Mille volte il dolore,
se il dolore ha la luce dei tuoi occhi,
mille volte la solitudine,
se la solitudine è sapere
che da qualche parte ci sei,
mille volte la malinconia,
se la malinconia
è la tua gentilezza che riempie il mondo
e i vuoti d’ anima lungo le stelle.
Tu sei necessaria. Alla mia esistenza
come l’acqua che disseta i deserti,
il tempo che porta via le stagioni,
e mette i segni sopra alla pelle.
Esisterai sempre,
in questo mio cuore!
Se anche non ci vedremo magari più,
sarai un alito di silenzio
che si confonde
col sorriso delle nuvole.
Ad ogni giorno che passa,
ad ogni lacrima,
ad ogni temporale.
Sarai un chiarore-
che da qualche parte si mette nel cielo.
A ricordarmi che la vita è bella.
-Almeno quanto sei tu.

© 2009, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine