Luna fatata
accarezzi onde tiepide del mare,
illuminando la riviera
tracciando un cammino
pieno di mistero
che giunge alle soglie
di un’altra terra.
Armonico fruscio,
incanto d’atmosfera,
sogno senza fine,
arcano del tempo.
All’orizzonte,
luci soffuse adornano
i miti dell’abisso.
Due città s’incontrano,
abbracciandosi in un cantico sublime
che non ha né tempo né spazio.
Tutto resta eterno
come la poesia
racchiusa in un quadro
ben raffigurato.

© 2007, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

6 thoughts on “Luna fatata

  1. “Due città s’incontrano,
    abbracciandosi in un cantico sublime
    che non ha né tempo né spazio”

    le città che si incontrano: è un’immagine che mi porta una piccola immaginazione.. ovvero che l’incontro non sia solo di mura e fondamenta, ma anche di cuori. I cuori della gente. Ecco, io spero che si incontrino anche quelli 🙂

    Ti abbraccio
    Ars

  2. Cara Nicoletta, questo è l’incanto della luna fatata, il tocco magico per cui il cielo e la terra, le città e le luci soffuse, divengono davvero poesia!
    Complimenti vivissimi!

    Nicla Morletti

  3. Davvero fantastica questa magica passerella di luna. Versi incantevoli Nicoletta. Complimenti.

    Bellissima l’immagine delle due città e quelle “luci soffuse” che “adornano i miti dell’abisso”. Bravissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine