menu Menu
Amarti a novembre
By Francesco Ballero Posted in Blog degli Autori, Poesia on 8 Novembre 2006 12 Comments 1 min read
Deserto d'amore Previous Uno svanire lento... Next

Com’è difficoltoso raggiungerti,
delizia incustodita sorprenderti,
ora che le parole sembrano alito
che condensa e si umilia tra la nebbia,
biancore che inargenta il nostro gemito
sepolto nella terra sonnolenta.

Com’è difficoltoso raggiungerti
ora che la calda estate è terminata,
assolata memoria abbandonata.

Per la campagna il mio vagare incerto
tra i dipinti silenzi limacciosi,
cavaliere che lotto col destino.

Ed arrivano i giorni del trasloco,
occorre rimettersi in cammino,
il mio mantello d’oro ad un viandante,
metà per lui, l’altra metà al Signore,
bevo il novello vino e tu ne hai parte,
fuoco di ceppo nel nostro camino.

francesco ballero – novembre 2005

© 2006, . Tutti i diritti sono riservati per i rispettivi autori.

Amore


Previous Next

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancel Invia commento

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine
  1. Ringrazio tutti per i bellissimi e graditissimi commenti.
    Solo per rendere più comprensibile il riferimento al mese di novembre terrei a precisare che il rimettersi in cammino ed il trasloco si riferiscono alla scadenza dei contratti agricoli che cadevano nel giorno di San Martino (11 novembre), scadenza che costringeva i contadini a traslocare e ad andare altrove per cercare eventuali altri datori di lavoro: Il mantello (d’oro si riferisce ovviamente a San Martino stesso, che donò parte del suo mantello ad un povero e l’altra parte ad un altro povero, (che la trdizione popolare identificò con il Signore stesso). Ovviamente i riferimenti si adattano perfettamente ad altre interpretazioni riguardo ad una relazione d’amore …
    Grazie
    Francesco

  2. E’ davvero difficile superare la senzazione di distanza e di distacco che a volte tra due cuori si crea…
    Spesso perciò è inevitabile “il trasloco”…
    Mi piace l’immagine del mantello d’oro.

  3. Tutta la raffinatezza e l’intensità della tua poetica in questa splendida poesia.
    Incantata sempre dai tuoi versi
    Un abbraccio
    Maya

  4. Amore dolente, come pare dolga la vita al limitare del tempo più breve. Eppure il vino è novello e vi è altro cammino, e luce, e calore. Un abbraccio forte.

keyboard_arrow_up