Ester Cecere

Sono nata a Taranto il 30 aprile 1958. Ho conseguito la maturità scientifica e sono laureata in Scienze Biologiche. Vivo e lavoro nella mia città natale presso l’Istituto per l’Ambiente Marino Costiero del Consiglio Nazionale delle Ricerche, dove mi interessa di biologia marina. Sono sposata e ho due figli. Ho due grandi passioni: il mare e la scrittura. Il mare fa parte della mia vita fin da quando ero bambina. E oggi lavoro sul mare, col mare e per il mare, essendo una biologa marina, ma il mare rappresenta anche la mia principale fonte di svago e di evasione. La scrittura è una mia necessità innata; scrive ovunque e in qualunque momento sento l’esigenza di fermare su carta i miei stati d’animo, le mie emozioni.

Come foglie in autunno di Ester Cecere

Pioggia d’incomprensione - Pioggia battente sulla barriera di spessi cristalli. Inutili, scivolano sui vetri le parole. *** Potatura La mia vita ho potato con cesoie decise. I rami secchi e quelli stenti ho tagliato. Solo sani germogli frutti porteranno. Chè siccitosa è la stagione e arida la terra. *** La Tortora Appena riconoscibile. Mucchio di piume, verso il cielo protese le rigide zampette. Fagotto sul rovente asfalto caduto, d’auto veloci sfiorato, sussulta rimbalza rotola… Così è l’uomo. Affannato ed incurante della propria e l’altrui vita. *** Incantato grazie Mi riempio dello stupore dell’alba che di rosa tinge della notte le ombre, dell’eterno sciabordio del...

Nessun Articolo da visualizzare