Incoronata Silvestri

Incoronata Silvestri nacque sotto il segno del leone in un piccolo paesino pugliese. Il nome insolito ed una serie di esperienze adolescenziali resero la sua vita così ardua che all’età di 19 anni fu costretta a lasciare il nido. Dopo due anni di studi universitari (svolti a Roma) decise,con saggezza, di interrompere i rapporti con l’istruzione formale per darsi allo studio individuale e viaggiare un po’. Non mancarono da quel momento viaggi, lavoro, letture e musica fino ai suoi 23 anni, quando scoprì che un piccolo girino stava crescendo nella sua pancia, e fu subito gioia. Passò così dalla musica al pianto, dalle corse dietro i treni alle corse dietro il piccolo. L’unica cosa che non abbandonò mai fu l’amore per la scrittura. Nascosta negli angoli bui della casa, di notte, di giorno, le bastano una penna ed un foglio per sognare ancora. P.S: E’ insegnante d’infanzia e si sta affacciando al giornalismo, ma questa è un’altra storia.

Siracide 9,10. Gaia scopre la morte di Incoronata Silvestri

Una voragine della quale non vedi il fondo (…e probabilmente non esiste…). Lo spazio ed il tempo. Nulla esiste più veramente. Una stasi emotiva che non ti fa cedere. Incredulità. Non è successo a me. La morte è sempre degli altri. Mai nostra,mai di chi amiamo. La nostra immunità è scontata. La nostra fragile umanità dimenticata. La morte non ci appartiene. La morte non appartiene...