Un mare nei tuoi occhi
Fluisce veloce nei miei
Oggi che non ci sei
Spruzzi di sale sul mio viso
Risvegliano amaro il dolore
Di chi per un pò fu per me

Navighi lontano
Tra lidi che non conosco
Verso terre che non voglio vedere
Stringi venti che odorano
Di spezie d’Oriente
Ma senza di me
Lontano il nostro Amore

Dove è il tuo mare oggi
Perchè tagli le tue cime
Corri di nuovo
Nel porto sicuro della tua vita
Lasciando lontano
Un mare d’Amore

18 gennaio 2007

© 2007, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

10 thoughts on “Un mare d’Amore

  1. Ragazzi, grazie a tutti voi! Le vostre parole sono le poesie più belle. I vostri complimenti e i vostri abbracci sono il regalo più desiderato. Si, in questa poesia c’è tutto questo: idealizzazione per amori persi, l’Amore, quello che si scrive con la A maiuscola, la gelosia ed il dolore.
    Un abbraccio a tutti e grazie ancora!

    Pierpaolo “JetStream”

  2. “Lasciare lontano un mare d’amore”, un altro enigma della vita. Il ricordo della persona amata è qui struggente malinconia. Il senso di abbandono è dolore allo stato puro, è un grido sull’asfalto della vita, in attesa di un fiore nuovo.
    Stupenda poesia.
    Nicla

  3. “Dove è il tuo mare oggi
    Perchè tagli le tue cime
    Corri di nuovo
    Nel porto sicuro della tua vita
    Lasciando lontano
    Un mare d’Amore”.
    Mi è piaciuta molto questa strofe, Jet. Questa metafora del mare della vita e del mare dell’amore o, come scrivi tu, Amore. Credo ci sia una differenza, vero?

    Un abbraccio
    Marilena

  4. Mi lasci uno strascico di malinconia… è come se ascoltassi di nuovo quelle parole… che mi hanno lasciata qui al mio posto, che non mi hanno permesso di scoprire l’India. Senza alcun pentimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine