menu Menu
MIKROKOSMOS
MIKROKOSMOS

Chi sono?... bella domanda... sicuramente una Donna... in continua evoluzione. F.to Morgendurf

Previous page Next page

Alzheimer e dintorni

Una casa padronale una residenza nobile un tempo una corte interna dita scorrono sulle tastiere sfiorano note polka, mazurka, valzer mantici come ventagli arti circolari si muovono a comando a sopperire un’assenza senza speranza qualcuno balla seguendo il ritmo i passi, le giravolte ricordi della giovinezza dimenticato è il loro nome la loro età il […]

Continue reading


Autoritratto (2008)

Scrivo nel segreto della notte di segreti abbandonati consumati come le mie dita nell’inchiostro della penna apparecchio il cuore, lo vesto di bianca purezza i miei seni candidi offro ad amanti immaginari irresistibili come il mio fascino accarezzo immagini coi miei lunghi capelli color miele foresta di ricordi inespugnabili che guardo coi miei occhi scuri […]

Continue reading


Un uomo ad una donna

Ho perso la donna amata anticipatamente maldestramente ora non so chi tu ami non avuto tempo per conoscerti ho temuto di farlo vedo dentro me grandi immagini grandi indagini sono un paesaggio in lontananza ho attraversato strade per conoscermi ho temuto di farlo guardo il tuo giardino che mi avevi aperto che mi avevi offerto […]

Continue reading


16 febbraio 2006, ore 17.28

E quelle sarebbero le tue parole? Dovrei leggervi il fascino, ma vedo solo pietre rotolanti giù dalla collina del disonore precipitare a valle, piombare in un trogolo mentre tu arranchi per raggiungere il monte. Non vedo nessun mosaico, solo il tuo piumaggio tatuato e tu che corri, ti affanni nel tentativo di dare un significato […]

Continue reading


Ti ricordi di Maria di Magdala?

Perché ci si può mettere a nudo anche senza spogliarsi. E così feci. E tu dall’alto – o dal basso – del monte mi guardasti, proiettando su di me le tue ombre. Un flash – un lampo – un neon. E fu lo scandalo. Venne organizzato un fastoso ricevimento per festeggiare l’evento. Una vipera si […]

Continue reading


www://MMORPG/Online/TG.it

Ed in futuro cosa accadrà? Quando smetterai di fabbricare scarafaggi telecomandati di indossare l’abito di un ragno cibernauta che sbava e tesse le sue tele una, cento, milioni di milioni per cercare vittime per cacciare prede atte a sfamare il tuo ego?… Ti ho visto rubare le identità pezzetti di altrui identità e spacciarti per […]

Continue reading


Il gatto selvatico (per il gatto adulto, la cura, l'igiene e la prevenzione sono assolutamente d'obbligo)

Me ne resi conto un giorno e fu la prima di molte altre volte dubitai di tutto ciò in cui avevo creduto iniziai a diffidare di tutti ancora oggi mi ricordo di quel gatto selvatico – dovrebbe avere quasi sette anni – dei suoi occhi capaci di vedere solo al buio solo il buio muoveva […]

Continue reading


Il bambino balbuziente

Non so quale nome tu abbia scelto piccolo bambino balbuziente – che ti nascondi nei boschi – per poi dire a tutti di esserti smarrito mentendo giochi con le formiche ne cerchi i nidi le scovi e le stuzzichi le nutri con frammenti di patatine ma subito – stanco ed annoiato – le schiacci furiosamente […]

Continue reading



Previous page Next page

keyboard_arrow_up