Dei miei silenzi

Articolo precedenteAcqua nel deserto
Articolo successivoAvanza il tempo

Ha bocca di cristallo
il mio silenzio
Sentirmi è bere dalle dita

bisogna saperlo fare

Musicare ad arte sul bordo
esile
della verità.

romina capo

© 2007, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

13 Commenti

  1. Confermo pienament i complimenti che ti sono già stati fatti… “esile bordo della verità”: qualcosa di estremamente delicato, astratto e profondamente soggettivo. Bisogna… combaciare?
    Ammaliata!!!

  2. Il suono del cristallo ha una nota unica che, in sè le accoglie tutte, in apparente stridore monotonale.
    Ci vuole attenzione e pazienza perché non ci siano stonature o improvvise cadute sonore.
    L’amore è così, accoglie tutto e tutti, ma chiede dedizione e presenza.

    Questo e altro, in questi splendidi versi.

    Ciao,
    terradinessuno

    P.S.
    Ho seguito il consiglio di Robert e ne è valsa la pena.

  3. Lirica raffinata. Studiate le immagini: il silenzio dalla bocca di cristallo e poi quel tuo musicare ad arte.
    Siamo di fronte ad una ‘vera’ poesia!

    Un abbraccio
    Marilena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

© 2020, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti