Che ci passa in mente in questo luglio rovente? Sole, mare, vacanze.
Chi è d’accordo con noi e può avere vacanze serene le regali un po’ anche agli altri, magari a chi non può permettersele o semplicemente non può farle. Come?

Una poesia in foto o una poesia con foto. Come preferite. Pubblichiamo dei post vacanzieri, proponendo una poesia breve e una nostra foto, anche solo un verso o una semplice frase che possa immortalare una emozione o un istante di poesia, colto nei giorni di vacanza. Le foto, però, mi raccomando, devono essere assolutamente originali, scattate da voi durante i vostri giorni di vacanza, al mare, in montagna o chissà dove. E non dimenticate l’argomento di questo blog: l’Amore! Pubblicheremo queste opere a partire dal mese di agosto. Fateci capire nei commenti se l’idea vi piace e volete partecipare. Chissà che non diventi un libro anche questa raccolta…

Un bella notizia ora: la nostra cara amica Nicla Morletti va forte con il suo romanzo “Nelle mani del vento”! Ha già vinto un premio! Leggete e commentate nel blog dell’autrice! Complimenti Nicla!

Complimentiamoci anche con Carina Spurio. I lettori del Blog degli Autori hanno deciso di regalare a lei il fiore del mese di giugno, una splendida rosa rossa, per la sua opera “Pegno antico”. L’omaggio floreale è offerto dal nostro gentilissimo Patner Punto Flora.

Non dimenticate poi di leggere e commentare le opere del mese di luglio. Scegliamo l’opera da premiare con un fiore! Come si fa a segnalare le opere? Leggete questa pagina.

L’estate è anche un momento di riflessione sull’editoria e i suoi rapporti con il web. Forse può essere interessante ascoltare l’intervista realizzata da Elisa per Blogosfere (l’intervistato è Roberto Cicala, docente di editoria presso l’Università Cattolica ed editore di Interlinea). Di seguito, cliccando su “continua” potete vedere ed ascoltare l’intervista.

Buone vacanze e buona lettura!

© 2007, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

16 thoughts on “Vacanze creative!

  1. @ ManualediMari

    Sì, perfettamente d’accordo su questa esplosione. Che c’è stata anche a prescindere dal web.
    Con la “cultura digitalizzata” si è a lungo parlato di “morte” del libro di carta, invece è accaduto esattamente il contrario: grazie al fatto che si può pubblicare un libro anche in poche decine di copie, i costi di stampa sono ormai alla portata della maggior parte delle persone.
    Resta in me la sensazione di un dislivello abissale tra la lettura e la scrittura, in Italia, in particolare per quanto riguarda la poesia. Da indagini statistiche piuttosto attendibili, si calcola che i lettori abituali di poesia (con riferimento a chi compra con una certa regolarità libri su carta dedicati all’argomento) siano un migliaio o poco più. Mille libri di poesia credo vengano stampati in un paio di settimane, forse anche meno…
    C’è da riflettere su questi dati, credo, anche se poi ovviamente c’è un discorso parallelo per quanto riguarda i siti su internet dedicati all’argomento.

  2. @animus

    Forse, nell’era digitale in cui viviamo, dovremmo prendere atto del fatto che tutti i lettori sono anche scrittori o potenziali scrittori… In definitiva, i secoli in cui il livello di scolarizzazione era basso e pochi potevano leggere e scrivere sono alle nostre spalle.

    Poi, appena è venuta meno con il web la “mediazione” degli editori, ecco che la scrittura è letteralmente esplosa. Io non penso che questo fenomeno sia negativo né che continuerà a manifestarsi sempre nello stesso modo. Si scrive di più ma si legge anche di più.

    Tant’è, la realtà con cui dobbiamo fare i conti è questa. Secondo me c’è da fare una grande lavoro per educare chi scrive e chi legge. E internet può aiutarci moltissimo a farlo se non percorriamo sempre le solite vie.

  3. Complimenti vivissimi anche da parte mia per Carina e Nicla, è bello scoprire ogni occasione in cui viene premiata la qualità.

    Sui futuri scenari internettiani… beh, personalmente sono tendenzialmente pessimista, più che altro perchè da un paio di anni a questa parte noto una frammentazione esponenziale che credo ormai inarrestabile.
    La scrittura virtuale sta ripetendo il paradosso di quella su carta: tutti pubblicano, pochi leggono. Su internet noto lo stesso andazzo di massima: tutti vogliono il proprio spazio, pochi hanno voglia di collaborare e confrontarsi con altri autori, altre iniziative culturali.
    Auspico ciò che auspica Robert: più collaborazione, meno individualismo. Magari almeno in qualche spazio si può riuscire a portare avanti questa “tendenza”, le idee concretamente realizzabili non mancano.

  4. Ottima l’idea di immortalare un istante di poesia in una foto. E notevolmente originale anche l’idea della foto con poesia in questa nostra estate così calda e piena di sole.

    Ottime e esauriente le risposte di Roberto Cicala. L’imminente futuro dell’editoria italiana è nelle mani di internet. E anche quella degli scrittori che vogliono far conoscere le proprie opere a un pubblico più vasto.
    C’era un bellissimo articolo su Panorama del 28 giugno sul mondo della blogosfera. Secondo un’indagine effettuata sui blogger italiani, esiste circa un mondo di oltre 2 milioni di persone che scrivono o leggono i diari sul web.
    Titolo: La prima indagine su come cambia la rete – Blog Power. Risultato: gli scrittori di internet fanno controinformazione, anticipano le tendenze, indirizzano i costumi. E i pubblicitari vorrebbero conquistarli. Invano.

    Grazie Robert per la presentazione dei miei romanzi, grazie per il tuo impegno nel divulgare la cultura e la letteratura d’amore nel mondo del web.
    Grazie Renato per il tuo commento.
    Un abbraccio di cuore a Nicoletta, Arsomnia, Ambradorata.

  5. @Animus

    I grandi mezzi di comunicazione hanno sempre avuto questo ruolo di “educare” il gusto del pubblico. La tua osservazione è giusta ma le persone che navigano nel web e che riducono le ore dedicate alla tv aumentano sempre di più… Senza considerare che Internet e la tv, poi, sono destinati a convergere in un unico o più mezzi di accesso al web e ai programmi televisivi. Si potrà navigare guardando il televisore e viceversa (questo già accade per molti di noi attraverso il PC).

    Tocca agli operatori del web ora “educare” i nuovi spettatori ed attori dell’era internet evitando di ripetere gli stessi errori e peccati della tv…

  6. @Ambradorata

    Certamente, le foto possono essere anche ritoccate ma forse è meglio evitare elaborazioni grafiche complesse. L’idea è quella di immortalare un istante di poesia colto con uno scatto fotografico e non ricreato con un programma di grafica.

  7. Rinnovo anche qui i miei complimenti a Nicla Morletti per il premio che l’è stato attribuito .

    @Robert le nostre foto le possiamo elaborare,es: assemblare due foto ?
    Ho ascoltato con interesse l’intervista all’editore R.Cicala
    scusa ma il blog degli autori,manuali di mari con il concorso emozioni non sono fiori nati nel web?
    E dalle menti di chi vede oltre il proprio naso??? hehehe
    un abbraccio e buone vacanze a tutti
    ambradorata

  8. Andiamo con ordine:

    Complimenti a Carina Spurio per la sua bella opera che ho letto soltanto ora (causa latitanza da vacanza) 🙂

    Congratulazioni vivissime alla carissima Nicla Morletti per il premio ricevuto (ho già commentato nel suo blog) 🙂

    Per la nuova iniziativa sono d’accordissimo! vuoi che non lo sia, con tutte le foto che sto scattando in questa estate?!? 😉

    Il video me lo vado a vedere ora e poi magari ripasso.

    … e a tutti l’augurio di buonissime vacanze, distensive, rilassanti e colme di poesia. E, soprattutto, d’amore!!!

    Vi abbraccio
    Ars

  9. Molto interessante l’intervista con Cicala.
    Non concordo su un punto: secondo me il problema della “visibilità” non riguarda il mondo dell’editoria, ma riguarda il “modo” di approcciarsi alla cultura.
    Se la maggior parte delle persone continueranno a comprare un libro dopo aver visto l’autore in tv, inevitabilmente le maggiori vendite continueranno ad essere appannaggio della mediocrità, perchè ciò che passa in tv è – tranne rare eccezioni – mediocrità (appunto).

  10. @Renato

    Nessuno ci vieta di dibattere l’argomento nei commenti a questo post. Invito tutti a dare il proprio contributo.

    Sull’editoria e il web io ho le mie idee e passano tutte attraverso internet, senza fare boicottaggi a nessuno perché credo che, nell’era digitale, chi non si adegua fa boicottaggio a sé stesso da solo.

    Ad ogni modo, credo che da parte nostra e di chi scrive nel web ci dovrebbe essere più collaborazione e meno individualismo. Allora sì che si potrebbe influire sul mondo dell’editoria e della distribuzione…

  11. @IrinaP

    Certamente, evitiamo foto in cui riprendiamo noi stessi… Dobbiamo invece cogliere quell’attimo di poesia che una immagine può racchiudere al di là del fatto che in essa possono essere presenti una o più persone.

    Poi, possiamo accompagnare a quello scatto alcune nostre parole. Ma cerchiamo di essere brevi, istantanei proprio come uno scatto fotografico.

    Pochi versi, due o tre righe non di più…

  12. Io sono foto dipendente, quindi questa iniziativa non può che rendermi entusiasta! Avrei già foto da me scattate, stralci di vita in uno scatto che racchiude 1/4 di secondo o forse meno… e spesso paesaggi… e siccome tra qualche giorno vado al mare con il mio ragazzo mi impegnerò a immortalare tutte le immagini della Natura, ricordi del ns passaggio d’Amore. Come faccio tutti gli anni d’altronde.

    Pertanto, caro Robert, se l’iniziativa va in porto… ti chiedo se puoi illustrare gentilmente i requisiti delle fotografie, oltre a quello di essere accompagnate da poesie d’Amore… personalmente proporrei paesaggi o particolari naturali ma non visi e corpi di persone per questione di privacy.

    Sei pieno di iniziative! Buone vacanze anche a te e a chiunque passi di qui!

  13. Complimenti vivissimi alla cara Nicla Morletti per questo premio meritatissimo.
    Bellissima iniziativa regalare versi accostati alla fotografia.
    L’estate è la stagione in cui il relax ha un ruolo importante, che ci aiuta a riflettere e mettere su carta i pensieri più belli; quindi buona scrittura a tutti, e non dimenticate di puntare bene l’obiettivo della macchina fotografica.
    Concorde con l’editore Roberto Cicala, che la blogosfera è il futuro dell’editoria, dove anche i piccoli autori, quelli emergenti, hanno la visibilità di quelli già conosciuti che teniamo nella nostra biblioteca personale.
    Vi auguro buone vacanze, con divertimento, relax e tante cose belle.
    A presto.

    Un abbraccio

    Nicoletta Perrone

  14. sono contento per chi (colei) ha vinto un fiore onore al merito.
    Il discorso sull’editoria deve essere approfondito e si dovrebbe iniziare a boicottare e far propaganda negativa verso le grandi ed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine