Lucio Schiuma

Sarò come Garrincha di Lucio Schiuma

Chiusosi lentamente il portone di casa alle spalle, Marco rimase per un attimo immobile sul marciapiede. Poi alzò lo sguardo e scrutò il plumbeo cielo invernale. Quindi abbassò le palpebre e, fra sé e sé, espresse il classico desiderio che ogni adolescente formula in vista di una giornata scolastica che si annuncia particolarmente impegnativa: "Che Dio me la mandi buona!" Appena riaprì gli occhi, una gelida...