Buio, accarezza la notte e stringila
mentre luna ammaina la trista luce
non lasciar che ti sfugga, proteggila
ché Ermes veglia, solo a est ti conduce.

E’ soffiar lieve lieve d’alba viva
vita, scintilla che la notte spezzi
onda di luce che invadi la riva
miracolo vero, ne siam sì avvezzi…

E’ infrangersi dei sogni contro Aurora
nel tremare del cielo che si scioglie
…ivi sorge amore che ‘l cieco adora…

Tra il sidereo Notturno delle stelle
Alba e Notte dan vita l’una all’altra,
finché luce spezza il cielo in scintille.

© 2008, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

14 thoughts on “Dove nasce amore

  1. Aaaah Nanci! Sorellina!
    Grazie del tuo commento!! Le tue parole che vengono dalla tua anima sono sempre una luce.
    Obrigada, Irmazita.

    Grazie Sergio, le tue parole mi illuminano. Ottima descrizione di ciò che hai immaginato! Mi piace molto.
    Grazie.

  2. Bellissima poesia : leggendola immagino gli astri nel cielo che illuminano con i loro divini colori la notte buia e insieme alla musica del vento ci portano un amore grande e profondo.
    Complimenti e affettusi saluti.
    Sergio Doretti.

  3. dear irmanzita, after you translate your poem now i understand and it is so true taht we forget the things, the little and special little moments of our life, like a flower growing, the birds singing all morning, the sunrise as you said etc..
    Im a fortunate to listen all monrings the birds sisnging and when i go to work im also a foertunate to see the beautifull sunrise 🙂 and i apreciate it!!!
    so like the little things i thnak you for your friendship 🙂

  4. Grazie, Turchina. Le tue parole sono molto belle, sono una riflessione sulla provenienza della poesia.
    Come hai espresso tu, la poesia viene dall’anima. Ciascuna anima ha una musicalità propria. Basta ascoltare… e le parole non possono non incastrarsi tra loro come una trama che pare perfetta.
    Grazie, le tue parole sono una ricchezza per me.

  5. Non si può fare a meno di leggere le tue poesie con un fil di voce. Incantano le orecchie allore le rileggo e solleticano l’intelletto che per capirle di più me le fa rileggere ancora e ancora…. allora incantano lo spirito che viene contaminato da un’aura nella quale non riconosci la verità dell’intelletto ma quella dell’anima. L’anima è un passo in più oltre lo spirito.

  6. “Ritmo intenso che danza l’amore”
    L’amore è movimento, non è staticità. Quando una persona riesce a sentire l’amore in un tramonto, in una pianta che si scuote al vento, riesce a toccare parti di se stesso che non pensava nemmeno potessero esistere. E la vita diventa appena un pò migliore.
    Grazie, Ladysoul.

  7. Bellissime perole, Alba. Con l’amore si può arrivare a percepire l’immenso. Parlo di ogni genere di amore. Alla vita, alla propria esistenza, all’altro come essere umano. Perchè basta non temere l’emozione, e la gioia che può invaderci in qualsiasi momento diviene infinita.

    Le tue parole mi emozionano e mi commuovono, Laura. Sento che hai compreso il vero significato della mia poesia, e ne sono davvero contenta.
    L’amore allo stato puro è una immensità insondabile, che l’essere umano può solo appena percepire. La mia poesia è un frammento microscopico di questo Amore, una pallida luce.
    Io scrivo per glorificare le situazioni e gli eventi. Ciò che scrivo non mi appartiene mai, ma anzi è di ciò che l’ha ispirato. Una poesia è bella perchè l’oggetto emoziona. Utilizzo le parole del grande compositore Allevi:

    Sono uno strumento tra le mani dell’arte.

    Due anime si sono capite, e credo non ci sia nulla di più bello Laura…
    Grazie!

  8. Cara Marghy, trovo la tua lirica meravigliosa. Amare è soprannaturale, o è un’esperienza mistica o non è nulla. E’ una mistica che può essere data ad una piccola contadina come ad un grande teologo.

    Complimenti
    Laura Tonti Parravicini

  9. Dove nasce amore avviene un miracolo vero perchè diventiamo teneri di cuore anche con gli altri e ammirando il cielo riusciamo a scorgere lo scintillio delle stelle che vorrebbero stare nella nostra pelle.

  10. Grazie Daniela, per aver espresso apprezzamento sulle immagini che compaiono nella mia poesia. E’ stato il mio promo sforzo, fin dall’inizio, riuscire a rendere mie immagini interiori comprensibili a tutti. Ed è uno sforzo, perchè significa mettersi anche nei panni di un ipotetico lettore, e chiedersi se può essere compresa.

    Grazie Nicla, per le tue parole profonde sulla musicalità del mio brano. La musica che hai udito è quella della mia anima, è lei che guida il ritmo di tutte le mie poesie, a seconda della mia emozione.

    Ti ringrazo molto Robert per il tuo commento. D’ispirazione al passato ho preso il sonetto, è vero. Per me è stata una scoperta, perchè scrivere seguendo una struttura piena di regole come questa, che io credevo un impedimento, mi ha sorpreso. Non è un impedimento, è la creazione di una poesia perfetta da ogni lato, ovvero il più perfetta possibile, nei suoni, nelle parole, nella musicalità. Mi ha dato l’impressione, finito questo sonetto (che è stato il primo mai scritto) che non potesse essere altro che così. E’ un puzzle ad incastro il cui risultato sorprende, perchè richiede una profondissima messa in gioco di se stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine