null

***

M’Esilio al mio parlarti
in trame mute d’occhi
di quel vociare di mani ai vetri
e piogge di rientro

ricordo
del percorso e quel tacerlo al fato
riavuto in tempi andati

e la valigia
che sapeva il non partire
mutò la scena

oggi
che il tempo al vento
assegna i suoi profumi alle stagioni
nel rosariare degli anni al non averti

mi penso e chiedo
ch’es-senza fosse stata, ora qui
chissà

agli occhi miei la quiete.
***

~ © Nunzio Buono ~

© 2009, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

One thought on “Agli occhi miei la quiete

  1. Molto bella!

    Sì, il ricordo fiorisce o,
    sfiorisce con il mutare delle stagioni,
    nel suo ciclo perenne.
    Inesorabile è il tempo, ma non riesce cancellare l’essenza della memoria!

    Alla prossima Franca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine