Guerino Iaquinta

Guerino Iaquinta, è nato nel 1924 a Bisignano (Cosenza) e vive a Portici (Napoli). Scrive poesie sia in lingua che nel dialetto napoletano ed è presente in molteplici antologie di autori contemporanei. E’ Senatore dell'Accademia Internazionale dei Micenei e Cavaliere della Repubblica Italiana. Moltissimi i riconoscimenti ottenuti, tra cui i primi premi al "Carlo Goldoni", "I leaders", "Natale Pace nel Mondo", "II Cortile", "Calabria", "La Cittadella", "G. Ungaretti"... Gli è stato anche attribuito nel 1993 il "Trofeo delle Nazioni" dal Centro Europeo di Cultura e nel 2003 il Premio speciale "Porta dei Leoni" per il Libro Edito. Tra i Riconoscimenti più recenti figurano: - 3° classificato al Premio Nazionale di Poesia "Maribruna Toni" 2003 con il libro "Racconti"; - "Gran Premio Terra d'Etruria 2003" - Titolo Onorifico "Paladino dell'Arte" dell'Accademia Italiana "Gli Etruschi"; - "Premio al Merito Culturale" del Centro Divulgazione Arte e Poesia U.P.C.E. - 2004; - Diploma di Merito e Titolo Onorifico di Cavaliere Araldico dell'Accademia Gentilizia "I Marzocco" - 2004; - Titolo Onorifico di "Cavaliere della Tuscia" dell'Accademia Italiana "Gli Etruschi" - 2004. E' presente nei quaderni di poesia "Il Calamaio'' ed ha al suo attivo la pubblicazione di tredici libri: in dialetto napoletano "Mme sento Violentato", "L'Angiulillo e “a Farfalla", "Duje Surecille", "La luna e il Sole", "Doje parole cu' Nostro Signore" e "'O bene d’ 'A Mamma"; in lingua "La luna e il Sole", "Fiocco di neve", "Racconti", "La danza dei Tempo", "Il Vicario Nero", "Coriandoli" e "la vita e l'amore".

Fiocco di neve di Guerino Iaquinta

Fiocco di neve - Fioccava, quella lontana sera del mese di gennaio. Sul selciato la neve aveva raggiunto l'altezza di circa dieci centimetri ed io avevo ventidue anni. Erano più o meno le dieci di sera mentre mi ritiravo dal circolo culturale che all'epoca fungeva anche da agenzia ideologica e unica risorsa per noi giovani del paese. La serata non era molto fredda, anzi il...