Canto Libero

Volo radente
su celi mai visti,
tra stelle cadenti
e sogni inespressi.
Canto mai sazio
d’amore profano,
di cuori rubati
su spalti mai domi.
Filtro è d’amore
il mio verbo solare,
e piaceri d’alcove
è vagar da giullare.

Ultimi post

Altri post