Lucia Visconti Cicchino

Lucia Visconti Cicchino, sposata con cinque figli. Nata ad Abbadia San Salvatore (Si), il 2 febbraio 1952 Residente a Firenze. Laureata in Pedagogia al Magistero di Firenze con il prof. Borghi Lamberto Insegnante Elementare per scelta. Ha curato soprattutto laboratori linguistici. Membro della"Bottega de' i' tempu passu" di Abbadia San Salvatore (Si), scrive poesie in dialetto. Ha pubblicato nel maggio del 2003 il primo libro di poesia “Orme di Signoria” Ed. Chirico Napoli, presentato a NovecentoPoesia del Comune di Firenze dalla Prof. Alma Borgini. Gianmario Lucini e Letizia Lanza hanno inserito la critica in "Poiein" on line. Nel gennaio 2004 “Grazie Disma” Ed. Chirico. Napoli, testo di meditazione sul senso della sofferenza e sulla misericordia di Dio attraverso la figura del "Buon Ladrone". Ha recensito su "Senecio", "Poiein", "L'abile traccia" testi di Letizia Lanza, Caterina Trombetti, Annalisa Macchia, Fiorella Macchioni, Leandro Piantini. Nel febbraio 2007, “Con il volto di terra” (racconto), con Cantagalli (Siena). Nel gennaio 2008, “Per mano” (poesia) Collana Corymbos di Polistampa. Firenze. Nel giugno 2008, “Dietro i vetri” (poesia in dialetto badengo), quaderno di Pianeta Poesia.

Un vagito ci chiamò

Come avvolti da un alito magico, avevamo invitato la vigilia di Natale i parenti più stretti per festeggiare la nascita di Emanuele. Il ruolo di neo – genitori ci riempiva di gioia, anche se non mancava in alcuni momenti un fondo d’ansia per la responsabilità cui temevamo di non essere all’altezza, soprattutto quando il piccolo piangeva e non capivano il perché. La gestazione era stata difficile:...