Senza ombrello

Senza ombrello né sassi
da lanciare mentre bevi
da un boccale l’intero mare
E il tuo profilo è un nuovo sole
che nei polsi miei disegna
nuove strade
Mentre con un dito raccolgo
mostarda fruttata
dall’angolo della tua bocca
Imbuto di vita e amore

Ci si vorrebbe arrendere alla voce livida del primo temporale d’agosto che un po’ t’assomiglia se non fosse che è ancora inverno e il tuo profilo è altrettanto lontano e le lenti fredde che t’accompagnano gli sguardi oltre la miopia per amorosa mano facciano in modo che la distanza dal mio cuore sia disattesa mentre lenta s’assottiglia.

Ultimi post

Altri post