poetavago
  • Frammento di sogno       Se chiedessi, quest’alba di pioggia saprebbe spiegarmi il sapore incognito della notte? Se chiedessi, la luce vaga di questo risveglio avrebbe un nome da pronunciare con sillabe brevi? Il buio mi ha lasciato senza parole, nè risposte: solo il particolare di una ragazza scalza, il mare docile ai suoi piedi e quest’amara [...] 4 responses 10 marzo 2006
  • Tarocchi        Altra pioggia ancora, anche oggi, come ulteriore ciclo di stagione; e dentro le pause del tuono le fratture del silenzio che si riempie di voce; la tua, come tue sono le dita che mescolano attese e sguardi, segreti e rivelazioni in cui le labbra respirano arcani diversi – senza suono – [...] 2 responses 23 febbraio 2006
  • Attesa di stagione Il cielo seguita a mutare, secondo un suo calcolo preciso per suggerire all’inverno soltanto un ricordo di neve dissolta nel risveglio della terra; bramo il sole, stanco di fango e gelo su questo angolo di zolle per le quali nutro semi d’amore, e questa schiena di suolo placherà la sete di radici timide, l’ombra della [...] 4 responses 14 febbraio 2006
  • Impressione mattutina Guardo acqua, di lontano,poichè questa città è un miraggiosenza ombre nè voce,perchè le parole sono nuvole infrantecontro un orizzonte disuguale.Respiro mare, solo pensandoche non c’è traffico lungo le strade,ma una musica erranteche non ha forma, e come chiaveun accordo di sillabe. 3 responses 13 gennaio 2006
  • Mia stella del mattino "Voglio altra memoriadi questo sapore chelasci ai miei risvegli,quando il giorno stentaa comprendere cheil mio sguardo non è prontoper altra luce…" 5 responses 5 gennaio 2006