Canto Libero

Volo radente
su celi mai visti,
tra stelle cadenti
e sogni inespressi.
Canto mai sazio
d’amore profano,
di cuori rubati
su spalti mai domi.
Filtro è d’amore
il mio verbo solare,
e piaceri d’alcove
è vagar da giullare.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'├Ę un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

Fiera dei Libri Online

spot_img

Manuale di Mari

spot_img

Ultimi post

Altri post