Alfredo Lucifero

Alfredo Lucifero, calabrese di origine, è nato a Pisa, di professione avvocato, magistrato onorario a Massa.
Ha frequentato negli anni ’50-’60 artisti dell’importanza di Ardengo Soffici, Giuseppe Ungaretti e Leonida Repaci.
La letteratura e la scultura si sono alternate e, dopo una pausa di molti anni per l’intenso lavoro professionale, lo hanno accompagnato fino ad oggi.
Ha pubblicato le seguenti opere: Maschere di sabbia (poesia, 1959), Asterischi (prosa, 1990), Il segreto del tempo (poesia, 1994), II fagiano (prosa, 1997), Ferie d’Agosto (poesia, 2000), II ponte girante (prosa, 2002), Epigrammi per Lesbia (poesia, 2003), Ulisse per sempre (prosa, 2004), Il Fagiano e il Cinghiale (prosa, 2006), Un’altra vita (2007).
Molte hanno avuto la prefazione del critico letterario e d’arte Lia Bronzi e alcune la postfazione dell’avvocato poeta Alberto Caramella. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti e vinto importanti premi a livello nazionale e internazionale per la poesia, la narrativa e la scultura. È Presidente della giuria del premio letterario “Le Muse” di Pisa.
Suoi libri sono stati presentati da Romano Battaglia agli “Incontri al Caffè” presso “La Versiliana” di Pietrasanta.
La sua opera poetica è stata presentata a Firenze nel 2004 al Bar Letterario “Le Giubbe Rosse” e nel 2005 alla Camerata dei Poeti.
Collabora saltuariamente con la rivista “Diana” (editoriale Olimpia). Ha interpretato e curato la pubblicazione delle memorie 1944-1946 di Falcone Lucifero, ministro della Real Casa, insieme al Prof. Francesco Perfetti, con il titolo L’ultimo Re (ed. Mondadori).
E presente come scultore nell’Enciclopedia dei Pittori e Scultori italiani per gli anni 2003-2006; nel 2003 un catalogo delle sue sculture ha avuto la prefazione di Vittorio Sgarbi.

Sono nato ora di Alfredo Lucifero

Vedere il mondo In questo stesso momento miliardi di occhi di compagni di viaggio vedono ogni parte di questa terra che gira all’infinito viva o morta vedono tutto anche se io non ci sono chiuso nel mio garage di foglie pronto a partire con l’auto del sogno vedono mari bellissimi turchesi e verdi vedono ghiacciai immensi coperti di bianco vedono boschi e foreste con alberi altissimi quasi a toccare il cielo a fermare le nuvole e la spiaggia e il vento e la serena tranquillità del...

Ultimi articoli

Libri per San Valentino 2024

💖🎁 Idee regalo per San Valentino? Scopri i consigli di Manuale di Mari nella Speciale GALLERIA DEI LIBRI DA REGALARE! 📚 🔗 Visita la Galleria...

Separati da raggi dispersi di Marco Mastromauro

L’immagine di copertina è un’opera di Dante Zamperini intitolata Irradiazione che ricalca il titolo dell’opera poetica Separati da raggi dispersi di Marco Mastromauro con...

Non mi dimentico mai di chiamarti amore

Incisive le metafore, fluenti i versi, musicale il testo. La silloge colpisce per la sua intensità emotiva e per la sua capacità di fondere echi del passato e sensibilità contemporanea...