Ho atteso te come la più bella delle albe in cui potermi risvegliare.
Paziente.
Chiara.
Ho atteso.
Ora sono qui, seduta all’ombra di ciò che mi resta.
E stanchezza  mi prende e mi porta via  dal mio tempo ancora giovane.
All’ombra di ciò che mi resta.
Parole felici d’essersi smarrite per cercarti.
Piccole cose che mi ritornano indietro.
Piccole conchiglie lasciate sulla riva da onde generose.
Le terrò ancora tra le mie mani.
Pazienti.
Chiare.
Tutto ciò che mi resta.


© 2006 – 2009, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

11 thoughts on “Di sera

  1. Emozionante…Nostalgia x quel che di più bello si abbia mai avuto ed infine… ricordi come conchiglie che ritornano sempre trasportate dalle onde. Belle da raccogliere e custodire…

    Francy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine