Avviene
quando nell’ombra mi sei vicina
e dall’ombra
solo il tuo volto emerge e il biondo albore
ti nasconde e t’illumina la fronte
come quelle piccole piazze sorprese dalla luna
dopo una lunga salita –
E gli occhi che mi cercano materni
e interrogano sereni
le mie strade trafelate.
Schiudono quella foce grande sul mare
e un sole che indovino
dolceferoce in fondo a te
che mi scende alla radice
e mi risucchia tutto il mio bambino.
La tua voce
che meraviglia i sensi
come sull’albero di notte il vento
fruga le foglie.
La vita
che mi fai bere sulle tue
labbra come dalla brocca che alla fonte
mia madre andando mi versava
fresca.

Avviene…
Il tuo sorriso è un vento di bandiere
e tu mi prendi e volo;
io qui dimentico il mio stanco animale
e mi sorprendo nuovamente
a correre con te…

© 2008 – 2014, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

12 thoughts on “Avviene

  1. Il suono dei tuoi versi, carissimo Mario, vibra nel deserto. Lascia impronte di naturalezza dentro. Sì, l’amore non può stare nella stretta del ricordo, sarebbero giorni senza sonno, ore di attesa. Amore aspetta una bocca da baciare…avviene nel giardino della vita!
    I tuoi versi si sono posati dentro la mia mente ed il mio cuore come un sogno incantevole!
    E dirti grazie è poca cosa.
    Laura Tonti Parravicini

  2. Caro, amatissimo Mario,
    mi sento ospite in questo tuo sogno dove la tristezza non ha ritorno.
    Non è più una notte di solitudine e stenti, persa in un cielo stellato senza più luna nè sole.
    Le tue ricche parole, le tue carezze, le prime che scivolano senza tempo sul mio cuore.
    Esausta arriverò alla verità,
    rimane solo una preghiera,sincera
    per essere perdonati
    e dimenticati.
    La notte senza risposte si allontana.
    C’è fuoco nel cuore… c’è fuoco nelle tue mani.
    Laura Tonti Parravicini

  3. L’amore come fonte dove dissetarsi,e ritornare a guardare con gli occhi di bambino..
    Questa non è solo una poesia è un quadro che rapisce gli occhi e il cuore…
    Complimenti

    Annaluna

  4. “La vita che mi fai bere sulle tue labbra…”
    Fantastica! L’ho letta con immensa emozione. L’esperienza che regala la lettura di una poesia come questa è indefinibile.Le immagini sono semplicemente grandiose, in una lirica che ha un equilibrio perfetto.
    Versi memorabili caro Mario.
    Complimenti e benvenuto tra noi.

  5. Avviene… e questo avvenimento è una carezza dolcissima del vento, che profuma di amore… Poesia con parole ricercate, che stupisce, e lascia un dolce sorriso.

  6. Non ho parole per esprimerti la sensazione che suscita in me questa poesia. Semplicemente meravigliosa, ha una leggerezza come fosse una soave sinfonia, o meglio una danza sulle punte del cuore. Non posso che farti i miei più vivi complimenti, sarei molto onorato se mi dedicassi un tuo commento alle poesie del mio blog, Lenio Vallati.

  7. Che belle immagini in questa poesia! E quanta luce! Bellissima la metafora delle piazze sorprese dalla luna dopo una lunga salita tra le stradine trafelate. Complimenti! Bella davvvero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine