Tristezza, scena mia diletta
tu non mi lasci mai
lunga ombra della notte
sempre m’insegui

Immenso nero oceano
nei tuoi gorghi mi trascini
e anche i bei ricordi
tingi con cupi colori

Non mi lasci mai tristezza
avvolto nel tuo grigio mantello
in cima a un sogno aspetto lei
trafitto da punte di diamante

E la mia poesia più bella
che lei non si aspetta
sembra un bacio rubato
un’emozione spezzata

Non mi lasci mai tristezza
nel tuo scuro regno mi confini
ove la sua voce mi sussurra
che non è più il mio tempo.

Non lo sarà mai più.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

5 thoughts on “Non mi lasci mai tristezza

  1. Bellissima:

    Trovo una forte assonanza il tuo passo: “Immenso nero oceano

    nei tuoi gorghi mi trascini”

    Ed il mio in FARFALLE che recita: “…il vascello della mia solitudine che si inabissa in un gorgo di luce…”

    Un bacio

  2. Bonjour tristesse

    Chi sei tristezza,

    che ti avvinghi alla mia vita

    tingendola di grigio,

    rendendo cupe le ore

    e più buie le mie notti?

    Chi sei tu,

    che mi rubi il sorriso

    torturandomi l’anima,

    insanguinandomi il cuore?

    Nei giorni più neri

    ti urlo “vattene”!

    Ma tu sogghigni e resti,

    e io mi piego

    in una lacrima

    triste.

    Un sorriso,..dopo tutta ‘sta tristezza 😉

    Ars

  3. Conosco la deflagrazione dell’anima quando lo strappo si fa un pò più forte ed un dolore sordo s’impossessa di lei…….per fortuna poi passa. Sino alla nuova implosione. Un saluto Robert.

    Giò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine