La sua casa

Articolo precedentePm2, Terzo giorno
Articolo successivo
 
Quelle pareti chiudono
nella loro gelida fissità
le vane speranze di un’anima,
fermarono il tempo,
distruggendo l’inceder violento
dell’umana vita,
udirono frasi d’amore
e felici s’aprirono
in un tiepido abbraccio
su quei corpi frementi.
 
Ora, un’immane tempesta di dolore
ha spazzato i ricordi,
trascinandoli lontano,
e tra quelle mura
non rimane che pianto,
un pianto infinito,
simile alle ultime gocce rosse
di sole al tramonto.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

© 2020, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti