Come gabbiano, spiegasti in volo le ali.

Vagabondo, sorvolasti lungo le coste del tempo.

Stremato, fermasti la tua corsa
sul letto di un fiume solitario.

Angosciato, piangesti la tua nostalgia.

Con grande speranza, tendesti la mano…
lasciasti che lo sguardo si perdesse
in una strada trapunta di rubini.

Come leggiadra farfalla
stesi le ali al vento, mi levai in alto
verso un magico incontro con il destino.

Mi posai sulla tua stanca spalla.

Con il sorriso, mandai via la tristezza
che la solitudine ti aveva dato.

E tu, come gabbiano reale
mi tenesti sotto le tue ali!

Immagine: The allure – Garmash

© 2008, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

77 thoughts on “Gabbiano reale

  1. Grazie Monia,
    per le tue dolci parole. Timidamente sto provando a librarmi in volo, auguro a te di spiegare le ali e di volare alto, sempre di più.
    Con affetto

    marinella(nonnameri)

  2. leggera come un volo…
    anch’io ho sempre desiderato spiegare le ali e volare…spero che la tua poesia sia un portafortuna per poter realizzare questo sogno.
    Grazie delle belle parole che scrivi, che fanno bene al cuore.
    Monia

  3. Grazie Maria Luisa,
    grazie per il tuo bel commento. Questa poesia trasuda di malinconia e di tristezza. Lascia il pensiero libero di spaziare.La vita di due esseri diversi si è incrociata in un viale trapunto di rubini con il destino.

    Un saluto affettuoso

    marinella(nonnameri)

  4. Cara Marinella,
    mi è piaciuta molto l’immagime del gabbiano associata a quella della vita, del destino e tutte sua le molteplici manifestazioni: lo scorrere del tempo, la tristezza, la nostalgia e l’affetto.
    La speranza finale redime il tono un pò nostalgico della poesia,la farfalla si può posare sulla spalla sicura che l’aiuta ad affrontare la vita con sicurezza.

  5. Grazie Alessandra,
    è veramente una lirica che affascina e senza volerlo ti trovi in un mondo che lascia spazio alla fantasia. (aforisma di realtà).

    Un abbraccio

    marinella(nonnameri)

  6. In un attimo si può raggiungere l’eternità. Viaggiando con i pensieri alati del cuore e dell’anima. In questa tenera poesia, la farfalla…viaggiando in un sentiero trapunto di rubini, ha raggiunto la sua eternità: la protezione!
    Ciao claudio, grazie del commento

    marinella(nonnameri)

  7. Scusandomi per non averlo fatto precedentemente, esprimo il mio commento.
    E’ sorprendente come nell’attimo di poche righe si possa viaggiare col pensiero e l’immaginazione, lasciandosi accarezzare dal fascino della forza che spinge la farfalla verso il gabbiano. Due esigenze, di compagnia e di protezione, che si uniscono, fondendosi in una splendida realtà.

    Claudio (Patronato ACLI)

  8. Grazie Francesca per aver letto la poesia.Felice che ti abbia emozionato! Avrei voluto che anche la mia Francesca apprezzasse il mondo fantastico dei versi che scorrono nelle vene, caldi…palpitanti… che compongono un testo di liberi pensieri come stormi di gabbiani in volo. Un cordiale saluto.

    marinella(nonnameri)

  9. in un tempo pieno di egoismo e solitudine un messaggio di speranza e gioia. grazie per avermi invitato a leggere questo bellissimo pensiero

  10. Grazie Sebastiano,
    cavaliere di corte attenta! Hai attraversato la prateria…un bianco cavallo ti ha condotto in sosta forzata, aveva sete. Hai abbeverato l’arsura di mondo sconosciuto….colmo d’emozione !
    Un cordiale saluto.
    marinella(nonnameri)

  11. Grazie Simone per avermi letta. Sono entrata nel tuo sito, mi sono trovata in un’officina d’arte, magnificenza dell’uomo! Non ho capito però come avrei dovuto fare per lasciarti il commento. Bravo.

    marinella (nonnameri)

  12. A Laura Tonti Parravicini.

    Cara Laura,
    immersa nel grande prato del manualedimari,alla ricerca di grandi emozioni, ho sostato nel giardino splendente d’armoniosa musica di OKSANA, di Daniela Quieti. Durante il tragitto sono imbattuta in un fiore rosso… dedicato a me. Stupita l’ho colto. Ho pensato di condividerlo regalando un petalo che profuma ancora dite, a qualunque lettore transiti nel mio viale.

    Amatissima Marinella,
    che il silenzioso sguardo d’amore, che Dio allora in fiamme vedeva in ogni cespuglio sia restituito, e che quindi si possano incontrare per terminare felici il resto dei loro giorni.

    Che bello essere il sole per i brividi dell’amato ed per il suo sudore d’ombra. A presto. PS conserverò i tuoi versi impressi nel mio cuore finchè farò ritorno a Milano. Ora ti scrivo dalla Provenza. bisou

  13. Grazie Mariella per il bellissimo commento. In effetti l’immagine suggestiva, scelta dalla Redazione, dà più sentimento ai versi della poesia… metafora di un amore che continua ancora nel tempo, sotto le ali di gabbiano reale.
    Un caro saluto.
    marinella (nonnameri)

  14. Grazie Irene per avermi letto e lasciato un commento.In effetti la scelta del gabbiano non è casuale, è frutto d’insicurezza di una fragile farfalla che affronta l’avversità della vita con la sua tenerezza.

    Un cordiale saluto

    marinella(nonnameri)

  15. Bellissima questa poesia !! Mi ha davvero emozionato… le immagini, descritte da questi versi, prendono forma e consistenza nell’immaginazione lasciando che l’ambiente marino si esprima con tutti i suoi colori ed i suoi profumi.
    E poi l’amore come tema principale di queste metafore, colpisce come una dolce freccia nel cuore….

  16. bella l’immagine, e belle anche le parole che spiccano in volo tra i versi.
    ottima immagine di leggerezza.
    bella la scelta del gabbiano regale nel suo attraversare l’aere, e la farfalla, eterea figura che ruba la gioia al giorno coi colori pastellati della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine