arsomnia

Se dunque, guardando attraverso le trasparenze di un fiore di vetro, ti par di scorgermi, allora son Io.

Ora c’è, ora non c’è più

Ora c’è, ora non c’è più come i fiocchi di neve cadono e quando arrivano a terra svaniscono. Ora ci sono, ora non ci sono più come gocce di pioggia scendono si perdono in un lago e non si contano. Ora ci sei, ora non ci sei più come un sogno che aprendo gli occhi muore e il mattino diventa incolore. Ora c’è, ora non c’è più come un dolore sordo qui nel cuore...

Cosa fa la bellezza

Ultimi articoli

Libri per San Valentino 2024

💖🎁 Idee regalo per San Valentino? Scopri i consigli di Manuale di Mari nella Speciale GALLERIA DEI LIBRI DA REGALARE! 📚 🔗 Visita la Galleria...

Separati da raggi dispersi di Marco Mastromauro

L’immagine di copertina è un’opera di Dante Zamperini intitolata Irradiazione che ricalca il titolo dell’opera poetica Separati da raggi dispersi di Marco Mastromauro con...

Non mi dimentico mai di chiamarti amore

Incisive le metafore, fluenti i versi, musicale il testo. La silloge colpisce per la sua intensità emotiva e per la sua capacità di fondere echi del passato e sensibilità contemporanea...