menu Menu
Dei miei silenzi
By momy Posted in Blog degli Autori, Poesia on 28 Febbraio 2007 13 Comments 1 min read
Avanza il tempo Previous Acqua nel deserto Next

Ha bocca di cristallo
il mio silenzio
Sentirmi è bere dalle dita

bisogna saperlo fare

Musicare ad arte sul bordo
esile
della verità.

romina capo

© 2007, . Tutti i diritti sono riservati per i rispettivi autori.

Introspezione


Previous Next

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancel Invia commento

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine
  1. Confermo pienament i complimenti che ti sono già stati fatti… “esile bordo della verità”: qualcosa di estremamente delicato, astratto e profondamente soggettivo. Bisogna… combaciare?
    Ammaliata!!!

  2. Il suono del cristallo ha una nota unica che, in sè le accoglie tutte, in apparente stridore monotonale.
    Ci vuole attenzione e pazienza perché non ci siano stonature o improvvise cadute sonore.
    L’amore è così, accoglie tutto e tutti, ma chiede dedizione e presenza.

    Questo e altro, in questi splendidi versi.

    Ciao,
    terradinessuno

    P.S.
    Ho seguito il consiglio di Robert e ne è valsa la pena.

  3. Lirica raffinata. Studiate le immagini: il silenzio dalla bocca di cristallo e poi quel tuo musicare ad arte.
    Siamo di fronte ad una ‘vera’ poesia!

    Un abbraccio
    Marilena

  4. quando le parole prendono corpo
    e arrivano giusto un pollice sopra la bocca dello stomaco
    lì inizia l’emozione..

    grazie dei bei commenti.

keyboard_arrow_up