villanella” VII Edizione, Napoli (5° premio); “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” X Edizione, Piano di Sorrento – NA (1° premio); “Città di Cava” XXIII e XXIV Edizione, Cava dei Tirreni – SA (menzioni d’onore); “S. Maria di Crepacore” XII e XIV Edizione (sezioni “poesia dialettale” e “poesia in lingua italiana”), Torre Santa Susanna – BR (2° premio e segnalazione); “La Torre dell’orologio”, Porto S.Elpidio – AP (3° premio); “Tra le parole e l’infinito” VII Edizione, Caivano – NA (Benemerito culturale); “Stesicoro”, Gioia Tauro – RC (1° premio); “Mario Soldati”, Torino (2° premio); “Firenze Capitale d’Europa” IX Edizione (sezioni “poesia inedita giovani” e “poesia a tema: lo sport”), Firenze (2° premio e segnalazione); “Città di Vignola”, Vignola – MO; “L’universo di Leonardo” (attestazione di merito); “AmaRossella” II Edizione, Eboli – SA (premio speciale giovani); “Il Saggio”, Eboli – SA (2° premio); “Simone Lorici”, S. Bonifacio – VR (attestazione di merito); “Il Fuoco” Edizione 2007 e 2008, Roma (menzione d’onore e 1° premio); “Gino Ricchiuti” Edizione 2007, Teramo (premio speciale); “L’arcobaleno della vita” VI Edizione, Rovigo (menzione d’onore); “Il Molinello” XII Edizione, Rapolano Terme – SI (2° premio); “Piero Ravasenga” XVIII Edizione (sezioni “lingua italiana” e “premio speciale giovani”), Casale Monferrato – AL (8° premio e premio speciale “Nino Triulzi”); “I colori della vita” V Edizione, Roma (3° premio); “Surrentum” V Edizione, Sorrento – NA (segnalazione); “Embrice”, S. Arsenio – SA (8° premio); “Giacomo Giardina” Edizione VII, Bagheria – PA (menzione d’onore); “Italo Carretto” VII Edizione (sezioni “poesia singola a tema” e “poesia per ragazzi”), Bardineto – SV (11° premio e riconoscimento di merito); “S.Maria della Luce” III e IV Edizione, Mattinata – FG (3° e 1° premio).

Linee e confini di Mario De Rosa

Linee e confini - Attimi. Quella sedia, quel bozzetto, quel cucchiaio. Stanze, spigoli e questo letto. Il davanzale e quelle crepe giù dal muro, il marmo rotto e la piastrella, tutta fuori posto. Linee e confini, omaggio di una mente troppo abituata: è questo il ribrezzo, la noia dell’estate. *** Maremoto di sensi E tu e io, taciturni. Maremoto di sensi e di passioni. Sono impreparato, sono lento, sono… come vuole il destino e il tormento. All’angolo cerco colori mentre riluce di riflesso dal...

Ultimi articoli

Libri per San Valentino 2024

💖🎁 Idee regalo per San Valentino? Scopri i consigli di Manuale di Mari nella Speciale GALLERIA DEI LIBRI DA REGALARE! 📚 🔗 Visita la Galleria...

Separati da raggi dispersi di Marco Mastromauro

L’immagine di copertina è un’opera di Dante Zamperini intitolata Irradiazione che ricalca il titolo dell’opera poetica Separati da raggi dispersi di Marco Mastromauro con...

Non mi dimentico mai di chiamarti amore

Incisive le metafore, fluenti i versi, musicale il testo. La silloge colpisce per la sua intensità emotiva e per la sua capacità di fondere echi del passato e sensibilità contemporanea...