Guardo la bellezza
aprire gli occhi
velati di curiosità,
sebbene le ombre,
e interrogare il mondo
tenendo le labbra serrate
su rosari di pensieri
ancora senza forma.

La tengo fra le braccia
e ne ammiro il mistero:
la bellezza deve avere
qualcosa di inspiegabile,
puro, potente e sublime,
da attirare a sé
lo sguardo del cuore.
poi, è un attimo, non so quando,
che cominciano a rivelarsi
lacrime di gioia.

© 2009, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine