JENIN

Nascemmo e morimmo nel fuoco,

affogati nel piombo e nessuno

risorse dal filo spinato.

Ti ricordi quel giorno,

la terra violentata dagli anfibi

e i brandelli di carne stesi

come bucato lungo il filo spinato.

Quel giorno la madre cercò

figli e urlò preghiere scalciando

sassi e polvere nel vuoto;

e bevve sangue, la madre,

sangue del figlio partorito

nel suo sangue, sangue di Cristo

che non feconda più fiori

ma imbeve mitraglie

ai bordi del filo spinato.

Ultimi post

Altri post