E il non poterti chiamare amore
quando il mio viso s’attarda sul tuo petto,
e il non poterti dire
che mi manca quel bacio
tenuto in serbo per me.

Ascoltare il tuo respiro con la paura
che tornino i fantasmi ad appropiarsi
di un nascondiglio che sappiamo solo noi.

Perdermi nella coperta gialla
dove i fiori sembrano spuntare
ad ogni mio grido stupito, che tu,
insospettabile maestro, togli dal cilindro
quale mago d’inusitate alchimie.

E chiedermi dov’è stata fino ad ora
questa realtà che leviga le mie asprezze,
che muta la malinconia di un tempo grigio,
che quieta bellicose intemperanze,
e fa rivivere d’incanto i sogni che,
tenevo celati, come inestimabile tesoro,
nei cassetti chiusi a chiave, del mio cuore.

© 2010, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

One thought on “Solo per me

  1. Carissima Mariarosa, emozioni sempre con la tua bella scrittura “che muta la malinconia di un tempo grigio, che quieta bellicose intemperanze e fa rivivere d’incanto i sogni”.
    Complimenti per questa coinvolgente poesia d’amore e un affettuoso saluto

    Daniela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine