La Promenade du Chat by Romy

Regine
vorrei fossero tutte le donne
consapevoli e sicure
come querce ampie ed ombrose
della propria forza
flessuose e gentili
con chi di loro abbisogna
come fronda di salice
l’acqua accarezza
acute ed attente
come aquile a scrutar dal cielo
ogni vibrar dell’erba
e come volpi
astute nell’evitar l’inganno.

Regine senza paura
ché paura ogni virtù cancella.

Regine d’amore
che sanno
loro cuor donare
con infinita dolcezza
ma
senza mai obliar saggezza.

Cecilia

© 2007, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

12 thoughts on “Regine d’amore

  1. L’abbinamento eufemistico “donna-regina” molto bello nella sua liricità e completezza. Esaltare il ruolo della donna “quercia” fortezza in ogni ruolo, dolcezza e malleabilità nel carattere della vita.
    Silvana Bilardi

  2. Un inno alle donne eccezionale, Maria! Eccezionale perché rivela una profonda femminilità. Credo sia la qualità migliore delle donne anche se spesso viene intesa come un limite!

    Complimenti!
    Marilena

  3. Ed ogni donna è una regina, per se stessa e per coloro che si avvolgono della sua presenza.
    Una poesia molto bella e delicata, che offre della donna splendide immagini.
    Eccellente la tua poetica, come sempre, cara Cecilia
    Maya

  4. Sì, sarebbe un mondo migliore, cara Nicla, sempre che le donne imparino a rispettare sempre di più la propria dignità e i propri saperi. Grazie del commento e un affettuoso abbraccio. Cecilia

  5. Re e regine in amore. E il mondo sarebbe più luminoso, una continua ascesi verso l’alto.

    Bello il titolo Regine d’amore, il sogno degli uomini.

    Nicla Morletti

  6. Mai. M A I autoritarismo, prevaricazione, sopraffazione. Solo Amore. Il re che intendo io è quello in grado di offrire alla propria Regina tutto l’Amore di questo mondo, tutta la dolcezza del proprio cuore, tutta la fedeltà della propria anima. Ma esistono ancora Regine che vogliono questo?

    Con affetto Pierpaolo

  7. Certamente, caro Pierpaolo! C’è da riflettere un po’ sulla regalità, al maschile, che non s’intenda ancora come autoritarismo, dominio. Evviva allora all’uomo regale. E grazie per il tuo sorriso.
    Caro Robert, grazie. In te, per quel che ti conosco, c’è regalità, perché avverto in te equità e generosità.
    Bella l’immagine che avete posto sopra la mia poesia, mi piace, anche se lì per lì sono rimasta un po’ perplessa, la foto che io avevo proposto rappresentava una mia piccola opera, ma va benissimo così, è più vivace. Un abbraccio.

  8. Un inno alle donne che lascia il sorriso sulle labbra, che ti fa sognare e desiderare un mondo dove davvero tutte le donne possano essere regine.
    P.S. ma noi uomini riusciremo ad essere i loro re?
    ;-)))

    Pierpaolo “JetStream”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine