Résurrection - Claude Théberge

Passo dopo passo
mi avvicino al tuo cuore,
sedimento di riflessi
spenti nel cuneo di respiri
troppo a lungo trattenuti.
E insieme scopriamo
conserve non espresse,
fiati corti e lacrime clandestine.
Non vergogniamoci del dolore,
scandaglialo con me,
riponilo con intreccio di mani
e, indolenti, stemperiamolo
– adesso! –
nella ciotola d’oro del nostro amore.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

7 thoughts on “Dolori al setaccio

  1. Meravigliosa. Un dolore da stemperare nella ciotola dell’amore…che incantevole immagine…
    Adoro ogni tua poesia e la sensibilità che ti appartiene.
    Un bacio
    Maya

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine