Lavanda di cielo

s’arresta a varco

dei miei alti sandali bianchi,

il regno è profumo di pioggia

su ronde di falchi castellani

ed è voluta metamorfosi

che di memoria fa risacca

in approdo

a nuove orme di cigno…

 

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

4 thoughts on “Lord 310

  1. Densa da rileggere… bella.

    La frase da cornice è (a mio modestissimo parere) “che di memoria fa risacca”: mi fa pensare al ricordo e all’oblio che si alternano sul teatro della mente. Originalissima.

    Brava davvero

    PG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine