Un’onda.
Uno sguardo si posa sul mio.
È un’onda
Tu sei l’onda. Io sono lo scafo che solca l’onda.
E  il mio sguardo senza languori, forte di abbracci si posa sul tuo.
Tu sei la vela e io sono il vento.
Ecco, io vengo a te, dolce tesoro. È una follia, lo so. Eppure questa è la scelta e questo sia. Sì, io vengo a te e tu aspettami.
E guardami. E io ti guardo. E noi siamo sguardi. Sereni. Nel cielo.
Nuvole accarezzano il tuo sguardo che si posa sul mio.
Onda e scafo. Vela e vento
E io vengo a te.
E tu vieni a me.

Eppure, mai più l’avrei immaginato!
Sotto la doccia, penso pensieri.
Come onda su onda
io penso pensieri.
Lei mi aspetta.
Ora o mai più!
Che dico?
Sì, sono io che parlo:
Se non ora, quando?
Lei mi attende…
E io, che attendo?
Questo è il tempo: questo è il mio tempo, questo è tutto il tempo, quando non c’è più tempo.
Sì, vado da lei
sospinto dall’onda:
fremiti d’amore
oscillano
onde impetuose
scuotono
il petto
e dal cuore nasce l’onda
che mi porta da lei
che la sospinge a me.

(Segue. Continua a leggere sul mio blog )

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

8 thoughts on “Onda d’amore

  1. Grazie a tutti per i generosi commenti. Se veramente sono riuscito a dare qualcosa di me a qualcuno di voi ne sono imensamenete ed umilmente felice.

    @Francy: l’episodio della doccia con il cappello non ha significati particolari, è soltanto un episodio particolare accaduto in un momento particolare della mia vita. Per me era un momento cosmico di trasformazione e superamento di me stesso (o forse per essere più esatti, di iniziazione a una nuova vita e di trasfigurazione della mia persona) e in momenti così può capitare di tutto, anche di fare la doccia con il cappello.

    Un grazie e un abbraccio a tutti.

    pino

  2. E’ l’onda della vita, della tua vita…

    L’onda che trascina e sommerge

    Mi piace l’originalità ed il sentimento che trasmette.

    Mi hanno colpito…i cappelli…hanno un significato particolare, che non riesco ad afferrare del tutto…

    Ti abbraccio 😀

  3. “penso pensieri”. All’inizio questa frase mi ha colpita, si è tatuata nella mia mente, a volte basta anche una sola parola per rapirmi…. Poi ho continuato a leggere il tuo racconto. Sembra quasi di sfogliare un album fotografico. Sono flash di vita. E’ vita raccontata con complessa semplicità. Un inchino alla tua bravura. Stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine