menu Menu
Tu non amore
Di Dorella Dignola M. Pubblicato in Blog degli Autori, Concorso di Emozioni, Concorso di Emozioni, 2008, Poesia on 27 Giugno 2008 9 Comments 1 min read
Rose di maggio Precedente Unione Successiva

Ti cercavo, non c’eri!
Ti chiamavo, non rispondevi!
Io ti amavo, m’ignoravi!
Ti parlavo, tu tacevi e ridevi!
Cercavo un po’ d’amore
Tu volevi e non volevi!
Perché cuore non t’acquieti?
Perché l’anelito ripeti?
Lo sai com’è la vita e
l’amore è un dente che si muove;
e finché è non tolto duole.
Istanti di gioia tra mari di noia;
trepidanti attese sempre deluse.
Eppure, a tratti mi guardavi
Nel silenzio m’amavi!
Mi ammiravi e soffrivi.
Mi volevi e non ti davi!
L’abisso tra noi ormai,
e so che non ci sei.
Io lasciarti non vorrei,
meglio del nulla questo
dolce dolore. Il pianto
mi prende per questo amore
che poteva essere grande!

Immagine: dipinto di Dorella Dignola Mascherpa

© 2008, . Tutti i diritti sono riservati per i rispettivi autori.

Amore


Precedente Successiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancel Invia commento

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine
  1. Cara Dorella,
    ho letto con molto interesse l’articolo sul sempre affascinante racconto di Narciso e Boccadoro, il brano tratto da “Pensieri da un’esperienza”, così intenso di riflessioni di vita e la tua bella poesia “Tu non amore”, così ricca d’emozione. Ti esprimo i più vivi complimenti per la tua scrittura e ti invito a visitare, nel mio blog, la presentazione del mio libro “Cerco un pensiero”.
    Saluti carissimi

    Daniela Quieti

  2. La magia dell’amore fa riunire nel cuore emozioni, amarezze, delusioni, dolci illusioni. Perdere questa magia nella nostra vita significa perdersi nel vuoto di un baratro. Allora, si preferisce quel legame di sofferenza che ti aggrappa con quel filo di speranza al ramo dell’amore.

  3. Orgoglio, timidezza ed altri elementi contrastanti del carattere e l’amore è una piccola barca a vela che affonda in un mare tempestoso.
    “Tu non amore” è proprio un bel titolo. Anche per un grande romanzo.

  4. Tormenti di un cuore per quello che è stato,per quello che poteva essere e per quello che non è più…

    Bella e struggente questa poesia..

    Un abbraccio
    Annaluna

  5. Vero il commento di Marinella, eppur… amare e sospirare sono due tenenti che però conoscono l’imperatore!

    LAura Tonti Parravicini

keyboard_arrow_up