menu Menu
Cuscumatic
Cuscumatic

Cuscus Amerindo Cuscumatic.

Pagina precedente Prossima pagina

Quattro secondi

ti ho chiamata al telefono mi hai risposto con quattro secondi di silenzio… silenzio mortale … adesso anch’io ho il mio muro del pianto: quattro secondi di silenzio   Opera pubblicata nell’Antologia del Concorso di Emozioni 2007

Continua a leggere


Il camino acceso di Valmorea

I tuoi genitori: “Stasera abbiamo un impegno, Puoi fermarti a fare compagnia alla nostra piccola Leda? Non faremo tardi…” La piccola Leda è di sopra quindici anni e infiniti sbuffi sui libri di greco. La sedia rustica vicino al camino accoglie semplice i versi del mio libro. Un anno prima vivevo l’estasi di amarti nel […]

Continua a leggere


L'amore oltre l'amore

(en archè estì o logos…) Ed è forse sogno, la vita? … La vita conosce il sogno e la veglia… Il giorno e la notte… Per trovare le parole di vita che cercavo, ho imparato a conoscere la misura esatta del mio cuore. Il dolore mi insegnato ad amare e l’amore, fattosi perfetto, è diventato […]

Continua a leggere


Il dono del silenzio

il silenzio mi sveglia e bisbiglio silenzi … sussurra il silenzio: “sei tu che mi svegli?” … già squilla il silenzio chi sogna la sveglia e suona in silenzio un sogno da sveglio … E tu, bimbo sveglio, perché non mi svegli? … il dolce risveglio ha suonato in silenzio ecco, tesoro, un bacio e […]

Continua a leggere


Cantici

soffi di vela noi siamo sguardi ecco la voce e tu liberi il canto      

Continua a leggere


Felicità

Felicità nascosta tra Follia, Senso e Dolore, anche se a volte preferisce chiamarsi Verità: uno sguardo di donna, Principio d’ogni dolore, e d’ogni Vita e profondo come Abisso… … e quando tutto è finito, Felicità rinasce dall’Abisso e Amore rinasce da se stesso.

Continua a leggere


Onda d'amore

Un’onda. Uno sguardo si posa sul mio. È un’onda Tu sei l’onda. Io sono lo scafo che solca l’onda. E  il mio sguardo senza languori, forte di abbracci si posa sul tuo. Tu sei la vela e io sono il vento. Ecco, io vengo a te, dolce tesoro. È una follia, lo so. Eppure questa […]

Continua a leggere


Dolore

l’alba si annunciava tremenda come il fuoco dell’apocalisse e il dolore saliva squillante il suo trionfo

Continua a leggere


amore

(di pino mercuri) gli occhi sono fatti per gli occhi, la pelle per la pelle, la bocca per la bocca; uno: io sono uno in te e tu in me; uno: tu sei una in me e io in te; viene la vita in te, la vita in me, e siamo uno; uno d’amore, uno […]

Continua a leggere


Bugie

E nessuna bugia Tenti di rubare il dolore Dal mondo O morirà l’amore E il mondo sarà Senza corpo d’amore

Continua a leggere


Arturo

Arturo, l’uomo dei sogni, vive all’Isola, un quartiere milanese diviso dal resto del mondo per via dei binari della Stazione Garibaldi. A questo status di separatezza dell’Isola contribuisce non poco piazza Freud. Luogo metafisico e vagamente onirico quest’ultimo, come le atmosfere da lettino sul quale giacciono incontaminate tutte le nevrosi del novecento evocate dal nome […]

Continua a leggere


Ofelia

Ma il silenzio arriva, Ofelia… E dalla follia del silenzio nasce la bellezza che da sempre noi chiamiamo vita. Là, nell’immacolata follia del tuo silenzio io trovo il senso, come frutto splendido dell’essere. Non c’è vita, Ofelia, che non sia mortale… Non c’è vita, Ofelia, che non sia eterna. Eterna bellezza. Grazie, Ofelia, del tuo […]

Continua a leggere


La lettera mai scritta

Cara signora, …molti anni che penso di scriverle, poi… …il momento… passa, ritorna… un’ irruzione di cose… da dire… …anche stanotte Un personaggio. …Chi è?  Solo alla fine! Inatteso… molti gli indizi… … …disseminati? Solo dopo, ripercorrendo a ritroso la vicenda, si caricheranno di significato i labilissimi segnali… …disegno inequivocabile. Traspare, però! viscerali… tracce di […]

Continua a leggere


Autunno

Parole da sfogliare… Parole dolci come foglie silenti l’autunno… … Faville… Accese dal bagliore dei tuoi occhi

Continua a leggere


piove

piove …e nel guardarti il guardo e avvampa

Continua a leggere


il mio dialogo nel tuo deserto

chi sei? “sono ciò che tu ami più di ogni altra cosa” dunque sei tu? “sono la tua attesa” sei tu! “sono la tua assenza e più di ogni cosa è la tua stessa assenza ciò che desideri, ciò che tu ami… sono bellezza senza fine, sono il tuo fine, sono tua morte, sono la […]

Continua a leggere


Il senso

Guardare il tuo corpo… attraverso il Senso …e la memoria. I colori… Le vibrazioni dei colori come suoni… Le vibrazioni della luce e dei colori come musica. Le linee come melodie. Armonie. Melodie verticali. Frequenze armoniche. Vedere la tua voce. Ascoltare l’essenza del tuo corpo, il pieno e il vuoto dei volumi… …del respiro. Toccare […]

Continua a leggere



Pagina precedente Prossima pagina

keyboard_arrow_up